In Libreria “Il volto di una Chiesa povera” di Corrado Lorefice

Tag:, ,
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

IN QUESTO NUMERO
IN PRIMO PIANO
  • In Libreria “Il volto di una Chiesa povera” di Corrado Lorefice
NOTIZIE DIOCESIPA
  • Giornata mondiale comunicazioni sociali: Seminario di formazione e premiazione Concorso fotografico: “La Settimana Santa a Palermo”
  • Giornata di formazione su Catechesi inclusiva e disabilità sensoriale
  • In Cattedrale una lectio divina per i giovani con l’Arcivescovo
  • In Cattedrale la Veglia di Pentecoste
NOTIZIE DALLE PARROCCHIE E DALLE ASSOCIAZIONI
  • Invisibilia: “Parole, immagini, suoni del sacro”
  • A Margifaraci la Pentecoste del Rinnovamento nello Spirito Santo
  • Conferenze del presidente del Gris Nazionale Padre Francois M. Dermine o.p.
  • Nella parrocchia di Sant’Atanasio a Ficarazzi “A famigghia difittusa”
  • Incontro per Coppie all’Oasi Cana
  • “Una torta per Guglielmo” gara amatoriale di torte a tema
  • Al Policlinico Seminario sulla figura di Giuseppe Moscati, medico e santo
AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI
  • Visita ai tetti della Cattedrale
  • Ad Agrigento convegno “Coscienza di Chiesa e fenomeno mafia”
  • “TuttixTutti” il concorso che premia i progetti di utilità sociale delle parrocchie
  • Focus sul libro di Juliàn Carròn e Andrea Tornielli: Dov’è Dio?
  • Sul Tgweb si parla del XXV anniversario del grido di Giovanni Paolo II contro la mafia
L’OPINIONE DI… Giovanni Di Cara*
  • La dignità dell’anziano
__________________________________________________________________________
IN PRIMO PIANO
1. In Libreria “Il volto di una Chiesa povera” di Corrado Lorefice
Pubblicato il volume dell’Arcivescovo, mons. Corrado Lorefice “Il volto di una Chiesa povera” – L’ecclesiologia conciliare di Evangelii Gaudium, San Paolo edizioni, 1ª edizione maggio 2018, Collana “I papi del terzo millennio”, Formato 12 x 19 cm, Numero pagine 128 CDU 98A 158, ISBN/EAN 9788892215221.
Fin dall’inizio del suo ministero petrino, come si può evincere da numerosi discorsi e omelie e, soprattutto, dall’Evangelii Gaudium, papa Francesco ha chiesto, con efficacia di segni e di parola, di essere aiutato a dare volto ad una Chiesa povera, dei poveri e per i poveri. Tale richiesta non nasce da una mera sensibilità personale, fluisce chiaramente dall’humus conciliare, da quel lucido capoverso di Lumen Gentium 8,3: «Come Cristo ha compiuto la redenzione attraverso la povertà e le persecuzioni, così pure la Chiesa è chiamata a prendere la stessa via per comunicare agli uomini i frutti della salvezza».
Come ben dimostra questo volume, l’attuale vescovo di Roma ha assimilato il contenuto più profondo di questo testo, ne ha fatto sua tutta la carica teologica ed ecclesiologica che esso contiene, lo “spirito” che lo anima. Ha disseppellito questa prospettiva conciliare, chiedendo di immetterla nella pastorale ordinaria delle comunità cristiane. Aspirare ad una Chiesa povera e dei poveri non significa altro che tornare al Vangelo, allo stile di Gesù, al suo modo di essere e di relazionarsi con i “piccoli della terra”.

NOTIZIE DIOCESIPA
1. Giornata mondiale comunicazioni sociali: Seminario di formazione e premiazione Concorso fotografico: “La Settimana Santa a Palermo”
“Chi ha il compito di comunicare, aiuta gli altri a interpretare la verità. Lo ha affermato l’Arcivescovo, mons. Corrado Lorefice, nel corso del seminario di formazione sul tema della 52a Giornata mondiale delle Comunicazioni Sociali e della premiazione del Concorso fotografico: “La Settimana Santa a Palermo” che si sono tenuti nel salone Lavitrano della Curia arcivescovile. L’iniziativa è stata organizzata dall’Ufficio per le Comunicazioni Sociali in collaborazione con la sezione Ucsi di Palermo.
“La Parola è lo strumento della comunicazione. Se tradiamo la Parola, tradiamo l’incontro con l’uomo – ha proseguito l’Arcivescovo – oggi è importante tornare alla bellezza della verità che come dice il Vangelo vi farà liberi”.
La relazione è stata tenuta dal presidente della sezione Ucsi di Palermo Michelangelo Nasca il quale ha affermato: “Una Fake news distorce la verità, destabilizza i rapporti interpersonali e favorisce un clima di sospetto e di disprezzo delle persone. Papa Francesco, nel recente messaggio per la 52ma Giornata mondiale delle comunicazioni sociali, non esita a definire tutto questo come la “logica del serpente”, “il padre della menzogna” che si fa strada nel cuore dell’uomo con argomentazioni false e allettanti. Ogni uomo, per sua natura, è relazione”; egli, infatti, porta in sé i tratti caratteristici del dialogo, del confronto, dell’ascolto, del sacrificio, della comunione… in una sola parola di Dio stesso. Nonostante la presenza di tante false notizie, nell’ambito della comunicazione e delle relazioni tra le persone, la verità rimane il desiderio principale del cuore umano, e nello stesso tempo diventa – soprattutto oggi, un importante compito da realizzare”.
Al termine del seminario si è svolta la premiazione del concorso fotografico, organizzato per documentare i momenti più significativi dei riti della Settimana Santa 2018 le cui foto sono state illustrate dal fotoreporter Guglielmo Francavilla.
Le foto sono state giudicate da una Giuria popolare che ha premiato con il 1° posto Gaetano Barone, con il 2° Sabina Meli e con il 3° Paolo Cassata.
“Interessarsi agli eventi della Settimana Santa – spiega il direttore dell’Ufficio per le Comunicazioni Sociali don Pino Grasso – significa innanzitutto fare un viaggio alla scoperta delle radici storiche e culturali del territorio. Le immagini dei riti che si svolgono a Palermo e nei paesi dell’Arcidiocesi, costituiscono un itinerario di forti emozioni e suggestioni alla scoperta delle tradizioni popolari che si vuole consegnare soprattutto alle giovani generazioni”.
Tutte e foto in concorso sono pubblicate sul sito Facebook dell’Arcidiocesi al seguente indirizzo: https://www.facebook.com/DiocesiPalermo/?ref=bookmarks

2. Giornata di formazione su Catechesi inclusiva e disabilità sensoriale
Un pomeriggio di formazione su “Catechesi inclusiva e disabilità sensoriale” è stato organizzato dall’Ufficio diocesano per la Catechesi, diretto da don Giuseppe Vagnarelli, che vedrà la partecipazione di specialisti in campo medico. Il tema vuole porsi come obiettivo l’inclusione dei disabili sensoriali nel percorso catechistico e di fede. L’evento avrà luogo lunedì 21 maggio 2018 al Convento dei Frati Minori Cappuccini in Piazza Cappuccini, 1 della Parrocchia Santa Maria della Pace a Palermo.
Le iscrizioni online sul sito www.catechesipertutti.simdif.com saranno accettate entro e non oltre il 19 maggio 2018 e fino ad esaurimento posti. Per la partecipazione è richiesto un contributo di 3 euro.
Programma:
ore 15.30 – Registrazione dei partecipanti;
ore 16.00 – Sordocecità e pluriminorazione: quadro clinico e strategie di intervento – dott. Marco Spilotri, responsabile educativo riabilitativo, Psicologo presso la Lega del Filo d’Oro Onlus, C.S.R. Termini Imerese;
ore 17.30 – Pausa;
ore 17.45 – Gioco, inclusione e catechesi – dott. Antonio Di Lisi, Noemi Geraci Serravillo, Matilde Conti, pedagogisti, Associazione RelAttiva, Arcidiocesi di Monreale.

3. In Cattedrale una lectio divina per i giovani con l’Arcivescovo
Giovedì 17 maggio, alle ore 21 si svolgerà una lectio divina dal titolo: “E’ il Signore” che sarà condotta dall’Arcivescovo mons. Corrado Lorefice. L’incontro organizzato dal Servizio di pastorale giovanile, diretto da don Giuseppe Calderone si svolgerà in Cattedrale dove sarà allestito un info-point per il cammino dei giovani e pellegrinaggio a Roma di agosto dal 5 al 12 agosto 2018.

4. In Cattedrale la Veglia di Pentecoste
Sabato 19 maggio 2018, alle ore 21, in Cattedrale si svolgerà al Veglia di Pentecoste. Domenica 20 maggio 2018, alle ore 11 il solenne pontificale. Entrambe le celebrazioni saranno presiedute dall’Arcivescovo mons. Corrado Lorefice.

NOTIZIE DALLE PARROCCHIE E DALLE ASSOCIAZIONI
1. Invisibilia: “Parole, immagini, suoni del sacro”
Nell’ambito del programma Invisibilia: “Parole, immagini, suoni del sacro”, l’iniziativa dell’Arcidiocesi, realizzata in collaborazione con il Dams dell’Università di Palermo, la Fondazione Teatro Biondo, l’Accademia di Belle arti e il Conservatorio di Palermo e inserita in “Palermo Capitale italiana della cultura 2018”, queste le manifestazioni in programma nel fine settimana:
Venerdì 18 Maggio 2018
ore 21 – Chiesa di Casa Professa “Parole e musica: la mistica dei Gesuiti” a cura del Teatro Biondo e del Conservatorio Vincenzo Bellini;
Sabato 19 Maggio 2018
ore 18  e 21 – Oratorio di Santa Cita “Il mandolino nel ‘700 napoletano” Concerto a cura dell’Ensemble Galanterie a Plettri;
ore 21 – Oratorio di San Domenico Preghiera e musica: Santo Rosario. A cura del Seminario Arcivescovile e dei Maestri dell’Orchestra Quattrocanti;
Domenica 20 Maggio 2018
ore 18 – Oratorio di San Lorenzo “Miracolo#1” Spettacolo teatrale a cura di Sutta Scupa.

2. A Margifaraci la Pentecoste del Rinnovamento nello Spirito Santo
Con una tre giorni, il Rinnovamento nello Spirito Santo di Palermo, celebra la Pentecoste al Centro “Gesù liberatore” di Margifaraci. Si inizia venerdì 18 maggio 2018, alle ore 21 con il Roveto ardente “In attesa della Pentecoste”. Sabato 19 maggio alle ore 21 la Veglia di Pentecoste e domenica un’intera giornata a partire dalle ore 9.30 di preghiera comunitaria carismatica e riflessioni. Alle 11.30 Sebastiano Fascetta terrà una relazione sul tema: “Come il Santo che vi ha chiamati, diventate salti anche voi in tutta la vostra condotta”. Infine alle ore 17 la celebrazione Eucaristica che sarà presieduta dall’Arcivescovo mons. Corrado Lorefice.

3. Conferenze del presidente del Gris Nazionale Padre Francois M. Dermine o.p.
Venerdì 18 Maggio 2018, alle ore 18.45 presso il salone parrocchiale della Chiesa S.S. Salvatore in corso dei Mille 751 a Palermo, Padre Francois M. Dermine o.p., presidente del Gris Nazionale, terrà l’incontro per il corso: “I giovani sette, devianze e relazioni familiari. Aspetto teologico-spirituale”. L’iniziativa è stata organizzata dal Gris Diocesano di Palermo, diretto dal prof. Tullio di Fiore.
L’incontro è aperto alle famiglie, agli operatori pastorali ed educatori e la partecipazione è gratuita. Gli iscritti al corso dovranno firmare l’ingresso per aver convalidata la presenza.
Nella stessa giornata di venerdì 18 maggio 2018, Padre Francois Dermine alle ore 21.15 terrà la conferenza dal titolo: “Medianità, spiritismo ed occultismo, pericoli e rischi di pratiche diffuse soprattutto tra i giovani” presso la parrocchia Santa Maria Maddalena di Ciminna.

4. Festa del Beato Agostino Novello, patrono di Termini Imerese
Venerdì 18 maggio 2018, Festa del Beato Agostino Novello, patrono di Termini Imerese alle ore 18.30 si svolgerà la solenne concelebrazione Eucaristica alla Maggior Chiesa. A seguire, il pellegrinaggio con le Reliquie del Beato. In questo giorno, in Convento, sarà celebrata l’Eucarestia alle ore 8.

5. Nella parrocchia di Sant’Atanasio a Ficarazzi “A famigghia difittusa”
Il gruppo teatrale “Teatranti Seriali”, presenta la commedia brillante di Calogero Maurici “A famigghia difittusa” per  la regia di Dario D’Amico. La pièce sarà rappresentata nel salone – teatro “Padre Giuseppe Passamonte” della parrocchia di Sant’Atanasio a Ficarazzi, sabato 19 e domenica 20 maggio 2018 alle ore 21.
La rappresentazione teatrale è stata organizzata in collaborazione con la Parrocchia Maria Santissima delle Grazie, l’associazione “La casa del nespolo”, il Gruppo scout “Palermo 2” e il gruppo scout “Ficarazzi 1”.
Personaggi e interpreti: Santino – Saverio Sgroi, Assunta – Rachele Tribuna, Lavinia – Maria Criscione, Massimo – Dario D’Amico, Addolorata – Antonella De Luca, Rosa – Lidia Varvarà, Felice – Alessandro Mascari e Maricchia – Consuelo Pancallo. Tecnico di scena Giuseppe Polizzi, scenografie Alessandro Mascari, tecnico di regia Davide Sgroi e trucco Consuelo Pancallo.

6. Incontro per Coppie all’Oasi Cana
“Il diverso diverte e converte: istruzioni per vivere la differenza uomo-donna – con Robert Cheaib” è il tema dell’incontro per Coppie che si svolgerà all’Oasi Cana, domenica 20 maggio 2018, dalle ore 10.30 alle ore 17.30.
L’incontro sarà condotto da Robert Cheaib (teologo, docente presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore a Roma e la Pontificia Università Gregoriana, autore di diversi libri sull’importanza dell’educazione e della ri-educazione alla fede e conferenziere su tematiche diverse che riguardano soprattutto la vita di preghiera, la spiritualità, la vita di coppia e le dinamiche relazionali) alla conclusione segue la Santa Messa alle 17,30.
A pranzo condivideremo, in un clima di famiglia, le cose che ciascuno porterà. Comunicateci la presenza di figli (numero ed età) per organizzarci al meglio inviando una E-mail a: segreteria@oasicana.it indicando nell’oggetto “incontro 20 maggio”.

7. “Una torta per Guglielmo” gara amatoriale di torte a tema
Il Movimento Pro Sanctitate di Palermo promuove l’iniziativa “Una torta per Guglielmo”, in ricordo di Guglielmo Giaquinta, Vescovo e Fondatore del Movimento Pro Sanctitate, Servo di Dio.
La gara amatoriale di torte sul tema: “Fiori e frutti di santità”, si svolgerà domenica 20 maggio 2018, alle ore 17.30 presso la sede del Movimento Pro Sanctitate di via P. De Calboli, 29 a Palermo. Le torte dovranno essere consegnate il giorno stesso della gara entro le ore 14. Il costo dell’iscrizione è per i singoli di 7 euro e 10 euro se ci si iscrive a gruppi. Una giuria premierà la torta più buona e la torta più bella. Tuttavia, tutti i partecipanti riceveranno un simpatico omaggio.
Info: Tel. 091/30744 – E-mail: palermo@movimentoprosanctitate.org

8. Al Policlinico Seminario sulla figura di Giuseppe Moscati, medico e santo
Mercoledì 23 maggio 2018, alle ore 15.45 all’Accademia delle Scienze, all’interno del Policlinico Universitario “Paolo Giaccone” si svolgerà un seminario sulla figura di Giuseppe Moscati, medico e santo. L’evento è aperto a tutti, con particolare attenzione agli studenti della Scuola di Medicina e Chirurgia e nasce per iniziativa di due studenti di Medicina, del prof. Emiliano Maresi, docente di “Anatomia Patologica” della Scuola di Medicina e della cappellania Universitaria diretta da p. Riccardo Garzari.
Interverranno il prof. Emiliano Maresi che terrà una relazione su: “Il Moscati medico” e padre Giuseppe Gambino su: “Il Moscati cristiano”. Modera il dr. Pino Grasso direttore responsabile della testata giornalistica “Ateneonews”.
“Delle virtù del medico non si parla mai. Si parla delle carriere, dei successi, delle fatiche e poco più. Il medico è anche sacerdote se sta ascoltare. Ogni anamnesi è anche confessione, per chi ha orecchi. Ogni terapia è anche insegnamento per chi vuole andare oltre i protocolli farmacologici”. Ad affermarlo il prof. Emiliano Maresi il quale aggiunge: “Essere medico e cristiano è professione totalizzante che non lascia spazio per altre presenze se non di pari e superiore livello. Il contatto continuo con i corpi è un grande rischio, già Ippocrate lo segnalò nel suo giuramento. Scivolare nella carne, per un medico, non è difficile. E’ difficile mantenersi con lo sguardo sempre fisso alla creatura e al Creatore insieme; vedere attraverso le tracce, nella carne, l’invisibile, bene e male, all’opera. Far spazio al bene ed esiliare il male, curando. Oltre l’intensità dello studio, del lavoro, chi si fa carico in modo così profondo ed ampio del dolore altrui, finisce con il condividerlo totalmente con chi soffre. Finisce col prenderlo su di sé. Tutto ciò è stato testimoniato nel Moscati attraverso il connubio stretto fra Scienza e Fede”.
Per informazioni: Filippo Serio: 366/3811657 – Paolo Miccichè: 377/3115251 – Padre Riccardo Garzari: cappellano@unipa.it

AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI
1. Visita ai tetti della Cattedrale
Venerdì 18 e sabato 26 maggio 2018, dalle 20.30 a 00.00 (ultimo ingresso 23.30) sarà possibile visitare i tetti della Cattedrale. I biglietti si possono acquistare il giorno stesso della visita presso la biglietteria dalle 20.00 alle 23.30.
Tutti coloro che avranno acquistato i biglietti entro le 23.30 completeranno la visita regolarmente.
La visita permetterà non solo di scoprire gli elementi artistici architettonici delle pareti esterne della Cattedrale, grazie ad una spiegazione introduttiva sulla storia della chiesa nelle prime terrazze, ma anche di ammirare dall’alto la città con le sue ricchezze paesaggistiche e monumentali.
Costo biglietto: 5 euro. Ragazzi di età compresa tra 11 e 17 euro 3, Bambini gratis.
Per il tour non è prevista prenotazione.
La visita non è consentita ai cardiopatici, a chi soffre di claustrofobia, vertigini, disabilità psicofisica, attacchi di ansia, si consigliano scarpe comode. In caso di cattive condizioni meteorologiche, la visita verrà rinviata
Per info rivolgersi dalle 9 alle 17 al servizio di accoglienza turistica, al numero 329/3977513 o alla E-mail: tourcattedrale@diocesipa.it

2. Ad Agrigento convegno “Coscienza di Chiesa e fenomeno mafia”
“Coscienza di Chiesa e fenomeno mafia. Venticinque anni fa il vibrante jamais plus di Giovanni Paolo II nella Valle dei Templi”: è il tema del convegno che si svolgerà sabato 19 maggio 2018, alle 19, nella Chiesa Madre di Raffadali.
Il convegno, organizzato dall’Ufficio di Postulazione, (don Giuseppe Livatino), dal Presidio “Libera” di Raffadali, dal Servizio Diocesano di Pastorale Sociale e dalla Parrocchia S. Oliva di Raffadali, vuole offrire una riflessione sullo storico anatema lanciato da San Giovanni Paolo II nella Valle dei Templi il 9 maggio 1993, una svolta epocale nella storia della Chiesa, una presa di posizione netta e inequivocabile nei confronti della criminalità mafiosa.
I lavori saranno moderati dalla referente del Presidio di Libera, Floriana Lo Bosco, e introdotti da Mariangela Cacciatore. Sono previste le relazioni di Alberto Davico (GIP presso il Tribunale di Sciacca), del giornalista Giuseppe Martorana, del teologo Don Angelo Chillura.

3. “TuttixTutti” il concorso che premia i progetti di utilità sociale delle parrocchie
Il Servizio Promozione della C.E.I. organizza il concorso “TuttixTutti” giunto all’8° edizione rivolto alle parrocchie che possono partecipare iscrivendosi online su www.tuttixtutti.it, creando un gruppo di lavoro, ideando un progetto di solidarietà e organizzando un incontro formativo per promuovere il sostegno economico alla Chiesa cattolica.
La novità principale dell’edizione 2018 è la durata del concorso che passa da 3 a 4 mesi; le parrocchie avranno così un mese in più a disposizione per preparare ed inviare le proprie candidature ed organizzare gli incontri formativi. Per questi ultimi le parrocchie, che organizzeranno gli incontri secondo il regolamento, otterranno un contributo fino a 1.500,00 euro.
Le iscrizioni sono aperte  fino  al 31 maggio 2018  mentre la proclamazione dei vincitori avverrà il 30 giugno tramite la pubblicazione sul sito www.tuttixtutti.it

4. Focus sul libro di Juliàn Carròn e Andrea Tornielli: Dov’è Dio?
La Pontificia Facoltà Teologica di Sicilia, con la collaborazione del Centro Culturale “Il Sentiero” di Palermo, organizza una giornata di analisi e dibattiti su alcuni dei brani di “Dov’è Dio? La fede cristiana al tempo della grande incertezza”, il libro-intervista di Julián Carrón, presbitero, teologo, linguista e docente spagnolo, con Andrea Tornielli, vaticanista de “La Stampa”.
L’incontro è previsto giovedì pomeriggio 17 maggio 2018, alle ore 17, nell’Aula Magna della Facoltà Teologica di Sicilia in corso Vittorio Emanuele, 463 a Palermo.
Interverranno Massimo Naro, Docente di Teologia Sistematica presso la Facoltà Teologica di Sicilia, Gianbattista Tona, Magistrato, Costantino Esposito, Ordinario di Storia della Filosofia dell’Università di Bari. Modera Salvatore Taormina, responsabile diocesano di Comunione e Liberazione.

5. Sul Tgweb si parla del XXV anniversario del grido di Giovanni Paolo II contro la mafia
Ricordato con una solenne celebrazione Eucaristica ad Agrigento il XXV anniversario del grido di Giovanni Paolo II contro la mafia, la Settimana dei migranti un patrimonio dove il passato incontra il futuro per una cultura dell’incontro e la foto di Gaetano Barone, vincitrice del II concorso fotografico “La Settimana santa a Palermo”. Sono alcuni dei servizi che questa settimana, propone il Tgweb dell’Arcidiocesi di Palermo, il magazine, ideato e realizzato dall’Ufficio per le Comunicazioni Sociali, con la collaborazione dei Servizi informatici che viene postato il sabato sul sulla pagina Facebook dell’Arcidiocesi e sul sito dell’Arcidiocesi.
Guarda il Tgweb:
https://www.youtube.com/playlist?list=PLfnTx1qC727tqIFcNQjBuZExcLRnVWPdh

L’OPINIONE DI… Giovanni Di Cara*
1. La dignità dell’anziano
Tra i documenti di Magistero che la Chiesa ha diffuso sugli anziani, ritengo importante ricordare quello del “Pontificio Consiglio dei Laici” dell’1 ottobre 1998 e la “Lettera agli Anziani” di San Giovanni Paolo II dell’1 ottobre 1999,
Entrambi  i documenti fanno seguito alla “Dichiarazione dell’Assemblea Generale dell’O.N.U. del 1998“,  che, nel dichiarare l’anno 1999,  “Anno Internazionale  degli Anziani”, ha fissato all’ 1 ottobre la data di celebrazione della “Giornata Mondiale dell’Anziano”.
Il Segretario Generale dell’ONU, Kofi Annan,  nel suo messaggio per la introduzione, nel Calendario Civile, della detta Giornata, ha auspicato :“Una Società che lungi dal mettere in caricatura gli anziani come infermi e pensionati, li consideri al contrario agenti e beneficiari dello sviluppo”. Una Società multigenerazionale, dunque, impegnata nella creazione di condizioni di vita atte a favorire la realizzazione del grande potenziale della terza età
La Sante Sede, che ha apprezzato l’intento di gettare le fondamenta di una organizzazione sociale ispirata alla solidarietà, richiamando il rispetto della dignità e dei diritti fondamentali dell’Anziano,  ha affermato che la vecchiaia è una tappa  del cammino che ci conduce  al Padre. Essa va, pertanto, vissuta come un dono, come compito, in maniera veramente cristiana.
La presenza di tanti anziani nella nostra Società è un dono, una ricchezza umana e spirituale nuova. Un segno dei tempi che, se compreso appieno e accolto, può aiutare l’uomo di oggi a ritrovare il senso della vita che va ben oltre i significati contingenti che ad essa vengono attribuiti dalla mentalità dominante.  Ed il magistero ecclesiale, ha sempre ribadito l’importanza primaria della valorizzazione delle persone di ogni età, richiamando tutti a far sì che la ricchezza umana  e  spirituale, le riserve di consiglio e di esperienza accumulate nel corso di vite intere  non andassero disperse.
A conferma di ciò,  rivolgendosi a circa ottomila anziani ricevuti in udienza  nel marzo 1984, Giovanni Paolo II  diceva : “Non vi lasciate sorprendere dalla tentazione della solitudine interiore. Nonostante la complessità dei vostri problemi,….., le forze che gradualmente si affievoliscono e malgrado le insufficienze delle organizzazioni sociali, i ritardi della legislazione ufficiale, le incomprensioni  di una società egoistica, voi non siete nè dovete sentirvi ai margini della vita della Chiesa,  elementi passivi di un mondo in eccesso di movimento, ma soggetti attivi di un periodo umanamente e spiritualmente fecondo dell’esistenza umana. Avete  ancora una missione da compiere, un contributo da dare”.
In effetti, è molto diffusa, oggi, l’immagine della terza età come fase di declino in cui l’insufficienza umana e sociale è data per scontata. Nella realtà dei fatti, però, la vecchiaia è molto diversificata, viene vissuta in modi molto diversi, perché gli anziani non sono un gruppo umano omogeneo. C’è una categoria di persone che, capaci di cogliere il significato che essa ha nell’arco dell’esistenza umana, la vivono non solo con serenità e dignità, ma come una stagione della vita che offre nuove opportunità di crescita e di impegno.
C’è pure, ai nostri giorni,  un’altra categoria ancor più numerosa, per la quale la vecchiaia è un trauma. Si tratta di persone che dinanzi al proprio invecchiamento assumono atteggiamenti che vanno dalla rassegnazione passiva alla ribellione ed al rifiuto, disperati. Persone che, chiudendosi in se stesse e ponendosi ai margini della vita, innescano il processo del proprio degrado fisico e mentale.
Ed è proprio qui che bisogna intervenire, aiutando gli anziani a cogliere il senso della vita, dell’amicizia, della pazienza, della saggezza, della prudenza di giudizio, cogliendo bene la superiorità dell’essere sul fare e sull’avere : La Società sarà  migliore se saprà cogliere e beneficiare dei carismi della vecchiaia, mai dimenticando che “Il sole sorge al tramonto”.
(N.B. Trattasi di una prima riflessione sul richiamato Documento del Pontificio Consiglio dei Laici, cui ne seguiranno altre).
* Responsabile del Servizio per la Pastorale degli Anziani dell’Arcidiocesi di Palermo