La Cattedrale sarà restaurata

Tag:, ,
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

IN QUESTO NUMERO

 

IN PRIMO PIANO

  • La Cattedrale sarà restaurata

 NOTIZIE DIOCESIPA

  • Solennità del Corpus Domini a Palermo e Provincia
  • La Festa diocesana della famiglia con l’Arcivescovo
  • Paul Yaw, non sarà più espulso. Il Tar gli dà ragione
  • “Report Caritas sui poveri” nel numero di giugno di Poliedro

 

NOTIZIE DALLE PARROCCHIE E DALLE ASSOCIAZIONI

  • Visita di Maria di Fatima pellegrina dal Portogallo
  • A Casa Professa commedia su San Luigi Gonzaga e Dante Alighieri
  • A San Francesco Saverio all’Albergheria forum di Poliedro
  • Festa Madonna della Lettera all’Acquasanta

 AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI

  • Pubblicato il volume “Repertorio bibliografico dei siti della Sicilia” di R. La Duca, a cura di Francesco Armetta
  • Meeting Interreligioso e Interculturale dei diritti umani nei percorsi di fine vita
  • Sul Tgweb si parla del restauro della Cattedrale di Palermo

_________________________________________________

IN PRIMO PIANO

1. La Cattedrale sarà restaurata

La Cattedrale di Palermo sarà interessata da un grande intervento di manutenzione e conservazione delle opere artistiche. Il progetto del Provveditorato alle Opere Pubbliche di Sicilia e Calabria con l’ausilio della Soprintendenza ai Beni Culturali di Palermo è stato presentato nella sala Filangeri di Palazzo Arcivescovile alla presenza di numerose personalità tra cui il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli. I lavori riguarderanno la manutenzione della navata centrale e delle cupolette delle navate laterali e saranno a cantiere aperto e pertanto visitabile dai cittadini. Il costo totale dei lavori, sarà sostenuto grazie ad un finanziamento congiunto tra il Ministero delle Infrastrutture e il Ministero dei Beni Culturali ed ammonta a 1 milione e 500 mila euro.

“Per me oggi è stato un grandissimo onore parlare da uno dei luoghi più belli del mondo – ha affermato il ministro –. Ringrazio quanti hanno lavorato a questo progetto ed in particolare il Provveditorato opere pubbliche perché con questo progetto i palermitani riscoprono il loro ‘Tempio Massimo’, come qualcuno ha definito questo sfolgorante esempio di arte arabo-normanna, ma anche gotica o neoclassica”.

Nel corso della cerimonia è stato anche illustrato il libro “Divino Tempio” un pezzo di cielo in terra che raccoglie gli interventi dei tanti professionisti che hanno elaborato il progetto di restauro.

“Il Divino tempio è una operazione culturale di alto profilo – ha detto l’Arcivescovo, mons. Corrado Lorefice – e la Cattedrale è un segno luminoso della nostra terra che si dimostra sempre accogliente”.

Il parroco della Cattedrale mons. Filippo Sarullo si è augurato che la festa e la gioia di oggi si possano ripetere a conclusione dei lavori che siano fatti bene.

 

NOTIZIE DIOCESIPA

1. Solennità del Corpus Domini a Palermo e Provincia

Domenica 23 giugno 2019, nel giorno in cui onoriamo e adoriamo il Corpo del Signore, l’Arcivescovo, mons. Corrado Lorefice, presiederà il Pontificale alle ore 11, nella Chiesa di San Domenico di Palermo. Nel pomeriggio alle ore 19 i Solenni Vespri e al termine la processione Eucaristica cittadina con il seguente itinerario: Chiesa San Domenico, via Roma, corso Vittorio Emanuele, piazza Villena-Quattro Canti, corso Vittorio Emanuele, via Matteo Bonello e conclusione nel sagrato della Cattedrale dove l’Arcivescovo terrà una riflessione.

Anche nei paesi dell’Arcidiocesi si svolgeranno le celebrazioni e le processioni Eucaristiche con grande partecipazione di fedeli. A Bagheria la celebrazione si svolgerà alle ore 18.30 e al termine seguirà l’adorazione e una processione che percorrerà il perimetro di piazza Madrice. A Villabate la santa messa si svolgerà alle ore 18 a piazza della Regione. A Termini Imerese alla ore 19 la messa sarà celebrata in chiesa Madre e subito dopo la processione per le vie della città.

2. La Festa diocesana della famiglia con l’Arcivescovo

Formazione, laboratori, preghiera, canti e condivisione, hanno caratterizzato la Festa diocesana della famiglia che si è svolta domenica presso l’istituto delle suore francescane Cuore Immacolato di Maria a Palermo. L’incontro organizzato dall’Ufficio di Pastorale familiare, diretto da Antonella Lo Papa e Giovanni Pillitteri con don Alerio Montalbano, arriva al termine dell’anno pastorale nel corso del quale le famiglie hanno riflettuto sulla bellezza del Matrimonio sacramentale alla luce dell’esortazione apostolica di papa Francesco “Amoris laetitia”.

Dopo l’accoglienza i presenti sono stati intrattenuti da una catechesi che è stata svolta dall’Arcivescovo, mons. Corrado Lorefice, il quale ha poi celebrato l’Eucaristica della solennità della Santissima Trinità. Al termine il pranzo e un momento di fraterna condivisione.

3. Paul Yaw, non sarà più espulso. Il Tar gli dà ragione

La Terza Sezione del Tribunale Amministrativo di Palermo, con ordinanza collegiale depositata il 13 giugno 2019, confermando il decreto cautelare del 14 maggio 2019, ha accolto la richiesta di sospensione del provvedimento di archiviazione della domanda di permesso di soggiorno emesso in danno di Paul Yaw Aning. Il Tar ha evidenziato la sussistenza del danno grave ed irreparabile sospendendo così il diniego di permesso di soggiorno.

L’avvocato Giorgio Bisagna, difensore di Paul, apprezzando il significativo pronunciamento del Tar, che ha raccolto in pieno le prospettate esigenze umanitarie, auspica adesso che la Questura di Palermo ottemperi alla decisione dell’autorità giudiziaria rilasciando un permesso di soggiorno a Yaw.

“La Missione di Speranza e Carità ringrazia – dice Biagio Conte – le Autorità Giudiziarie che sono preposte a tutelare i diritti umani, patrimonio di tutti gli uomini e donne, senza differenza di razza, religione, cultura e ceto sociale. La Missione continuerà il servizio a favore degli ultimi, per i tanti Paul che vivono emarginati ed esclusi, anche perché vittime di una burocrazia sfiancante che penalizza e condanna la dignità delle persone. La Speranza e Carità che si è mostrata in questo caso, da parte di Istituzioni, gruppi, movimenti e associazioni, ci ha indotto ad una riflessione comune su un forte e trasversale intervento legislativo a tutela dei diritti umani dei migranti, soprattutto dei tanti Paul, che vivono onestamente e integrati, introducendo meccanismi di regolarizzazione permanente, in presenza di idonei requisiti. Un sentito ringraziamento va al Nostro Vescovo Corrado, alla nostra comunità diocesana, ai rappresentanti delle varie confessioni religiose che ci hanno sostenuto e a tutta la cittadinanza e oltre, che ha manifestato, come di consueto, un grande cuore. Un grazie anche alle Autorità, in testa il Sindaco che ha personalmente e fattivamente espresso la sua vicinanza e solidarietà e al Prefetto e al Questore che speriamo di incontrare a breve personalmente”.

Soddisfatto Paul Yaw. “Guarisci il cuore con l’olio del perdono, perdonando tutti coloro che ci hanno ferito e meditando le ferite che abbiamo causato agli altri. Prenditi cura del fratello, della sorella debole, dell’anziano, del malato, dell’arrabbiato e del senza fissa dimora”.

 4. “Report Caritas sui poveri” nel numero di giugno di Poliedro

Il digiuno profetico di Biagio Conte, le donne, un dono per la Chiesa, Papa Francesco eretico? Sono alcuni degli articoli che propone “Poliedro”, il mensile dell’Arcidiocesi di Palermo, diretto da Nuccio Vara che nel suo editoriale parla di Chiesa e giovani

La rivista diocesana con articoli, inchieste e reportage fotografici, intende stimolare, senza censure e discriminazioni di alcun tipo, analisi, approfondimenti e dibattiti. Una vera e propria sfida che la redazione, disponibile ad accogliere suggerimenti e critiche, affronta con amore per la Chiesa e in compagnia di tutti coloro che, con o senza fede, cercano vie per la rinascita, cieli nuovi e terra nuova. Poliedro non è un notiziario della vita ecclesiale, ma un strumento di riflessione sia nel contesto metropolitano, sia nell’intera comunità diocesana, di nuove pratiche di evangelizzazione e di azione missionaria. Il tutto, in assoluta sintonia con il Magistero della Chiesa e con i percorsi di profondo e radicale rinnovamento avviati da Papa Bergoglio nella Chiesa Cattolica.

 

NOTIZIE DALLE PARROCCHIE E DALLE ASSOCIAZIONI

1. Visita di Maria di Fatima pellegrina dal Portogallo

In occasione del 50° anniversario dell’erezione canonica della parrocchia di San Filippo Neri, si svolgerà la visita dell’Immagine di Maria di Fatima pellegrina dal Portogallo. Il pellegrinaggio nazionale 2019 organizzato dal Movimento Mariano Messaggio di Fatima in Italia è già iniziato. In Sicilia l’immagine sosterà solo nella parrocchia, dal 23 al 29 giugno 2019.

Il 15 settembre 1969 il Card. Carpino erigeva canonicamente la parrocchia San Filippo Neri in Palermo. Il 15 settembre 2004 la parrocchia veniva affidata alla cura pastorale dei Padri missionari dell’Istituto del Verbo Incarnato.

“Per celebrare il 50° parrocchiale – dichiara il parroco P. Miguel Pertini, IVE – vogliamo offrire a Maria Santissima, apparsa a Fatima nel 1917, una missione popolare mariana, centrata sull’annuncio del Vangelo, la celebrazione dei Sacramenti dell’Eucarestia e della Riconciliazione, e la preghiera. Vogliamo altresì ricordare il centenario della nascita al Cielo di San Francesco Marto (uno dei pastorelli di Fatima) ed il 60° della consacrazione dell’Italia al Cuore Immacolato di Maria”.

2. A Casa Professa commedia su San Luigi Gonzaga e Dante Alighieri

Per festeggiare la conclusione del Giubileo della nascita del santo gesuita, la Piccola Accademia dei Talenti e l’associazione “San Francesco Saverio APS”, venerdì 21 giugno 2019, mettono in scena la commedia divertente “San Luigi Gonzaga e Dante Alighieri a Casa Professa”. La regia è stata curata da Simona D’Angelo, i testi di p. Walter Bottaccio. La rappresentazione teatrale inizierà alle ore 19,30 con un momento in piazza Casa Professa per proseguire nella chiesa omonima. Ingresso libero.

 3. A San Francesco Saverio all’Albergheria forum di Poliedro

“Il cardinale elemosiniere elettricista del Papa i dilemmi della carità”, è il tema del forum di Poliedro che si svolgerà martedì 24 giugno 2919, alle ore 18, nella Chiesa San Francesco Saverio all’Albergheria. Intervengono don Cosimo Scordato, Giovanni Fiandaca e Nicola Mazzamuto.

 4. Festa Madonna della Lettera all’Acquasanta

In festa la Parrocchia della Madonna della Lettera, Patrona dell’Acquasanta di Palermo. Previsto il triduo che si svolgerà giovedì 27, venerdì 28 e sabato 29 giugno e che sarà predicato da don Salvatore Petralia.

Programma:

Lunedì 24  giugno 2019

ore 21,00 – Giornata dell’Ammalato (gruppo Roveto Ardente)

Martedì 25 giugno 2019

ore 21,00 – Veglia Mariana

Mercoledì 26 giugno 2019

ore 21,00 – Canto dell’inno Akatistos  (Corale  Greco-Albanese)

Giovedì 27 giugno 2019

ore 18,30  – S. Messa

ore 21,00 – Adorazione Comunitaria a seguire, piccola processione Eucaristica attorno alla Piazza

Venerdì 28 giugno 2019

ore 18,30  S. Messa

ore 19,30 – Pizza e Dolci

ore 21,00 – I ragazzi dell’oratorio metteranno in scena il “Mago di OZ”

Sabato 29 giugno 2019

ore 18,30 – S. Messa

ore 21,00 – Commedia dialettale “Il libretto di Mio padre”

Domenica 30 giugno 2019

ore 10,00  S. Messa Presieduta dal parroco don Antonino Rocca

ore 11,30 – S. Messa Presieduta da don Salvatore Petralia

ore 15,00 – Giro dei tamburi per la borgata

ore 16,00 – Inizio Processione con il Simulacro di Maria S.S. della Lettera con la benedizione del Porticciolo e del Mare. La Processione sarà accompagnata dalla Banda Musicale “Michele Cascino”. Itinerario: Piazza Acquasanta – Porticciolo – Benedizione del porticciolo e preghiera per i marinai, vivi e defunti  Salita Belmonte – Via Card. Mariano Rampolla . Via Paolo VI – Via Belmonte – Via Ammiraglio Rizzo – Via Castellana Bandiera – Via Fileti (case popolari) – Via Calcedonio – Via Simone Gulì – Cortile Montechiaro 2 – Cortile Pipitone – Cortile Montechiaro 1 – Via Simone Gulì – Via Di Cristofalo  Piazzetta e Salita Le Chiavi – Via Palestra – Via Ammiraglio Rizzo, Piazza Acquasanta e fuochi pirotecnici.

AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI

1. Pubblicato il volume “Repertorio bibliografico dei siti della Sicilia” di Rosario La Duca, a cura di Francesco Armetta

Erudito e fine studioso della Sicilia, dei suoi luoghi e delle sue tradizioni, Rosario La Duca è anche un attento e paziente redattore di ricchi repertori bibliografici, legati alla Sicilia e soprattutto alla città di Palermo. Ma tra gli studi in pectore, non del tutto licenziati, si trovava anche questo Repertorio bibliografico dei siti della Sicilia, di cui lo Studioso aveva più volte fornito verbalmente alcune anticipazioni.

L’intera Isola è protagonista di questa indagine capillare, che esplora non solo capoluoghi e grandi città, ma anche piccoli centri, paesi su cui sembra davvero che sia quasi impossibile reperire fonti e informazioni. […].

Nonostante gli innegabili, straordinari ausili che offre l’era digitale, uno spoglio critico ed una classificazione ordinata da fonti così eterogenee (monografie, collezioni, miscellanee, periodici, ecc.) continua a mantenere una sua validità legata non solo al reperimento oggettivo di una bibliografia selezionata per i ricercatori con accuratezza e acribia, ma anche al valore testimoniale del lavoro di uno Studioso come La Duca».

 2. Meeting Interreligioso e Interculturale dei diritti umani nei percorsi di fine vita

Lo scorso 8 giugno presso la Casa Diocesana “Oasi di Baida” numerosi studenti della Facoltà di Medicina, Operatori Sanitari, Assistenti Sociali e volontari hanno preso parte al Meeting organizzato dall’A.C.O.S in collaborazione con l’Ordine delle Professioni Infermieristiche.

“Viviamo ormai in una società multietnica e multireligiosa – ha detto il responsabile dell’A.C.O.S Vittorio Salerno nell’accogliere i partecipanti – frutto della globalizzazione, delle varie forme di comunicazioni e dei grandi flussi migratori che hanno contribuito a creare società miste. Uno dei luoghi privilegiati d’incontro tra persone appartenenti a diverse culture e tradizioni religiose è l’ospedale, dove l’uomo vive il mistero delle sue vulnerabilità e Mortalità”.

Nel corso dei avori è emerso che l’Hospice è diventato anche un crocevia importante dell’umanità, un punto di incontro delle diverse biografie personali, culturali, geografiche, religiose. “Soprattutto nel nostro Paese – ha aggiunto Salerno – si è passati progressivamente dalla Religione degli Italiani all’Italia delle religioni. Nella stessa stanza infatti di un ospedale si possono trovare il senegalese  il rumeno, il filippino o l’indiano, il bianco e il nero, il cristiano e il musulmano, chi crede e chi si dichiara ateo o indifferente”.

Il Direttore dell’Ufficio di Pastorale della Salute Dott.ssa Paola Geraci e Caterina Cuffaro  dell’A.V.U.L.S.S, hanno evidenziato che la sinergia tra tutti gli attori del mondo della salute nel contesto sul fine vita può contribuire a rendere una morte serena nel rispetto delle sue convinzioni religiose.

Il moderatore Dott. Roberto Garofalo Dirigente Medico cure palliative dell’A.S.P. di Palermo ha aperto i lavori rilevando l’attualità di questo Meeting, quale serbatoio di confronto tra le diverse culture e religioni nei percorsi di fine vita dando la parola ai vari relatori che nella intensa mattinata si sono avvicendati.

Il Dott. Giuseppe Margiotta infermiere Hospice ARNAS Ospedale Civico Palermo ha parlato dell’hospice “Filosofia della non sofferenza” la sua esperienza professionale ed umana a servizio dell’uomo nella fase del fine vita, ha messo in evidenza come l’hospice luogo dove la dignità della persona viene valorizzata come un diritto ad una morte serena senza sofferenze eccessive non per una guarigione,  ma il prendersi cura, con un protocollo personalizzat. La elaborazione del lutto dei familiari fa parte dell’assistenza, dell’operatore sanitario,che in alcuni casi è drammatica per la perdita di un familiare specie se in giovane età.

Il dott. Santo Montemurro Infermiere ARNAS Civico di Palermo si è soffermato sui diritti umani sul fine vita, citando le varie leggi che in atto disciplinano la materia puntualizzando il contesto culturale e religioso che questi diritti non vengono a solo sanciti ma applicati nel rispetto della persona. Per l’operatore sanitario oltre ché fare riferimento alle leggi civili dovrà fare riferimento sempre al Codice deontologico affiancato ad un umanesimo che ci deve fare umani nel servizio alla persona nel rispetto dei suoi diritti inviolabili.

Antonio Terranova studente in infermieristica Università di Palermo, parlando degli aspetti del Nursing di fine vita, con la sua freschezza professionale ha evidenziato la complessità di una assistenza infermieristica in un Hospice, dove relazionarsi con un paziente che ha bisogno di tutto, comporta una preparazione professionale che tenga conto della visione olistica della persona assistita con un supplemento umano e di calore verso il malato in fine vita e dei suoi familiari. Il confronto tra le varie religioni di fronte ai malati terminali visto dai diversi aspetti culturali e religiosi.

Si sono succeduti il Dott. A. Vecchio per i Cristiani per l’Ebraismo ha letto un comunicato inviato dal Rav. Dott. Riccardo Di Segni impossibilitato ad intervenire, Maria Concetta Piacenza  membro della commissione UPEDI per l’Islam,  l’Imam Francesco Macaluso della Coreis, per il Buddismo la Prof. Maria Angela Falà presidente Fondazione Maitrya Ist Cultura Buddista. Roma. Il confronto molto aperto ha visto tutti d’accordo che nei percorsi di fine vita, ci unisce il rispetto della volontà della persona seppur nelle diverse elaborazione del lutto come ad esempio quello Islamico che prevede un cerimoniale tutto particolare con il lavaggio della salma.

“Il giudizio positivo dell’iniziativa espresso dai partecipanti – conclude il responsabile Diocesano A.C.O.S. Vittorio Salerno – ci incoraggia ad ulteriori iniziative per una sanità a dimensione d’Uomo”.

3. Sul Tgweb si parla del restauro della Cattedrale di Palermo

Un intervento di manutenzione e conservazione interesserà la Cattedrale di Palermo, al Cuore Immacolato di Maria la Festa diocesana della famiglia con celebrazioni, laboratori e condivisione, le Suore del Bell’Amore celebrano il 25° anniversario. Sono alcuni dei servizi che questa settimana, propone il Tgweb dell’Arcidiocesi di Palermo, il magazine, ideato e realizzato dall’Ufficio per le Comunicazioni Sociali, con la collaborazione dei Servizi informatici che viene postato il sabato sul sulla pagina Facebook dell’Arcidiocesi e sul sito dell’Arcidiocesi.

Guarda il Tgweb: https://www.youtube.com/user/tgwebdiocesipa