Un’Oasi inclusiva per la famiglia e la comunità

Tag:, ,
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

La panormitana, braccio operativo della Caritas, il servizio pastorale disabili, l’ufficio pastorale del lavoro, l’associazione “A braccia aperte”, l’associazione progetto sicilia di ”Capodarco” , le associazioni “You Dive” e “Moto perpetuo”, stanno impegnandosi nella realizzazione di un’area che abbiamo chiamato “Sampoloasi”. Il luogo è una parte di quello che molti conoscono come il “Don Bosco Sampolo” che è stato molto qsignificativo per la formazione di tante persone nella nostra città. L’accesso è da via Piraino Leto che si trova a lato della linea ferroviaria in zona fiera.

“Vogliamo che il “Sampoloasi” ritorni ad essere un luogo di promozione culturale, sociale e sportiva – dichiara Rosa Foti, responsabile del Servizio Disabili – un luogo inclusivo, dove potere valorizzare le abilità di tutti, in particolare delle persone con disabilità. Un’Oasi dove le tante persone che sperimentano la solitudine possano trovare un ambiente accogliente e familiare. Dove i bambini possano venire a giocare mentre i genitori si rilassano un pò in questo prezioso verde a due passi da palazzoni, cemento e traffico. Dove i giovani, che spesso non hanno un luogo dove studiare o riunirsi possano incontrarsi e ovviamente anche per tutte quelle persone diversamente giovani che saranno certamente un dono prezioso per tutti. Siamo all’inizio e non abbiamo a disposizione fondi”.

Nella struttura, che i Padri Salesiani hanno deciso di mettere a disposizione della città, per attività sociali, desideriamo, in una prima fase, realizzare o ristrutturare: un campo sportivo polivalente e accessibile, un caffè letterario, un giardino sensoriale e un orto sociale.

Abbiamo bisogno di tavoli, sedie e ombrelloni, Materiale edile, Scaffalature, Libri, giochi di società, persone che ci donino un pò di tempo per realizzare questo progetto.

Il 25 luglio pomeriggio stiamo preparando una festa per potere raccogliere suggerimenti, aiuti ma anche per iniziare a programmare le future attività. Ci sarà buona musica, attività per il tempo libero e dimostrazioni sportive inclusive.

Desideriamo costruire insieme per dare vita a una comunità dove, “ognuno facendo qualcosa” possa sentirsi a casa. Vi aspettiamo!!

Info: Rosa Maria Foti 347/7859169 – E-mail a  pastoraledisabili@gmail.com