Concorso di poesia suore Bell’Amore

Tag:, ,
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

In occasione del convegno annuale “Mater amabilis”, giunto alla IX edizione, svoltosi domenica 7 luglio 2019, al Teatro Savio di Palermo, promosso dalle Suore del Bell’Amore, dedicato in modo particolare alla famiglia e ai giovani, si è vissuto un intenso il momento per il conferimento dei riconoscimenti “Pasquale Scopelliti” per la paternità e “Lilla Rizzo” per la maternità, che ogni anno vogliono sottolineare il dono della genitorialità spesa nell’ordinarietà della vita, il valore insito nella vocazione di ogni padre e di ogni madre. Il riconoscimento relativo alla maternità è andato quest’anno all’avvocato Maria Calvacca, madre di tre ragazzi adottati, in una famiglia che vuole essere culla dell’amore anche quando possono presentarsi delle difficoltà. Per quanto riguarda la paternità, il riconoscimento di quest’anno è andato alla memoria del dott. Giuseppe Liotta, giovane pediatra morto quest’anno a causa del maltempo, in un giorno in cui come tantissimi altri della sua vita si recava a lavoro, vivendo la sua vocazione di marito e di padre. Una mamma e un papà che con un sì semplice e “ordinario” alla loro vocazione possono ben esprimere ed incoraggiare tante mamme e tanti papà che si spendono ogni giorno per la propria famiglia con “semplicità e letizia di cuore”, lontano da qualsiasi forma di clamore mediatico.

A dare un tocco di internazionalità, quest’anno, hanno contribuito alcune famigliole tedesche, provenienti dalla Baviera, e i responsabili di alcuni degli uffici della Diocesi di Monaco e Frisinga, con la quale l’Istituto religioso collabora fin dalla sua fondazione.

A presiedere la celebrazione eucaristica, uno dei più giovani sacerdoti della Diocesi di Palermo, don Dario Chimenti; presente anche la comunità dei Padri Agostiniani della Chiesa di San Gregorio Papa al Capo, un diacono permanente della Diocesi di Palermo e uno della Diocesi di Pescara; a guidare i canti un gruppo di laici di Capo d’Orlando (ME). Un momento semplice ma intenso per situare ogni amore, ogni gioia e ogni dolore, dentro l’Amore più grande che imprime il senso ad ogni cosa e in cui ciascuno scopre, ritrova e “eternizza” l’unità, la comunione.

Anche quest’anno uno spazio dedicato alla premio letterario Lilla Rizzo per le scuole, al quale diverse scuole italiane e per la prima volta alcune scuole bavaresi hanno partecipato con i componimenti dei loro studenti. Vincitori del concorso: Marta Vasile della Grundschule Vötting di Freising (Germania) per la scuola primaria, Flavio Fusco della “Buonarroti” di Roma per la scuola secondaria di primo grado, Annalaura Tessitore del Liceo Scientifico “G. Siani” di Sant’Arpino (CE) per la scuola secondaria di II grado

Trattandosi poi di un anno speciale, essendo il XXV della fondazione delle Suore del Bell’Amore, ci si è dati appuntamento per i prossimi momenti salienti dell’anno: 21 settembre la Messa di ringraziamento a Roma celebrata dal Cardinal Vicario Angelo De Donatis nella Basilica di San Marco; 7 dicembre a Palermo pomeriggio in ricordo dell’anniversario dell’erezione canonica dell’Istituto, 8 dicembre, giorno proprio dell’anniversario, partecipazione al Solenne Pontificale dell’Immacolata nella Cattedrale di Palermo per rendere grazie a Dio in comunione con la Chiesa locale alla quale la Divina Provvidenza ha voluto legare l’origine.