A Palermo Veglia in diretta dalla GMG di Panama

Tag:, ,
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

IN QUESTO NUMERO

 

IN PRIMO PIANO

  • A Palermo Veglia in diretta dalla GMG di Panama

 

NOTIZIE DIOCESIPA

  • Editto Causa di Beatificazione Servi di Dio
  • Centro diocesano confraternite: domenica tesseramento
  • L’Arcidiocesi ricorda mons. Rosario Mazzola me Trigesimo della morte
  • Approfondimento sul Vangelo secondo Luca

 

NOTIZIE DALLE PARROCCHIE E DALLE ASSOCIAZIONI

  • Anziani in pellegrinaggio al Convento delle Suore Cappuccine di Cinisi
  • Azione Cattolica: Giornata interparrocchiale della Pace
  • “La bottega dell’Orefice”- Laboratorio diocesano per coppie di sposi
  • Mostra storica sulla Missione della Provincia Mediterranea degli O.M.I.
  • A pregare s’impara pregando. Catechesi itinerante sulla preghiera
  • Dies natalis venerabile Pietro Di Vitale, celebrazione Eucaristica nella chiesa Madre di Castronovo di Sicilia

 

AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI

  • Mostra fotografica storica Polizia Municipale
  • Gruppo Santa Maria di Cana per separati, divorziati non risposati né conviventi
  • Inaugurazione palestra C.S.I. di pallavolo
  • Sul Tgweb la Giornata della Gioventù a Panama

 

L’OPINIONE DI… Giovanni Di Cara*

  • Orientamenti per una nuova Pastorale degli Anziani

__________________________________________________________

IN PRIMO PIANO

1. A Palermo Veglia in diretta dalla GMG di Panama

Per gli italiani alla Giornata mondiale della gioventù a Panama l’avvio è stato di quelli pirotecnici. Nel corso della festa di accoglienza tenutasi nella parrocchia di Nuestra Señora de Guadalupe uno spettacolo di fuochi di artificio ha illuminato la notte della città. Poi è stato tutto un susseguirsi di canti, balli di gruppo e musica dal vivo. Un evento nell’evento per dare il benvenuto ai nostri connazionali e a quanti provenienti da altre nazioni sono ospitati dalla comunità di 40mila abitanti del vulcanico parroco don Manuel Anselmo Diaz. Fortissima è stata la partecipazione della gente del posto che ha accolto i pellegrini con l’affetto tipico dei popoli latinamericani. A Palermo sabato 26 gennaio 2019, alle ore 22 sul piano della Cattedrale i giovani e il vescovo Corrado si incontreranno per camminare in allegria verso il convento delle Figlie della Croce in corso Tukory per seguire a partire dalle 23.30, la diretta della veglia del Santo Padre Francesco con i giovani a Panama. Prevista una sosta presso la chiesa di San Nicolò da Tolentino Sant’Orsola. L‘iniziativa è stata organizzata dal Servizio Diocesano per la Pastorale Giovanile guidato da don Giuseppe Calderone.

 

NOTIZIE DIOCESIPA

1. Editto Causa di Beatificazione Servi di Dio

L’Arcivescovo, mons. Corrado Lorefice, avvalendosi del mandato conferito dalla Costituzione apostolica “Divinus perfectiones magister” del 25 gennaio 1983, lo scorso 10 gennaio 2019, ha emanato quattro editti per la Causa di Beatificazione della Serva di Dio Madre Maria Stella Purpura della Congregazione delle Figlie della Misericordia e della Croce e per la Causa di Beatificazione o di dichiarazione del Martirio dei Servi di Dio, Giovanni Battista Sidoti, sacerdote diocesano, Vicario Apostolico del Giappone e per i fedeli laici Chôsuke e Haru.

Si fa obbligo a quanti ne fossero in possesso di presentare al cancelliere presso la Curia arcivescovile di Palermo entro il termine di un mese dal 10 gennaio 2019, tutti gli scritti a loro attribuiti e le possibili informazioni sulla vita, le virtù e i miracoli dei servi di Dio e comunicare le eventuali notizie utili alla causa.

 2. Centro diocesano confraternite: domenica tesseramento

Domenica 27 gennaio 2019, alle ore 10.45, in Cattedrale si svolgerà una celebrazione Eucaristica nel corso della quale si procederà al tesseramento annuale dei componenti delle confraternite dell’arcidiocesi di Palermo.

“Solitamente il tesseramento si svolge in occasione del Battesimo di Gesù – spiegano il presidente Biagio Maurizio Puleo e il delegato arcivescovile mons. Giovanni Cassata – ma quest’anno non è stato possibile rispettare tale data per motivi organizzativi legati al recente cambio dei responsabili del Centro diocesano. Il tesseramento costituisce un segno dell’appartenenza, pertanto confidiamo in una partecipazione numerosa”.

3. L’Arcidiocesi ricorda mons. Rosario Mazzola me Trigesimo della morte

Lunedì 28 gennaio 2019, alle ore 18, nella Parrocchia Maria SS. Mediatrice – Villa Tasca a Palermo, l’Arcivescovo, mons. Corrado Lorefice, celebrerà la Santa Messa di trigesimo in suffragio di S.E. Mons. Rosario Mazzola, Vescovo Emerito di Cefalù.

Mons. Mazzola, illustre e degno figlio della Chiesa di Palermo, ha svolto per molti anni il servizio di Vescovo Ausiliare e Vicario Generale nella nostra Arcidiocesi.

4. Approfondimento sul Vangelo secondo Luca

L’Ufficio Missionario, il Servizio annuncio e il Movimento “Presenza del Vangelo”, al fine di dare ulteriore sviluppo a una sempre più intensa familiarità con la Parola di Dio, per promuovere l’ascolto e l’annuncio e per sostenere la collaborazione fra più parrocchie e realtà ecclesiali, promuovono quattro incontri di approfondimento sul Vangelo secondo Luca che si svolgeranno presso la Parrocchia Nostra Signora della Consolazione a Palermo, nei giorni 30 gennaio e 6, 13 e 20 febbraio 2019, alle ore 21.

Programma:

30 gennaio 2019 – “A proposito di parabole: perché la misericordia?” (Lc 15,11-32) – Diac. Rosario Calò;

6 febbraio 2019 – “A proposito di esclusi: perché hanno cittadinanza?” (Lc 7,1-10) – Marina Rando;

13 febbraio 2019 – “A proposito di missione: perché salire a Gerusalemme?” (Lc 9,51-56) – Maria Lo Presti;

20 febbraio – “A proposito di peccatori: perché incontrarli (ci)?” (Lc 7,36-50) – Paola Geraci.

 

NOTIZIE DALLE PARROCCHIE E DALLE ASSOCIAZIONI

1. Anziani in pellegrinaggio al Convento delle Suore Cappuccine di Cinisi

Il Servizio di Pastorale Anziani, diretto da Enza e Giovanni Di Cara, ha organizza un pellegrinaggio al Convento delle Suore Cappuccine di Cinisi dove è conservato il corpo intatto della beata suor Maria di Gesù Santocanale. I pellegrini ospitati dalla Superiora, suor Salvina che ha tracciato la vita della beata ed i suoi miracoli. hanno visitato le stanze dove la beata ha vissuto e pregato davanti il corpo per le donne sterili che chiedono la grazia della maternità.

“La beata figlia di nobili – ha spiegato suor Salvina – ha speso tutti i beni ereditati dal padre in favore dei poveri dando da mangiare per 10 anni a ben 100 di persone”.

Quindi il gruppo degli anziani ha raggiunto la vicina chiesa di Santa Fara, patrona di Cinisi dove vengono conservati numerosi quadri del ‘700 napoletano, con il paliotto dell’altare maggiore e arricchito da numerosissimi coralli e lapislazzuli.

“Siamo stati accolti da don Antonio Ortoleva – dice Di Cara – che ha presieduto una celebrazione Eucaristica. Il presbitero ci ha comunicato che domenica prossima il nostro Arcivescovo si recherà in visita per le celebrazioni in onore della Santa Giovanna Beretta Molla ed al Convento della beata Santocanale”.

Al termine della relazione tenuta in chiesa dalla dr. Francesca Pace, sulla Santa che ha sacrificato la sua vita per salvare quella della figlia tuttora vivente, gli anziani, oltre 50, hanno fatto rientro in pullman a Palermo.

 2. Azione Cattolica: Giornata interparrocchiale della Pace

“La pace è servita”, questo lo slogan dell’iniziativa di Pace 2019, organizzata dall’Azione Cattolica diocesana che si svolgerà il 27 gennaio e il 3 febbraio nelle parrocchie delle varie zone. “La Festa della Pace – afferma il presidente diocesano Giuseppe Bellanti – ci sollecita a riflettere sulla libertà, la dignità e l’autonomia personale ed economica come vie verso la costruzione della pace”.

 3. “La bottega dell’Orefice”- Laboratorio diocesano per coppie di sposi

Domenica 27 gennaio 2019, si svolgerà il laboratorio diocesano per coppie di sposi “La bottega dell’Orefice”. L’incontro si svolge nei locali della Curia Arcivescovile a Palermo, ogni mese con data variabile, dalle ore 15.30 alle 20.

Il percorso di formazione guidato da don Salvatore Biancorrosso e dalla prof. Ornella Ingargiola, si propone di offrire una formazione di tipo biblico – esperienziale e fornire strumenti relazionali per crescere nel rapporto e nella spiritualità coniugale. Nel corso degli incontri vengono affrontate alcune problematiche che possono sorgere dalla convivenza matrimoniale. Previsti laboratori creativi, catechesi, mistagogia, approccio relazionale gestaltico e tecniche di animazione.

Il corso per fidanzati avrà inizio a febbraio 2019, mentre il gruppo sposi che è al primo anno di formazione, si concluderà a dicembre 2019.

Info: don Salvatore Biancorrosso tel. 327/2489341 – prof. Ornella Ingargiola tel. 392/2215311  – pastoralefamiliare@diocesipa.it

4. Mostra storica sulla Missione della Provincia Mediterranea degli O.M.I.

In occasione della visita a Palermo di p. Louis Lougen, Superiore generale dei Missionari Oblati di Maria Immacolata e del suo Consiglio, domenica 27 gennaio 2019, alle ore 18.30, nella chiesa di San Nicolò da Tolentino in via Maqueda, 159 a Palermo, si svolgerà una celebrazione Eucaristica. Per l’occasione sarà possibile vistare la Mostra storica sulla Missione della Provincia Mediterranea degli O.M.I.

 5. A pregare s’impara pregando. Catechesi itinerante sulla preghiera

Prosegue il percorso promosso dall’Ufficio di Pastorale Giovanile e dal Centro Diocesano Vocazioni dell’Arcidiocesi di Palermo. Lunedì 28 gennaio 2019, alle ore 19 presso la Parrocchia di Santa Chiara in via Crispi a Palermo, si terrà la catechesi di P. Carlo Aquino e della prof. Enza Maria Mortellaro dal titolo: “Cosa è per te la preghiera”; mentre venerdì 1 febbraio alle ore 18.30 si farà tappa presso la Parrocchia “San Giuseppe Cottolengo” in Largo Zappalà a Palermo per la catechesi sul tema: “La preghiera è importante per la nostra società”.

Durante gli incontri sarà disponibile il libro “A pregare s’impara pregando” che da il nome al percorso.

Info su www.wecanhope.it

 6. Dies natalis venerabile Pietro Di Vitale, celebrazione Eucaristica nella chiesa Madre di Castronovo di Sicilia

Martedì 29 gennaio 2019, alle ore 18, nella chiesa Madre di Castronovo di Sicilia, il postulatore don Mario Torcivia presiederà l’Eucaristia nel dies natalis del venerabile Pietro Di Vitale. Don Torcivia comunica anche che chiunque volesse visitare la stanza-museo sul Venerabile, allestita in Seminario, può telefonare allo 091/2511152 e mettersi d’accordo per il giorno e l’ora.

 

AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI

1. Mostra fotografica storica Polizia Municipale

In occasione del 70 Anniversario della ricostituzione del Corpo di Polizia Municipale, presso la Biblioteca Centrale della Regione Siciliana di Corso Vittorio Emanuele è stata allestita una mostra fotografica che ne ripercorre la storia, dalla ricostituzione del Corpo, il 1 dicembre 1949 fino ai nostri giorni.

Dalla Caserma Torremuzza alla successiva l’inaugurazione della Caserma che si trova in via Dogali, ai servizi svolti nelle zone terremotate nel 1968, alla consegna dei pacchi dono  portati dai cittadini, in occasione della Befana, durante il servizio di viabilità in pedana e quant’altro.

La mostra sarà aperta fino al 31 Gennaio dalle ore 9 alle ore 18. Sabato 26 e Domenica 27 potrà essere visitata dalle ore 15 alle ore 20.

2. Gruppo Santa Maria di Cana per separati, divorziati non risposati né conviventi

Domenica 27 gennaio 2019, alle ore 17.10 appuntamento in via Ammiraglio Rizzo n. 25, nell’oratorio della Parrocchia Maria SS della Lettera del Gruppo Santa Maria di Cana per separati, divorziati non risposati né conviventi. Il parroco don Antonino Rocca condurrà l’incontro e alle ore 19 presiederà la celebrazione Eucaristica. L’incontro è aperto a tutti coloro che vogliono accompagnare le famiglie ferite dalla separazione.

Per informazioni tel. 328/5330997.

3. Inaugurazione palestra C.S.I. di pallavolo

Martedì 29 gennaio 2019, alle ore 17, l’arcivescovo mons. Corrado Lorefice, inaugurerà la palestra del Centro sportivo Italiano di via Augusto Elia a Palermo. La palestra è stata oggetto di lavori di ristrutturazione e adeguamento – dichiara il presidente provinciale del C.S.I. Maurizio Polizzi – e consentirà lo svolgimento di attività sportive, in particolare la pallavolo, con maggiore sicurezza e serenità”.

Per l’occasione parroci, sacerdoti, dirigenti e atleti, formare due squadre che si contenderanno il primo simbolico trofeo del 2019. “Si tratta di una bella iniziativa per incontrarci e fare festa – dichiara l’assistente ecclesiastico don Francesco Di Pasquale – e nel contempo esprimere al nostro Pastore la nostra vicinanza e il nostro impegno, perché siamo convinti che lo sport è un elemento fondamentale e prezioso per la crescita e l’educazione delle nostre giovani generazioni”.

 4. Sul Tgweb la Giornata della Gioventù a Panama

La veglia in collegamento con Panama per la Gmg, le iniziative in diocesi per la Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani e il Convegno liturgico annuale giunto alla XX edizione. Sono alcuni dei servizi che questa settimana, propone il Tgweb dell’Arcidiocesi di Palermo, il magazine, ideato e realizzato dall’Ufficio per le Comunicazioni Sociali, con la collaborazione dei Servizi informatici che viene postato il sabato sul sulla pagina Facebook dell’Arcidiocesi e sul sito dell’Arcidiocesi.

Guarda il Tgweb: https://www.youtube.com/user/tgwebdiocesipa

 

L’OPINIONE DI… Giovanni Di Cara*

1. Orientamenti per una nuova Pastorale degli Anziani

La cessazione dell’attività professionale e lavorativa  apre uno spazio nuovo alla missione evangelizzatrice degli Anziani. Continuiamo a seguire il Documento del Pontificio Consiglio dei Laici sugli Anziani, dell’1 ottobre 1998. (Va ed ultima Riflessione).

“La Chiesa chiede sempre alle persone anziane di continuare la loro missione evangelizzatrice  non solo possibile e doverosa anche a questa età, ma da questa stessa età resa in qualche modo specifica ed originale.

Nella esortazione apostolica post-sinodale  Christifideles Laici sulla vocazione e sulla missione dei laici, S. Giovanni Paolo II, rivolgendosi agli anziani, così scriveva:

La cessazione  dell’attività professionale e lavorativa  apre uno spazio nuovo al vostro compito da assumere superando, con decisione,  la tentazione di rifugiarsi nostalgicamente in un passato che non ritorna più o di rifuggire da un impegno presente, per le difficoltà  incontrate in un mondo dalle continue novità.  Il proprio ruolo nella Chiesa e nella Società non può conoscere soste dovute all’età, bensì conosce modi nuovi di procedere.

L’ingresso nella terza età è da considerarsi un privilegio, non solo perché non tutti hanno la fortuna di raggiungere questo traguardo, ma anche e soprattutto perché questo è il periodo delle possibilità concrete  di riconsiderare, meglio, il passato, di conoscere e vivere più profondamente  il mistero pasquale, di divenire, per la Chiesa, esempio a tutto il popolo di  Dio” (48).

La Comunità ecclesiale deve valorizzare il dono che gli anziani rappresentano quali testimoni della tradizione di fede (Es 12, 26-27), maestri di vita (Sir 8, 11-12), operatori di carità.  Ne  consegue che la pastorale della terza età va considerata come spazio aperto alla loro azione.

Tra gli ambiti che meglio si prestano per la testimonianza degli anziani nella Chiesa, non vanno dimenticati:

L’attività caritativa.  Gran  parte degli anziani  ha sufficienti energie fisiche , mentali  e spirituali per impegnare generosamente il proprio abbondante tempo libero in programmi di volontariato. Essi sono, inoltre, con le loro pensioni, di grande aiuto economico alle famiglie dei propri figli, specie se divorziati.

L’Apostolato.  Gli anziani possono contribuire grandemente all’annuncio del Vangelo come catechisti e testimoni della vita cristiana.

La Liturgia.  Molti anziani contribuiscono già efficacemente alla cura dei luoghi di culto. Se adeguatamente formati, gli anziani potrebbero svolgere  il ruolo di diaconi permanenti,  adempiere ai mandati di lettorato  e di accolitato, essere impiegati per il ministero straordinario dell’Eucarestia, nonché di esplicare l’incarico di animatori della Liturgia.

La  famiglia.  Gli anziani  rappresentano la memoria storica  delle generazioni più giovani,  sono portatori di valori umani fondamentali e svolgono un ruolo educativo importante dei nipoti, e loro lo sanno. La famiglia, inoltre, è la prima e più importante via della Chiesa, una via comune, pur rimanendo unica ed irripetibile, come irripetibile è ogni uomo (Lettera alle Famiglie, 2, di S. Giovanni Paolo II).

La preghiera. Gli anziani , con la saggezza e l’esperienza frutto di una vita, sono entrati in una fase  di grazia straordinaria che apre loro inedite opportunità di preghiera e di unione con Dio. Nuove energie spirituali vengono loro concesse, che sono chiamati a porre al servizio degli altri. La prova, la malattia, la sofferenza.  Queste esperienze  rappresentano il momento che fa completare nella carne e nel  cuore la passione di Cristo  per la Chiesa  e per il mondo (Col 1, 24).

L’attenzione  ai più deboli, ai sofferenti, ai non autosufficienti, continua il Documento, è dovere della Chiesa e prova dell’autenticità  della sua maternità. Il momento della malattia

e della sofferenza è quello che richiama al principio  della sacralità della vita. La stessa missione di Cristo, con le sue numerose guarigioni, indica quanto Dio abbia a cuore anche la vita corporale dell’uomo. (Lc 4, 18), il quale, per ciò, non può scegliere arbitrariamente di vivere o morire.

La pastorale della terza età dovrebbe, quindi, implicare la messa in opera di iniziative che consentano il raggiungimento di obiettivi, quali:

Far meglio conoscere  le esigenze degli anziani, non ultima quella di poter contribuire alla vita della Comunità;

Aiutarli a far superare atteggiamenti  di indifferenza, sfiducia e rinuncia alla partecipazione attiva, alla responsabilità comune;

Integrare gli anziani nella comunità dei credenti, organizzando la vita della stessa comunità in modo da favorire e promuovere  la loro partecipazione, valorizzando le capacità di ciascuno;

Agevolare la partecipazione degli anziani a pellegrinaggi, gite, feste da ballo, canti , giochi vari, anche a carte; piccoli laboratori di cucito o di preparazione di dolci, etc: si auspica che la Pastorale Parrocchiale Anziani dedichi molto tempo a tale “attività”, specialmente a gite e pellegrinaggi, tanto graditi e sollecitati dai nostri anziani;

Ricordare che se gli anziani hanno diritto a trovare spazio nella Società, ancor più essi hanno diritto ad un posto onorato in  seno alla famiglia;

Interessarsi degli anziani ospiti di strutture residenziali pubbliche o private, case di riposo oggi tanto numerose;

Non dimenticare che tra gli anziani possono esserci sacerdoti di qualunque “credo”;

Educare i giovani alla solidarietà  verso gli anziani, realizzando una solidarietà intergenerazionale, che trovi espressione pure nella compagnia che i giovani possono offrire agli anziani”. E’ importante guidare gli anziani, e non solo loro, a sapere cogliere la dimensione di testimonianza e di abbandono nelle mani di Dio, sulle orme di Cristo, senza dimenticare che gli atti di ciascuno di noi saranno giudicati alla luce della verità che conosciamo.

Questo Servizio ha ritenuto utile ed importante “compendiare”  il detto Documento del Pontificio  Consiglio dei Laici  (1998), il primo e fino ad oggi l’unico, (se si esclude la “Lettera agli Anziani” di S, Giovanni Paolo II dell’ottobre 1999),  che ha fatto seguito alla Risoluzione dell’Assemblea Generale dell’ONU sulla introduzione, nel Calendario Civile, della Giornata Mondiale dell’Anziano a far tempo dal 1999 e ciò, al fine di suggerire, agli operatori di Pastorale,  spunti ed orientamenti per meglio  organizzare, in Parrocchia, una efficace “Pastorale  per, con e degli anziani”.

Nella Diocesi di Palermo ogni anno si celebra, con l’intervento dell’Arcivescovo, la Giornata dell’Anziano, giunta, nel 2018, alla XX Edizione: auspichiamo che ciò possa avvenire, intanto, in tutte le Diocesi di Sicilia, nella speranza che si possa poi estendere in tutte le Chiese del Mondo.

* Responsabile del Servizio per la Pastorale degli Anziani dell’Arcidiocesi di Palermo