Il monito dell’Arcivescovo alla Città per il Festino

Tag:, ,
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail


IN QUESTO NUMERO
IN PRIMO PIANO
  • Lorefice: “Palermitani, alziamoci in piedi. È tempo di stare svegli e di guardare con occhi bene aperti i segni dei tempi”
NOTIZIE DIOCESIPA
  • A ottobre quattro giovani saranno ordinati diaconi
  • Concorso fotografico processione Santa Rosalia
  • Le ultime nomine dell’Arcivescovo
  • Manifestazioni in onore del Beato padre Pino Puglisi
  • Programma festeggiamenti in onore di Sant’Anna a Sciara
  • A San Nicola l’Arena incontri sull’affettività e sessualità
  • Marcia Francescana 2018
AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI
  • Santa Messa di ringraziamento per il riconoscimento delle virtù eroiche del venerabile Pietro Di Vitale
  • Campo Vocazionale 2018 dei Frati Minimi di S. Francesco da Paola
  • Sul Tgweb si parla del “Progetto Policoro”
__________________________________________________________________________
IN PRIMO PIANO
1. Lorefice: “Palermitani, alziamoci in piedi. È tempo di stare svegli e di guardare con occhi bene aperti i segni dei tempi”
“Cari Amici, non lasciamo in mano a nessuno il nostro destino, non lasciamoci manipolare, prendiamo in mano la nostra vita, la vita e il futuro della nostra Città. Chiunque ha a cuore tutto questo non cerchi risposte semplici, salvatori di comodo, cesari di passaggio. Da questo vascello guardiamo ai nostri testimoni, ai nostri martiri, che possono davvero indicarci le strade per soluzioni creative e partecipate. Lo sappiamo tutti: è il 25° anniversario della morte di don Pino Puglisi. Il suo messaggio deve risuonare a Palermo. Don Pino diceva che “è tempo di rimboccarsi le maniche”, di passare “dalle parole ai fatti”, di fare una proposta diversa rispetto alla “cultura dell’illegalità” promossa dai mafiosi, di adottare un nuovo “stile di vita”.
Ad affermarlo nel suo discorso inviato alla città in occasione della processione del simulacro di Santa Rosalia, l’Arcivescovo, mons. Corrado Lorefice, il quale ha aggiunto: “Mi rivolgo anzitutto alle giovani e ai giovani di questa piazza: ad aiutarvi nella verità non è il politico che vi promette favori, il prete che vi raccomanda, il potente che vi chiede in contraccambio il sacrificio della vostra libertà, non è chi vi dice che risolverà in modo semplicistico e sommario i vostri problemi. Ad aiutarvi è chiunque vi ricordi la bellezza di essere giovani, chiunque abbia rispetto e fiducia in voi, chiunque sia disposto a fare un passo indietro per cedervi strada, chiunque rinnovi in voi la forza dello stare assieme, la speranza di trovare vie nuove, la gioia di vivere passioni non tristi ma vibranti perché fatte di partecipazione e di dono. A darvi una mano sono coloro che vi dicono che un mondo diverso è possibile e che la forbice tra chi ha e chi non ha può essere annullata da un pensiero di autentica condivisione”.
Quindi ha invitato a non restare curvi “perché la nostra terra avrà un futuro se avremo la pazienza, il coraggio, la forza di costruirlo assieme. Questo deve significare ‘Palermo capitale della cultura’. Dobbiamo essere il baluardo della cultura, della nostra grande tradizione, contro l’anti-cultura della mafia che scommette sul fatto che la Sicilia, come temeva e gridava Leonardo Sciascia, sia “irredimibile”. Ma guardando il volto di don Pino (e dei tanti suoi fratelli ideali) facendoci carico della paura e del bisogno, mettendoci assieme, creando nuovi spazi di cura della polis, oltrepassando le secche dell’individualismo e della sfiducia, possiamo arrivare in porto. Coraggio”.
Mons. Lorefice ha quindi rivolto il suo pensiero ai migranti in cerca di una terra dove vivere serenamente. “È la miopia dell’egoismo politico, propugnato da governanti e da politici europei che spesso si vantano – soprattutto nell’Est – di costruire regimi privi delle garanzie e fuori dai confini minimi della democrazia. Di fronte a tutto questo, care sorelle e cari fratelli, la Chiesa non può restare in silenzio, io non posso restare in silenzio. Perché la Chiesa non ha alternative. Essa è stata collocata dal suo Signore accanto ai poveri e ai derelitti della storia, e tutte le volte che è uscita – e quante volte è successo – [è uscita] da quel posto per mettersi accanto ai forti, ai ricchi, ai potenti, ha perso il senso stesso del suo essere”. Il Vangelo rivela il suo DNA se diventa forma vitae, se diventa una carta dei diritti che garantisce la difesa degli ultimi. Ed è questo messaggio che stasera vogliamo lanciare dal vascello di Palermo verso le navi d’Italia e di Europa. Non è questione di accoglienza, non si tratta di essere buoni, ma di essere giusti. Non di fare opere buone, ma di rispettare e, se necessario, ripensare il diritto dei popoli. È in nome del Vangelo che ogni uomo e ogni donna hanno diritto alla vita e alla felicità, perché “non c’è più giudeo né greco, non c’è più schiavo né libero in Cristo Gesù” (Gal 3,28), perché il nostro Signore, morendo sulla croce, ha abbattuto – dice ancora Paolo – ogni muro di separazione tra gli uomini. È questa la forma di vita in cui il Vangelo deve incarnarsi per non perdere la sua concretezza storica, quella che gli viene da Gesù di Nazareth, figlio di Maria, custodito da Giuseppe. Gesù di Nazareth nostro fratello che è venuto ad annunciarci che Dio è Padre suo e Padre nostro e che ci ha donato il Suo Spirito, il vero amore che unisce ogni diversità”.

NOTIZIE DIOCESIPA
1. A ottobre quattro giovani saranno ordinati diaconi
Sabato 6 ottobre 2018, quattro giovani saranno ammessi all’ordine sacro del diaconato. Lo ha annunciato l’Arcivescovo, mons. Corrado Lorefice, in Cattedrale, nel corso del Pontificale di Santa Rosalia. Si tratta di tre giovani del Seminario di Francesco Cinà, 29 anni, della parrocchia di Maria Santissima Consolatrice degli afflitti (Villaggio Ruffini), Salvatore Maria De Pasquale 24 anni, della parrocchia Santa Luisa De Marillac e Giuseppe Fricano: 25 anni, della parrocchia del Santo Sepolcro e un religioso Massimo Merlino dei “Legionari di Cristo”.

2. Concorso fotografico processione Santa Rosalia
In occasione del 394° Festino in onore di Santa Rosalia, la Cattedrale e l’Ufficio per le Comunicazioni Sociali, organizzano la seconda edizione del concorso fotografico per immortalare le immagini più significative della processione del 15 luglio 2018.
Gli interessati potranno partecipare, inviando una foto all’indirizzo: ufficiostampa@diocesipa.it e segreteriacattedrale@diocesipa.it entro le ore 24 del 18 luglio 2018. Una giuria di fotografi professionisti, presieduta dal parroco della Cattedrale mons. Filippo Sarullo, indicherà le migliori tre foto, i cui autori saranno premiati al termine della celebrazione Eucaristica delle ore 11, in Cattedrale di domenica 22 luglio 2018.

3. Le ultime nomine dell’Arcivescovo
L’Arcivescovo, mons. Corrado Lorefice, ha provveduto a nominare don Cristofaro Nuccio, Amministratore Parrocchiale della Parrocchia Maria SS. delle Grazie in Palermo – Conte Federico, don Vito Passantino, Rettore della Chiesa della SS. Trinità al Carmine in Ciminna e contestualmente Cappellano delle Suore del Collegio di Maria in Ciminna; don Gioacchino Ragona, Parroco della Parrocchia S. Gregorio Papa in Palermo e don Angelo Scalisi, Vicario Parrocchiale della Parrocchia Maria SS. Consolatrice degli Afflitti in Palermo.

NOTIZIE DALLE PARROCCHIE E DALLE ASSOCIAZIONI
1. Manifestazioni in onore del Beato padre Pino Puglisi
All’interno del programma del XXV Anniversario del martirio del Beato Giuseppe Puglisi sono previste delle proiezioni aperte alla cittadinanza dei film-documentari che si terranno presso la terrazza della Parrocchia di San Francesco di Paola in via Sant’Oliva n. 39 a Palermo.
Programma:
Lunedì 16 Luglio 2018
ore 21 – “Beata Provvidenza” di Rosalba Vitellaro e Alessandra Viola – Larcadarte
Lunedì 23 Luglio 2018
ore 21 – “Lascia perdere chi ti porta a mala strada” di Pino Nano – Rai
Lunedì 30 Luglio 2018
ore 21 – “Padre Pino Puglisi – Fiat Voluntas Dei – Il sacrificio di un Beato” di Francesco Millonzi
Per quanto riguarda solo queste tre proiezioni l’ingresso è gratuito. Altresì da martedì 17 luglio 2018 avranno inizio l’altro ciclo di proiezioni rivolte ai cittadini detenuti del Carcere “Pagliarelli” dal titolo “Nuovissimo cinemissimo paradisissimo” in collaborazione e grazie alla direzione, la polizia penitenziaria e l’area educativa della Casa Circondariale Pagliarelli. L’iniziativa giunta già alla sua VIII edizione è inserita anch’essa nel Programma del XXV anniversario.
Segreteria: 091/6301150 – info@centropadrenostro.it

2. Programma festeggiamenti in onore di Sant’Anna a Sciara
Nella parrocchia di Sciara, guidata da don Claudio Grasso, i festeggiamenti in onore di Sant’Anna, patrona del paese si svolgeranno dal 23 al 26 luglio 2018.
Programma:
Triduo dal 23 al 25 luglio 2018
ore 17.15 – Santo Rosario;
ore 17.45 – Coroncina di Sant’Anna;
ore 18 – Santa messa;
Mercoledì 25 luglio 2018
ore 19 – Festa dei nonni – Agape nei locali parrocchiali;
Giovedì 26 luglio 2018
ore 10.30 – Santa Messa parrocchiale e omaggio floreale dei bambini al simulacro di Sant’Anna e benedizione delle partorienti;
ore 11.30 – Traslazione del simulacro di Sant’Anna alla chiesa Madre;
ore 19 – Santa messa solenne;
ore 20 – Solenne processione del simulacro per le vie del paese.

3. A San Nicola l’Arena incontri sull’affettività e sessualità
Due incontri di formazione sull’affettività e sessualità sono stati organizzata dalla Parrocchia san Nicola di Bari, guidata da don Mimmo Arnone. Il primo sarà tenuto da Micelle e Luca Marelli, co-fondatori di “Puridicuore” sul tema: “Affettività e sessualità in un mondo che cambia” e il secondo su: “Trovare l’amore in un mondo saturo di sentimenti e sensazioni” che sarà condotto da don Josè Maria La Porte, della Pontificia Università della Santa Croce di Roma.
L’appuntamento avrà luogo martedì 17 luglio 2018, alle ore 21 in piazza Gelsi a San Nicola l’Arena.

4. Marcia Francescana 2018
“Con un nome nuovo” è il titolo della XXXVIII edizione della Marcia Francescana che si svolgerà dal 25 luglio al 5 agosto 2018 a piedi verso Assisi, un’iniziativa rivolta ai giovani dai 18 ai 30 anni. Un cammino del corpo e dell’anima, un viaggio nella bellezza e nella condivisione che va oltre la fatica e gli imprevisti, con lo sguardo fisso alla Porziuncola.
Ogni passo ti porta più vicino al Perdono, a un incontro speciale con la Misericordia del Padre. Apri il tuo cuore e accogli la Grazia di Dio nella tua vita.
Info: fra Antonio Catalfamo marciafrancescana@gmail.com – cell. 331/9773592 – tel. 0932/928013.

AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI
1. Santa Messa di ringraziamento per il riconoscimento delle virtù eroiche del venerabile Pietro Di Vitale
Il postulatore della Causa di canonizzazione don Mario Torcivia comunica che venerdì 19 ottobre 2018, alle ore 17,  in Cattedrale, sarà celebrata una Santa Messa di ringraziamento per il riconoscimento delle virtù eroiche del venerabile Pietro Di Vitale. La celebrazione dell’Eucaristia sarà presieduta dall’Arcivescovo, mons. Corrado Lorefice.
Il santo Padre Francesco ha autorizzato la Congregazione delle Cause dei Santi a promulgare il Decreto riguardante le virtù eroiche del Servo di Dio – ora Venerabile – Pietro Di Vitale (1916 – Castronovo di Sicilia – 1940), seminarista palermitano.

2. Campo Vocazionale 2018 dei Frati Minimi di S. Francesco da Paola
La Provincia religiosa, Santa Maria della Stella dell’Ordine dei Minimi, fondato da San Francesco di Paola, anche quest’anno organizza un Campo Vocazionale rivolto ai giovani di età compresa tra i 17 e i 30 anni, di ambo i sessi e si svolgerà presso l’Oasi San Francesco di Termini Imerese (Loc. Caracoli), dal pranzo del 27 al pranzo del 30 agosto 2018.
“Il campo di orientamento vocazionale – spiega il promotore della Pastorale Giovanile e Vocazione della Provincia Religiosa P. Antonio M. Porretta o.m. – è rivolto a quei giovani che si stanno interrogando sulla loro vocazione alla vita religiosa ed avrà per tema: “Chi andrà? Chi manderò? Eccomi Signore: Manda Me” che ci offre il profeta Isaia (6,8)”.
Il termine per poter comunicare la propria adesione e per ricevere il programma del campo è stato fissato entro il 10 agosto 2018.
Info e prenotazioni cell. 339/4883613 – e-mail: fr.antonioporretta@virgilio.it – minimipervocazione@libero.it

3. Sul Tgweb si parla del “Progetto Policoro”
Il Progetto Policoro, opportunità di lavoro per i giovani, dalle Figlie della carità, le ragazze imparano l’arte del cucito e il concorso fotografico per immortalare le più bei momenti della processione di Santa Rosalia. Sono alcuni dei servizi che questa settimana, propone il Tgweb dell’Arcidiocesi di Palermo, il magazine, ideato e realizzato dall’Ufficio per le Comunicazioni Sociali, con la collaborazione dei Servizi informatici che viene postato il sabato sul sulla pagina Facebook dell’Arcidiocesi e sul sito dell’Arcidiocesi.
Guarda il Tgweb