Lorefice grida forte la condanna contro la Tratta: “Bisogna organizzare la resistenza”

Tag:, ,
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

IN QUESTO NUMERO

IN PRIMO PIANO

  • Lorefice grida forte la condanna contro la Tratta: “Bisogna organizzare la resistenza”

NOTIZIE DIOCESIPA

  • In Cattedrale la Giornata Mondiale del Malato
  • Servizio Catecumenale Diocesano aggiornamento catechisti
  • Annullato l’incontro Vescovo Nubendi in Cattedrale

NOTIZIE DALLE PARROCCHIE E DALLE ASSOCIAZIONI

  • Dopo gli atti vandalici a Bagheria il busto del card. Pappalardo trasferito a piazza Madrice
  • Monsignor Marco Salvi vescovo titolare di Termini Imerese
  • La riflessione diocesana di don Repole su “La comunione ecclesiale nel soffio dello Spirito”
  • Poliedro di febbraio parla dei migranti

AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI

  • Catechesi sulla famiglia di p. Giovanni Salonia nella parrocchia dell’Annunciazione
  • Azzardo: per una svolta istituzionale a tutela della persona e del bene comune
  • Giornata mondiale di preghiera delle donne
  • Sul Tgweb si parla della formazione diocesana per presbiteri, diaconi religiosi e popolo santo di Dio

_________________________________________________________

IN PRIMO PIANO

1. Lorefice grida forte la condanna contro la Tratta: “Bisogna organizzare la resistenza”

“Bisogna organizzare la resistenza”. E’ l’alto grido fatto riecheggiare in Cattedrale dall’Arcivescovo di Palermo, mons. Corrado Lorefice, lo scorso 8 febbraio, in occasione della veglia di preghiera contro la tratta di persone. L’iniziativa organizzata dall’USMI Sicilia, in occasione della la Festa di Santa Giuseppina Bakhita, schiava sudanese, liberata e divenuta religiosa canossiana, canonizzata nel Duemila, ha avuto un tema abbastanza significativo: “Insieme contro la tratta di persone”. Si è trattato di un momento forte, partecipato da molti giovani e da tante persone impegnate nell’accoglienza dei migranti. Tutti per sostenere l’incedere di storie di anonimato e sofferenza che attendono la liberazione che è stato rappresentato da alcuni figuranti che all’inizio di questo intenso momento, hanno percorso la navata della Cattedrale con indosso un abito nero e con il volto coperto da una maschera bianca. Giunti in presbiterio i giovani si sono seduti ai piedi dell’altare dove sono stati slegati i polsi e tolte le maschere come a restituire loro identità e dignità, illuminati da un cero offerto dall’assemblea. Tra i banchi della Cattedrale anche il sindaco Leoluca Orlando e i rappresentanti delle altre religioni presenti a Palermo, Padre Russell Ruffino della Chiesa Anglicana e il Pastore Peter Ciaccio della Chiesa Valdese.

Per “organizzare la resistenza” e “per restare umani”, l’arcivescovo indica tre vie: “Compassione, commozione, condivisione”. Gli stessi sentimenti manifestati da Gesù nel Vangelo ogni qualvolta si accostava alle sofferenze degli uomini condividendo la loro carne. “E non possono che essere – esorta – anche i sentimenti di ogni credente che voglia, come dovrebbe, farsi carico delle sofferenze di Cristo che si manifestano in vario modo nel mondo”. Ma tutto ciò vale per ogni uomo. Così, riecheggiano, sottolinea don Corrado, le sfide di quella beatitudine che “proclama beati gli operatori di giustizia e di pace”.

NOTIZIE DIOCESIPA

1. In Cattedrale la Giornata Mondiale del Malato

“Voi che soffrite nel corpo e nello spirito siete Sacramento del Signore. Plaudo a tutte le associazione che accudendovi, mettono in atto segni concreti di Vangelo”. Ad affermarlo l’Arcivescovo mons. Corrado Lorefice, lunedì scorso in Cattedrale che si è rivolto ai malati e ai loro accompagnatori in occasione della memoria di “Nostra Signora di Lourdes” e la XXVII Giornata mondiale del Malato che ha avuto per tema: “Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date”.

Suggestiva come al solito la processione “Aux flambeaux” che si è svolta all’interno del Duomo al termine della celebrazione come avviene nel santuario di Lourdes.

L’iniziativa è stata organizzata dall’Ufficio per la Pastorale della Salute, diretto da Paola Geraci, in collaborazione con tutte le associazioni che operano nell’ambito della salute ad iniziare dall’Unitalsi e dalle altre associazioni presenti sul territorio.

 2. Servizio Catecumenale Diocesano aggiornamento catechisti

Venerdì 15 febbraio 2019, alle ore 16,30 si svolgerà un incontro di aggiornamento per i catechisti impegnati nel Servizio Catecumenale Diocesano. L’appuntamento avrà luogo al secondo piano della Curia arcivescovile in via Bonello, 2 a Palermo, a cura del diacono don Giovanni Di Simone.

 3. Annullato l’incontro Vescovo Nubendi in Cattedrale

L’ufficio diocesano di pastorale familiare comunica che il prossimo incontro del Vescovo con i Nubendi previsto in Cattedrale, per venerdì 15 febbraio 2019 è stato annullato.

Mons. Corrado Lorefice incontrerà coloro che si preparano a celebrare il sacramento del Matrimonio, giovedì 7 marzo 2019 alle ore 21. I responsabili dei percorsi sono pregati di comunicare la partecipazione all’incontro in tempo debito. Il prossimo incontro  in calendario si svolgerà venerdì 10 maggio 2019.

I Direttori Lia e Giuseppe Re (340/6034140) e don Alerio Montalbano.

 

NOTIZIE DALLE PARROCCHIE E DALLE ASSOCIAZIONI

1. Dopo gli atti vandalici a Bagheria il busto del card. Pappalardo trasferito a piazza Madrice

Un busto vilipeso, oltraggiato e fatto oggetto di sberleffi per ciò che raffigura, ovvero il cardinale Salvatore Pappalardo, arcivescovo di Palermo per 26 anni. Per questo motivo  il busto, che dal 12 marzo 2011 si trovava a piazza Santo Sepolcro da domenica 17 febbraio 2019, sarà ospitato nella più sicura collocazione del sagrato di piazza Madrice. “Il busto fu realizzato per onorare la memoria del cardinale Pappalardo – spiega l’arciprete don Giovanni La Mendola – che è cittadino onorario di Bagheria per ringraziare un grande uomo e un vescovo che ha dato lustro alla Sicilia e alla Chiesa a futura memoria. Con amarezza debbo constatare che purtroppo questa memoria è stata infangata perché quasi ogni giorno il busto era coronato con parrucche, occhiali, baffi, sigarette in bocca. Ed allora insieme con i promotori dell’allora iniziativa abbiamo deciso di trasferirlo qui per essere onorato come merita”. Qualche tempo fa balordi hanno anche versato sopra il busto una sostanza rossastra, che soltanto grazie al tempestivo intervento di alcuni operai di una ditta privata cittadina che si trovavano sul posto hanno evitato il peggio. Il busto che è stato fatto oggetto di un intervento di restauro comprese anche le lettere della scritta che erano pure danneggiate è stato finanziato dal Rotary club Bagheria, diretto da Antonio Fricano ed è stato collocato all’interno del sagrato delimitato da una cancellata per scoraggiare eventuali male intenzionati. L’opera in bronzo, del peso 400 chilogrammi è stata realizzata dall’artista Nino Parlagreco, su iniziativa dell’associazione culturale per la difesa della storia e dei beni artistici e monumentali di Caccamo presieduta da Giorgio Castelli.

 

2. Monsignor Marco Salvi vescovo titolare di Termini Imerese

Papa Francesco ha nominato monsignor Marco Salvi, della Diocesi di Arezzo-Cortona -Sansepolcro, vescovo ausiliare della Archidiocesi metropolitana di Perugia-Città della Pieve. Nel contempo il Santo Padre ha assegnato monsignor Marco Salvi la sede titolare di Termini Imerese dell’Arcidiocesi di Palermo. Soddisfazione è stata espressa dall’arciprete don Antonio Todaro, che nelle prossime settimane, inviterà monsignor Marco Salvi in città per presiedere una solenne celebrazione Eucaristica.

Fino ad oggi monsignor Marco Salvi è stato parroco di San Bartolomeo ad Anghiari e rettore del Santuario diocesano della Madonna del Carmine.

 

3. La riflessione diocesana di don Repole su “La comunione ecclesiale nel soffio dello Spirito”

Nel contesto di una riflessione, già avviata nella nostra Chiesa di Palermo, sulla ricaduta sociale del Vangelo, tutta la comunità diocesana nelle sue varie componenti è stata coinvolta nelle sue varie espressioni: presbiteri, diaconi, religiosi e popolo santo di Dio, in una serie di iniziative formative. Dopo la riflessione della settimana scorsa del teologo Giuseppe Ruggieri su “Il contributo dei cristiani a loro tempo”, in questi giorni don Roberto Repole, presbitero della diocesi di Torino, nonché presidente dell’Associazione Teologica Italiana, è intervenuto prima a Baida nella casa diocesana “Card. Salvatore Pappalardo e successivamente nella Parrocchia di Santa Luisa di Marilllac per proporre un tema abbastanza accattivante. Don Repole, il quale ha dedicato buona parte della sua riflessione a un ripensamento dell’ecclesiologia nell’orizzonte della cultura contemporanea ha proposto una riflessione su: “La comunione ecclesiale nel soffio dello Spirito”.

“Lo Spirito è il dono che Dio fa all’umanità e rende possibile la Chiesa non come una cosa fatta una volta per tutte ma in maniera incessante – ha detto – e il compito primo della Chiesa è rimanere in questa aurea dello Spirito e quindi di rimanere in una vita divina in una reciprocità von il Padre, fraterna nel rendere disponibile questo dono dello Spirito di cui vive alle donne e agli uomini del mondo di oggi. Questo è il grande compito che la Chiesa è chiamata a svolgere nell’annuncio evangelico, con una vita profetica, con una parola detta nei confronti dei più poveri, scartati, degli esclusi, con un modo di esistere in questa società democratica e  pluralistica offrendo come un dono ciò di cui essa stessa vive”.

 

4. Poliedro di febbraio parla dei migranti

“Migranti e non solo” è uno dei temi affrontati dalla rivista diocesana Poliedro diretta da nuccio Vara, del mese di febbraio 2019. Tra gli altri temi si parla di Ateismo e ricerca di Dio, di Sanità, di confraternite laicali e del primo libro di Pif. La rivista è disponibile presso la Libreria Paoline di corso Vittorio Emanuele e di via Notarbartolo, nella libreria Macaione e presso le seguenti Parrocchie di Palermo: S. Francesco di Paola, S. Espedito, S. Luigi Gonzaga, Santa Maria della Catena, Maria SS. Madre della Chiesa, S. Tommaso D’Aquino, Gesù Maria e Giuseppe, S. Antonio da Padova, S. Agata la Pedata e Maria SS. Madre della Misericordia.

Il mensile è uno strumento di approfondimento non solo alla Chiesa, ma all’intera società civile palermitana. Non vuole essere soltanto un notiziario della vita ecclesiale, “ma punta a favorire il sorgere, sia nel contesto metropolitano sia nell’intera comunità diocesana, di nuove, più aggiornate, pratiche di evangelizzazione e di azione missionaria. Questo in totale sintonia con il magistero della Chiesa e con i percorsi di profondo, radicale rinnovamento avviati dal pontificato di papa Francesco.

 

AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI

1. Catechesi sulla famiglia di p. Giovanni Salonia nella parrocchia dell’Annunciazione

“La disgregazione della famiglia di oggi: Accoglienza nella comunità parrocchiale” è il tema della catechesi che terrà p. Giovanni Salonia, responsabile della formazione permanente dei frati cappuccini per la Provincia di Siracusa, già ministro provinciale superiore. L’incontro organizzato dal Gruppo cattolico internazionale di concerto con il gruppo pastorale “Pozzo Sicàr” della comunità Parrocchiale dell’Annunciazione del Signore diretta da don Cesare Rattoballi, si svolgerà domenica 17 febbraio 2019, alle ore 16 nei locali della parrocchia in via Verdinois, 44 a Palermo, una catechesi imperniata sulla seguente attuale tematica:

“Il meeting è basato su una tematica rilevante in tutto il mondo – spiega Francesco Trombetta – di cui si è occupato il nostro amato Pontefice, il nostro apprezzato Arcivescovo mons. Corrado Lorefice e tutti gli autorevoli Vescovi della Sicilia sulla base di quanto espresso nell’Esortazione apostolica post-sinodale “Amoris Laetitia”, in cui si aprono nuove prospettive all’azione pastorale nei riguardi della famiglia e, in generale, della vita affettiva umana”.

 

2. Azzardo: per una svolta istituzionale a tutela della persona e del bene comune

Mercoledì 20 febbraio 2019, presso il Seminario Arcivescovile Diocesano in via Incoronazione n. 7 a Palermo si terrà un convegno nazionale su “Azzardo: per una svolta istituzionale a tutela della persona e del bene comune”. L’evento è organizzato dalla Consulta Nazionale Antiusura “Giovanni Paolo II”, in collaborazione con la Fondazione Antiusura “Santi Mamiliano e Rosalia” di Palermo.

I lavori si apriranno alle ore 9,00 con la celebrazione Eucaristica, presieduta da mons. Corrado Lorefice, Arcivescovo di Palermo nella Cattedrale di Palermo, al termine della quale ci sarà una sosta significativa di preghiera sulla tomba del Beato Pino Puglisi. Alle ore 10, presso la Sala Convegni del Seminario Arcivescovile, interverranno in apertura per i saluti mons. Corrado Lorefice, Arcivescovo di Palermo, la dott.ssa Antonella De Miro, Prefetto di Palermo, il prof. Leoluca Orlando, Sindaco di Palermo, la dott.ssa Annapaola Porzio, Commissario straordinario del Governo per il coordinamento iniziative antiracket e antiusura, il dott. Salvatore Di Vitale, Presidente del Tribunale di Palermo.

La prima parte della Tavola Rotonda verterà  sulla presenza dell’azzardo nelle Regioni dell’Italia Meridionale. Interverranno il dott. Vittorio Alfisi, Presidente Fondazione Ss. Mamiliano e Rosalia – Sicilia; Padre Basilio Gavazzeni, Presidente della Fondazione Lucana, mons. Cavalla – Basilicata; il  dott. Francesco Marzano, Presidente Fondazione San Matteo Apostolo Calabria; l’Avv. Amedeo Scaramella, Presidente Fondazione San Giuseppe Moscati – Campania; il Dott. Ruggero Ricco, Segretario Generale Consulta Nazionale Antiusura – Puglia.

Nella seconda parte del convegno relazioneranno il prof. Maurizio  Fiasco, Sociologo, Consulente Consulta Nazionale Antiusura su: “Azzardo: analisi dei dati e linee di una riforma a garanzia della persona, della società e dell’interesse pubblico”, la dott.ssa Valeria Carella, Ricercatrice su: “Regolamentare non è proibizionismo: disamina politiche territoriali”; la dott.ssa Giovanna Nozzetti, Giudice Terza Sezione Civile Tribunale di Palermo su: “Azzardo e Costituzione. Discrimine tra compatibilità e antinomia”. Le conclusioni saranno affidate al dott. Luigi Gaetti, sottosegretario di Stato al Ministero dell’Interno e a Mons. Alberto D’Urso, Presidente della Consulta Nazionale Antiusura. L’incontro sarà moderato dal dott. Pino Grasso – Direttore dell’Ufficio per le Comunicazioni Sociali dell’Arcidiocesi di Palermo.

“L’azzardo è una delle principali cause di indebitamento delle famiglie italiane anche a usura – dichiara mons. Alberto D’Urso – . Il suo consumo è ormai fuori controllo per stessa ammissione di alcuni esponenti delle istituzioni. Siamo difronte ad una deriva non solo economica, ma anche esistenziale. Ci sono persone che a causa dei debiti o per coprire le insolvenze da azzardo fanno gesti inconsulti a danno di se stessi, dei famigliari e dell’intera collettività. E’ un fenomeno tanto complesso che va contrastato sul piano della prevenzione, della legalità, della giustizia, dell’economia politica, della politica economica e della salute pubblica. Per questa ragione abbiamo deciso di invitare intorno ad unico tavolo esperti che si interfacciano con i fenomeni dell’azzardo e dell’usura. Dopo Palermo, seguiranno una Tavola Rotonda a Torino, il 9 aprile, per le Fondazioni  dell’Italia settentrionale  e una a Roma, il 10 aprile, per centro Italia”.

La partecipazione al convegno nazionale dei giornalisti è riconosciuto dall’Ordine dei Giornalisti di Sicilia e rilascia 5 crediti formativi.

3. Giornata mondiale di preghiera delle donne

Anglicane, Cattoliche, Evangeliche, Esercito della Salvezza, Luterane, Valdesi, insieme riflettono su “L’ecumenismo delle donne” di Helga Hiller. Intervengono Silvana Catalano, Anna Pia Viola, Renate Zwick e Fernanda Di Monte. La manifestazione avrà luogo mercoledì 20 febbraio 2019 alle ore 18 nei locali della Libreria Paoline in via Emanuele Notarbartolo, 19 G a Palermo

Info: Libreria Paoline – libreria.pa2@paoline.it – Tel. 091/8431361 – cell. 333/9483530.

 

4. Sul Tgweb si parla della formazione diocesana per presbiteri, diaconi religiosi e popolo santo di Dio

Continua la Formazione diocesana con la riflessione diocesana di don Repole su “La comunione ecclesiale nel soffio dello Spirito”, suor Nunziella Scoppeliti in un libro spiega la sua vocazione e quella delle suore del Bellamore e le centinaia di malati che celebrano la memoria della madonna di Lourdes. Sono alcuni dei servizi che questa settimana, propone il Tgweb dell’Arcidiocesi di Palermo, il magazine, ideato e realizzato dall’Ufficio per le Comunicazioni Sociali, con la collaborazione dei Servizi informatici che viene postato il sabato sul sulla pagina Facebook dell’Arcidiocesi e sul sito dell’Arcidiocesi.

Guarda il Tgweb: https://www.youtube.com/user/tgwebdiocesipa