Assemblea pastorale diocesana: “Il Vangelo è dentro la carne degli uomini”

Tag:, ,
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail
IN QUESTO NUMERO

IN PRIMO PIANO

  • Assemblea pastorale diocesana: “Il Vangelo è dentro la carne degli uomini”

NOTIZIE DIOCESIPA

  • Confraternite laicali: rinnovati i vertici
  • L’Arcivescovo ringrazia i volontari che hanno collaborato all’organizzazione della visita del Santo Padre a Palermo

NOTIZIE DALLE PARROCCHIE E DALLE ASSOCIAZIONI

  • Online la rivista della Stb “Theofilos”
  • A Sant’Ernesto una copia della statua dell’Immacolata venerata nella Chiesa di San Francesco

AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI

  • A Baida il Convegno liturgico annuale
  • A 40 anni dalla legge 194/78, storia, valutazioni e prospettive
  • Sul Tgweb si parla del Messaggio di Avvento dell’Arcivescovo

__________________________________________________________
IN PRIMO PIANO
1. Assemblea pastorale diocesana: “Il Vangelo è dentro la carne degli uomini”
Secondo appuntamento per l’assemblea diocesana chiamata a riflettere sul tema: “Per una Chiesa incarnata nel territorio. Sulla traccia di padre Pino Puglisi” voluta dall’Arcivescovo mons. Corrado Lorefice che si è svolta nella Parrocchia Santa Luisa di Marillac.
Le relazioni sono state tenute da don Matteo Prodi, docente di teologia morale sociale presso la Facoltà Teologica dell’Emilia Romagna e dell’Italia Meridionale e dal prof. Maurilio Assenza, Direttore della Caritas della Diocesi di Noto. Don Matteo Prodi ha sviluppato il tema: “Il rapporto tra Chiesa e territorio è lo snodo di una rinnovata pastorale della Chiesa”.
“Il Vangelo sembra impossibile in certi momenti – ha detto Prodi – ma noi dobbiamo collaborare affinché l’impossibile diventi inevitabile. Il rapporto tra territorio e la Chiesa è Gesù che attraversa e incontra l’uomo. Il territorio, è patrimonio, grembo e vocazione e impone delle scelte ben precise. Papa Francesco in Evangelii gaudium parla della dimensione sociale dell’evangelizzazione, quindi occorre rendere presente nel mondo il regno di Dio. L’umanità è il tesoro prezioso per cui Gesù dà tutta la sua vita entrando nei luoghi dove non c’è nulla, in quelle periferie esistenziali di cui parla il Papa. Entrando in un territorio occorre generare nuova umanità. Il cristiano deve avere uno sguardo profetico e contemplativo. Il Vangelo desidera cambiare il mondo di oggi e portarlo nei luoghi più difficili dove si rivela.
Nella seconda relazione su: “Chiesa-territorio sulla traccia di padre Pino Puglisi”, il prof. Maurilio Assenza, ha detto che padre Puglisi scrutando il territorio ha sentito la necessità di fondare il Centro Padre nostro per fare conoscere Gesù alla sua gente. Il rapporti tra territorio e Chiesa è Gesù che attraversa e incontra l’uomo. Egli ha dato il primato alla Parola che ha fatto conoscere soprattutto ai giovani. Chi ama non si scoraggia anche se la situazione è particolarmente difficile come quella che incontrò a Brancaccio. Per lui il territorio che legge in maniera sistematica, è un insieme di situazioni in cui ci sono tante povertà manifeste e nascoste soprattutto culturali. Il territorio parla con le sue ferite. Leggere il territorio è un passo fondamentale per capire cosa accade. P. Puglisi entrava nel territorio e interveniva nei bisogni. La sua era veramente una Chiesa povera e dei poveri. E don Pino intendeva la povertà in senso evangelico, non solo come necessità di aiutare i più deboli, ma come scelta esplicita di lontananza dal potere. Per questo la sua evangelizzazione si incarnava costantemente nel territorio”.
A conclusione mons. Corrado Lorefice ha detto che “La bellezza della nostra Chiesa è che ha lo stile di Gesù che percorre la strada degli uomini per questo dobbiamo avere l’audacia del crocifisso. “Colgo il convenire perché abbiamo bisogno di ascoltarci. In questa occasione abbiamo colto dai due interventi l’istanza di una Chiesa che si disloca e si ricolloca lì dove è il Vangelo che funziona dove non lo porteremmo mai perché il Vangelo è dentro la carne degli uomini che soffrono, gioiscono e sperano. Il territorio è la carne ferita del Signore e don Pino Puglisi aveva una passione per il Vangelo che lo aveva consumato nel territorio accanto agli ultimi”.

NOTIZIE DIOCESIPA
1. Confraternite laicali: rinnovati i vertici
L’Arcivescovo mons. Corrado Lorefice, ha provveduto a rinnovare i vertici delle Confraternite laicali dell’Arcidiocesi di Palermo. In particolare ha nominato mons. Giovanni Cassata Delegato Arcivescovile e Biagio Maurizio Puleo presidente delle Centro diocesano per le Confraternite.
Le nomine sono state rese note domenica scorsa in occasione della celebrazione in Cattedrale per la Solennità di Cristo Re dell’Universo. Le Confraternite Laicali dell’Arcidiocesi di Palermo sono una grande e storica realtà associativa con 230 Confraternite e circa 18.000 Confrati.

2. L’Arcivescovo ringrazia i volontari che hanno collaborato all’organizzazione della visita del Santo Padre a Palermo
Una celebrazione Eucaristica di ringraziamento per la visita del Santo padre Francesco si è svolta in Cattedrale mercoledì scorso nella memoria della Visitazione della Vergine Maria. L’Arcivescovo ha ringraziato gli oltre 1.000 volontari che il 15 settembre si sono spesi in occasione della presenza a Palermo di Papa Francesco.
Mons. Lorefice ha ricordato che dopo il 15 settembre ha incontrato due volte il Santo Padre che la domenica seguente la sua venuta a Palermo ha ringraziato da piazza San Pietro le due diocesi di Palermo e Piazza Armerina ed ha fatto anche memoria del Beato Padre Pino Puglisi  “La visita di Papa Francesco ci ha aiutato a prendere coscienza che Dio è venuto a visitarci – ha detto l’Arcivescovo – Rendiamo grazie al Signore per la visita del Santo Padre e custodiamola nella memoria del cuore. Oggi la gratitudine al Signore a quanti hanno collaborato alla buona riuscita di questo evento nella comunione con l’augurio che la nostra Chiesa cresca nella Fede e nel  bene”.

NOTIZIE DALLE PARROCCHIE E DALLE ASSOCIAZIONI
1. Online la rivista della Stb “Theofilos”
Dedicato alla visita del Santo Padre a Palermo, l’ultimo numero della rivista “Theofilos” della Scuola teologica di base San Giovanni Evangelista, diretta da don Salvo Priola che firma anche l’editoriale. Il magazine con articoli, spunti di riflessione e possibilità di approfondimento è in distribuzione nei vari centri della Scuola diocesana.
La rivista diretta dal prof. Michelangelo Nasca si può sfogliare elettronicamente, anche sul sito dell’Arcidiocesi di Palermo al seguente indirizzo:
https://www.sfogliami.it/fl/174671/66qc1jfnsrxqz5e5rz3tc8vep1j9264

2. A Sant’Ernesto una copia della statua dell’Immacolata venerata nella Chiesa di San Francesco
In preparazione alla Solennità dell’Immacolata, sabato 1 dicembre 2018, giungerà nella parrocchia di Sant’Ernesto una copia del simulacro della statua venerata nella Chiesa di San Francesco. L’arrivo è previsto per le ore 9,30 alla fine della Messa del mattino. Nel pomeriggio alle 16,30 la professoressa Maria Concetta Di Natale, Ordinario di “Metodologia e Storia del Collezionismo” al Dipartimento Cultura e Società dell’Università di Palermo, terrà un incontro sul tema: “L’Immacolata a Palermo tra devozione e arte”. Alle 18 sarà celebrata la Santa Messa e alle 19,30 la statua ripartirà.

AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI
1. A Baida il Convegno liturgico annuale
“Gareggiate nello stimavi a vicenda” è il tema del convegno annuale organizzato dalla Commissione Liturgica Sezione Musica, diretta dalla prof. Valeria Trapani che si svolgerà nel Convento francescano di Baida domenica 20 gennaio 2019. Il pranzo presso il convento ha un costo di 18 euro.
Programma:
ore 9 – Preghiera di inizio presieduta dall’Arcivescovo mons. Corrado Lorefice;
ore 9.30 – “Gareggiate nello stimarvi a vicenda”. Suscitare il canto dell’assemblea tra passività ed esibizione. Relazione a cura di M. Baldacci, dicente di Liturgia presso la Pontificia Università Salesiana di Torino;
ore 10.30 Dibattito;
ore 12 – Celebrazione Eucaristica;
ore 13 – Pranzo;
ore 15 – Laboratori: 1. Vocalità a cura del maestro Pietro Gizzi 2. Animazione dell’assemblea a cura del maestro L. Balistreri;
ore 17 – Conclusioni.
Info e prenotazioni entro il 9 gennaio 2019 presso L’ufficio liturgico – tel. 091/6077225 – 377/445660.

2. A 40 anni dalla legge 194/78, storia, valutazioni e prospettive
Un cartello di associazioni vuole offrire un occasione di incontro per fare storia, valutazioni e delineare le prospettive sulla Legge 194 che in Italia ha legalizzato l’aborto. Inoltre, saranno presentate le testimonianze a favore della vita di alcune associazioni e singoli che condividono la Cultura della Vita. L’iniziativa avrà luogo sabato 1 dicembre 2018, al NH Hotel del Foro Italico.
Qui di seguito il programma dell’evento:
ore 9.30 – Indirizzo di saluto dott. Paolo Piro, “Associazione culturale società domani” – Trailer introduttivo;
ore 10 – Prima sessione: coordina dott.ssa Paola Geraci “Il contesto storico – giuridico della Legge 194. Dott. Federico Pirera “Aborto e medicina: Implicazioni e contraddizioni. Dott. Raffaele Pomo, Amci Palermo;
Ore 11 – Pausa;
ore 11.15 – Seconda sessione
“Considerazioni etiche sull’aborto” Don Calogero D’Ugo. “Le implicazioni culturali socio – politiche della Legge 194 Avv. Giovanni Granatelli;
ore 12 – Testimonianze: Movimento per la vita – prof. Arina Casini, dott.ssa Sabina La Porta – dott. Luciano D’Angelo, Cav Palermo, Forum associazioni familiari – dott. Mario Micalizio. Forum Famiglia Educazione dott. Diego Torre – Avulss dott.ssa M. Cristina Sanfratello, Rosalba Federico – Storie di vita Francesca Caridi.
Ore 12.30 – Chiusura lavori.

3. Sul Tgweb si parla del Messaggio di Avvento dell’Arcivescovo
Il Messaggio dell’Arcivescovo mons. Corrado Lorefice per l’Avvento, calendario liturgico strumento di comunione per una celebrazione piena, consapevole e attiva e il bilancio di “Poliedro” a un anno dalla prima uscita. Sono alcuni dei servizi che questa settimana, propone il Tgweb dell’Arcidiocesi di Palermo, il magazine, ideato e realizzato dall’Ufficio per le Comunicazioni Sociali, con la collaborazione dei Servizi informatici che viene postato il sabato sul sulla pagina Facebook dell’Arcidiocesi e sul sito dell’Arcidiocesi.
Guarda il Tgweb