Don Scordato: “I mafiosi si pentano pubblicamente”

Tag:, ,
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

IN QUESTO NUMERO

 

IN PRIMO PIANO

  • Don Scordato: “I mafiosi si pentano pubblicamente”

 

NOTIZIE DIOCESIPA

  • Nella casa del Padre don Pietro Maniscalco
  • L’Arcivescovo incontra i giovani del IV Vicariato
  • La Via Crucis cittadina partirà da piazza Massimo

 

NOTIZIE DALLE PARROCCHIE E DALLE ASSOCIAZIONI

  • A Cefalù i Diaconi della Metropolia di Palermo in formazione
  • Triduo di preparazione alla professione perpetua di suor Christine delle Suore del Bell’Amore
  • Manifestazioni cittadina a sostegno della vertenza ex Fiat e indotto
  • Al teatro Brancaccio “L’ultimo sorriso”
  • Corso di caseificazione in Missione Speranza e Carità per i fratelli ultimi

 

AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI

  • Mostra “Un’immagine per la Parola di Dio”
  • Convegno di Studio Innovazione e Sviluppo dell’Operatore Socio Sanitario
  • Sul Tgweb la riflessione sulla lettera dei Vescovi di Sicilia sulla mafia

_________________________________________________

IN PRIMO PIANO

1. Don Scordato: “I mafiosi si pentano pubblicamente”

Il ritorno alla confessione pubblica, una volta nella vita, come avveniva nei primi secoli del cristianesimo è la proposta lanciata da padre Cosimo Scordato, docente presso la Facoltà teologica di Sicilia per i mafiosi che intendono cambiare vita. L’ha lanciata nel corso della tavola rotonda organizzata dalla Confraternita di San Giuseppe, in occasione del Santo patrono di Bagheria sul tema: “La lunga marcia della Chiesa verso la realtà mafiosa. Convertitevi” della lettera dei Vescovi di Sicilia sulla mafia.

“I mafiosi che si pentono debbono intraprendere un percorso penitenziale – ha detto don Scordato – e denunciare pubblicamente il loro agire, essere pronti a cambiare vita e riparare quanto arrecato di male alla comunità, in questo modo ripristinando la prassi penitenziale dei primi secoli della cristianità”. Per Scordato inoltre, “si deve comprendere che il peccato è una offesa arrecata all’uomo, alla società e al creato. Ecco perché oggi si parla di strutture di peccato e alla mafia interessa l’imposizione della propria autorità. C’è inconciliabilità con la mafia che è contro l’uomo”. Nel corso dell’incontro, hanno pure relazionato lo storico della Chiesa, don Francesco Michele Stabile, il quale ha tracciato un excursus sulla mafia, dal XIX secolo fino ai giorni nostri, citando l’impegno del card. Salvatore Pappalardo che fu il primo a parlare di mafia come struttura di peccato. “La mafia è un deficit culturale – ha detto – e la Chiesa deve pertanto educare i cristiani a non compromettersi dando una controtestimonianza privilegiando i poveri”. Il prof. Nino Morreale, già docente nei licei, citando Ignazio Buttitta, ha detto che un tempo mafia e Chiesa si sono stretti la mano e quest’ultima si è resa conto solo dopo tanto tempo della gravità dell’azione criminale della consorteria. Per il teologo don Rosario Giuè, tutti dobbiamo convertirci e come Chiesa essere credibili in tutte le nostre azioni. Infine l’arciprete don Giovanni La Mendola, riconoscendo la fragilità dei preti di Bagheria ha ribadito che si vogliono bene e sono orgogliosi di operare in città.

 

NOTIZIE DIOCESIPA

1. Nella casa del Padre don Pietro Maniscalco

Dopo una lunga malattia è tornato alla casa del Padre, sabato scorso, don Pietro Maniscalco, all’età di 81 anni. Le esequie presiedute dall’Arcivescovo, mons. Corrado Lorefice, si sono svolte lunedì scorso al cimitero di Sant’Orsola. Don Pietro Maniscalco, ordinato presbitero il 10 luglio 1965, ha ricoperto l’incarico di Officiale dell’Ufficio matrimoni della Curia arcivescovile, è stato per tanti anni parroco della Parrocchia  Santi Pietro e Paolo e Amministratore Parrocchiale della Parrocchia Santa Maria della Pietà.

L’ultima apparizione in pubblico di don Pietro Maniscalco, in occasione della celebrazione in Cattedrale relativa alla nomina di Canonico Statutario del Capitolo Metropolitano di Palermo.

 

2. L’Arcivescovo incontra i giovani del IV Vicariato

“Dio si scopre camminando” è il tema degli incontri che l’Arcivescovo mons. Corrado Lorefice avrà con i giovani nel corso dell’anno pastorale 2018/2019. Nel IV Vicariato l’Arcivescovo incontrerà i giovani, venerdì 22 marzo 2019 alle ore 21 nella Parrocchia Maria Ss Madre della Chiesa a Palermo. Nel corso della serata canti, ascolto del Vangelo, preghiera, domande al nostro vescovo, fraternità, agape e condivisione. L’iniziativa è organizzata dal Servizio Pastorale giovanile, diretto da don Giuseppe Calderone.

 

  1. La Via Crucis cittadina 2019 partirà da piazza Massimo

Quest’anno la Via crucis cittadina, guidata dall’Arcivescovo, mons. Corrado Lorefice, partirà da piazza Massimo, attraverserà gli assi di via Maqueda e corso Vittorio Emanuele e si concluderà, come di consueto sul sagrato della Cattedrale. Il pio esercizio avrà luogo venerdì 12 aprile 2019 alle ore 21.

 

NOTIZIE DALLE PARROCCHIE E DALLE ASSOCIAZIONI

1.  A Cefalù i Diaconi della Metropolia di Palermo in formazione

“I diaconi sono uomini del dono e del servizio che hanno come modello Cristo al quale debbono uniformarsi”. Ad affermalo il vescovo di Cefalù, mons. Giuseppe Marciante nel corso dell’incontro di formazione svoltosi domenica scorsa e organizzato dal Centro Regionale per la Formazione Permanente del Clero “Madre del Buon Pastore”, diretto da don Calogero Cerami.

“Il diacono è il domestico della liturgia che raccoglie e distribuisce le offerte al popolo – ha proseguito Marciante – ed è pure colui che svolge un servizio della soglia, è banditore del Vangelo che dal Tempio lo propone nella strada dove vive. Il diacono deve accompagnare i fratelli nel percorso della confessione della Fede ed è un testimone senza paura. E’ pure coinvolto nelle attività della Caritas aiutando i fratelli nelle loro necessità”.

L’incontro era previsto dal modulo formativo rivolto ai diaconi e alle famiglie delle diocesi di Monreale, Palermo, Cefalù, Piana degli Albanesi, Mazara del Vallo, Trapani.

Il prossimo appuntamento che vedrà impegnati i diaconi di Sicilia sarà il FIR, la Festa Regionale dei Diaconi insieme alle Famiglie che si svolgerà presso il seminario arcivescovile di Messina.

 2. Triduo di preparazione alla professione perpetua di suor Christine delle Suore del Bell’Amore

“Ti chiama” è il tema del Triduo di preparazione alla professione perpetua di suor Christine delle Suore del Bell’Amore che si svolgerà nella chiesa di Santa Lucia al monte di via Ruggero Settimo, 87 a Palermo.

Programma:

22 marzo 2019

ore 17.45 – Via Crucis “Non ho paura, no non ho paura di portare l’amore”;

ore 18.30 – Celebrazione eucaristica;

23 marzo 2019

ore 17,45 – Rosario “Pronti ad uscire incontro al mondo con Maria”;

ore 18.30 – Celebrazione eucaristica;

25 marzo 2019

ore 16.30 – Professione solenne presieduta dall’Arcivescovo mons. Corrado Lorefice.

 3. Manifestazioni cittadina a sostegno della vertenza ex Fiat e indotto

Giovedì 21 marzo 2019, alle ore 9, avrà luogo una manifestazioni cittadina a Termini Imerese a sostegno della vertenza ex Fiat e indotto. Si partirà da piazza Europa (poste Termini bassa) e si concluderà a piazza Duomo.

“Riteniamo importante il sostegno di tutti – dicono i parroci e sacerdoti di Termini Imerese – perché questa questione riguarda tutti noi. È necessario che ognuno dica “ci sono” con la propria presenza”.

 4. Al teatro Brancaccio “L’ultimo sorriso”

“L’ultimo sorriso”, il docu-film che approfondisce la vita e il percorso umano del Beato Padre Pino Puglisi sarà proiettato giovedì 21 marzo 2019, alle ore 17.30 al teatro Brancaccio di via San Ciro a Palermo. L’iniziatuva è stata organizzata dal Centro Padre nostro. Il film è diretto da Rosalinda Ferrante e nasce da un’idea di Sergio Quartana, già ideatore di un fumetto su Pino Puglisi e autore del libro “Raccontando L’ultimo sorriso”, pubblicato dalla casa editrice Edizioni Ex Libris.

 5. Corso di caseificazione in Missione Speranza e Carità per i fratelli ultimi

Tra le attività dei Club Rotary del distretto 2110 Sicilia-Malta, il Club Palermo Agorà guidato da Antonietta Matina, nell’ambito delle iniziative portate avanti nel suo anno di presidenza, insieme ai presidenti dei R.C. Palermo Ovest, Palermo Nord, Cefalù, Palermo Baia dei Fenici, stanno realizzando in collaborazione con la Missione Speranza e Carità e altre istituzioni, un progetto sulla trasformazione del latte in ricotta, formaggio primo sale fresco e derivati della tradizione dolciaria siciliana.

L’attività sarà rivolta a fratelli ultimi ospitati all’interno della Missione di Fratel Biagio che intendono acquisire l’arte della tradizione silvo-agropastorale siciliana. Gli allievi saranno seguiti da volontari esperti provenienti dal mondo produttivo e scientifico. Il corso intensivo di caseificazione si è concluso, nella Cittadella del Povero e della Speranza.

 

AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI

1. Mostra “Un’immagine per la Parola di Dio”

In ricordo di Lia Cerrito, a 46 anni dalla prima edizione della Mostra “Un’immagine per la Parola di Dio” il Movimento “Presenza del Vangelo” e l’Istituto Secolare delle Missionarie del Vangelo, organizzano la XVI edizione come mostra fotografica – concorso.

L’inaugurazione avrà luogo sabato 23 marzo 2019, alle ore 10.30 nello Spazio “Tre Navate” ai Cantieri culturali alla Zisa in via Paolo Gili a Palermo. La premiazione si svolgerà il 28 marzo 2019, alle ore 17 nella Sala De Seta. Dal 29 marzo al 1 aprile 2019 la Mostra si sposta alla Facoltà Teologica di Sicilia in via Vittorio Emanuele, 463 a Palermo.

Lunedì 1 aprile 2019, alle ore 16, si svolgerà la presentazione del volume “Lia Cerrito, Missionaria del Vangelo, nella Chiesa del ‘900”, in occasione del 20° anniversario del suo “dies natalis”. L’Istituto Secolare delle Missionarie del Vangelo e il Movimento Presenza del Vangelo, di cui Lia Cerrito ha fatto parte in maniera attiva e feconda – dichiara la presidente Paola Geraci – desiderano ricordarla a quanti l’hanno conosciuta e presentarla, a chi non l’ha conosciuta, come testimone di laica consacrata a servizio della Chiesa e del mondo, nel vivere il carisma dell’Istituto e del Movimento, nell’impegno radicale per l’incarnazione del Vangelo, che l’ha vista ideatrice e sostenitrice di iniziative significative e sempre attuali: la Giornata del Padre nostro, la Mostra “Un’immagine per la Parola di Dio”.

 2. Convegno di Studio Innovazione e Sviluppo dell’Operatore Socio Sanitario

Martedì 26 marzo 2019, nella Casa Diocesana “Oasi Baida” a Palermo si svolgerà un Convegno di Studio Innovazione  e Sviluppo dell’Operatore Socio Sanitario, promosso da A.C.O.S. (Associazione Cattolica Operatori Sanitarie e AVULSS (Associazione Volontariato Socio-Sanitario). La partecipazione è gratuita e sarà rilasciato un attestato con un contributo di 5 Euro. I destinatari sono O.S.S. che operano in Ospedali e sul Territorio. L’iscrizione è obbligatoria e gratuita entro il 20 marzo 2019.

Programma:

Ore  15.30  Accoglienza e Saluti

Ore  15.45  Moderatore Dott. Giulio Giustino Infermiere

Ore  16.00  Aspetti Etici e Deontologici dell’O. S. S.  Somministrazione di un Questionario

Dott. Santo Montemurro Infermiere ARNAS  Ospedale  Civico di Palermo

Ore  16.45  L’infermiere e l’Operatore Socio-Sanitario alleati nel processo assistenziale Antonio Terranova O.S.S. Arnas Civico di Palermo

Ore  17,15  Break

Ore  17,30  Il Volontario e il rapporto con l’equipe assistenziale Dott.ssa Maria Picone responsabile culturale AVULSS Palermo

Ore  18.00  Testimonianze a Confronto

Ore  18.30  Chiusura  dei lavori e consegna degli attestati

Info: Segreteria organizzativa: A.C.O.S. (Ass. cattolica Operatori Sanitari) Referenti: M.C. Piacenza cell. 333/2188171 E-mail mc.piacenza@libero.it – Vittorio Salerno cell. 320/6160864 – E-mail vittorio.salerno@tin.it

 3. Sul Tgweb la riflessione sulla lettera dei Vescovi di Sicilia sulla mafia

“La lunga marcia della Chiesa verso la realtà mafiosa”, le iniziative della Caritas diocesana per la Quaresima e il Giubileo di 12 diaconi della Chiesa di Palermo. Sono alcuni dei servizi che questa settimana, propone il Tgweb dell’Arcidiocesi di Palermo, il magazine, ideato e realizzato dall’Ufficio per le Comunicazioni Sociali, con la collaborazione dei Servizi informatici che viene postato il sabato sul sulla pagina Facebook dell’Arcidiocesi e sul sito dell’Arcidiocesi.

Guarda il Tgweb: https://www.youtube.com/user/tgwebdiocesipa