Lorefice: “No alla spietata massima del prima noi”

Tag:, ,
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

IN QUESTO NUMERO

IN PRIMO PIANO

  • Lorefice: “No alla spietata massima del prima noi”

NOTIZIE DIOCESIPA

  • Emanuele Spanò sarà ordinato diacono a San Basilio

 NOTIZIE DALLE PARROCCHIE E DALLE ASSOCIAZIONI

  • Stb i corsi di approfondimento per l’Anno scolastico 2019/2020
  • “Ritorni…amo al Sampolo”: un’oasi inclusiva per le famiglie e la comunità
  • Le attività estive dell’Azione Cattolica diocesana

AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI

  • Concorso fotografico sulla processione di Santa Rosalia
  • Ferie e riposo nella Casa diocesana di Baida
  • Sul Tgweb si parla dell’intervento dell’’Arcivescovo alla conclusione del Festino

_________________________________________________

IN PRIMO PIANO

1. Mons. Lorefice: “No alla spietata massima del prima noi”

“Non possiamo essere donne e uomini del ‘si salvi chi può’, donne e uomini che mancano al loro stesso essere, trascinati dall’indifferenza, dalla preoccupazione per se stessi, secondo la spietata massima: ‘prima noi!’”. Ad affermarlo l’arcivescovo mons. Corrado Lorefice, nel suo discorso alla città, pronunciato a piazza Marina, in occasione del festino in onore della patrona, santa Rosalia. “Vogliamo essere dinanzi al diluvio costruttori di arche della salvezza e della custodia, dove entreremo per ultimi, dopo aver fatto spazio a tutti”. Poi citando le parole di Papa Francesco ad Abu Dhabi, ha ripreso l’immagine dell’arca: “Penso a tre arche da mettere su in fretta, per custodire la casa comune, il creato, e per porre i presupposti dell’arcobaleno, della nostra rinascita”. La prima “arca da costruire, la prima realtà del creato da proteggere sono i corpi, i corpi concreti, i corpi di carne”. Poi, le case e le famiglie e, infine, la città. Anzitutto, il riferimento ai “corpi tanto reali quanto invisibili, che si annidano nelle macerie della storia, distrutti da una corrente gelida di annientamento e di indifferenza”. Una situazione che – ha sostenuto l’arcivescovo – genera sgomento. “È lo sgomento che ci afferra al cospetto dei barconi affondati, dei campi di concentramento libici, che continuano la loro sistematica distruzione nazista dell’umano con la nostra colpevole complicità, dei popoli dell’Africa e del Sud del pianeta, martoriati dallo sfruttamento dell’Occidente, ridotti allo stremo e alla morte, lo sgomento davanti a tutti i corpi viventi che finiscono la loro avventura nel non senso, nell’abisso del nulla”.

 

NOTIZIE DIOCESIPA

1. Emanuele Spanò sarà ordinato diacono a San Basilio

In attesa delle ordinazioni presbiterali in programma il prossimo 14 settembre, sabato 20 luglio 2019, alle ore 10, il seminarista Emanuele Spanò sarà orinato diacono, nel corso di una celebrazione Eucaristica che si svolgerà nella parrocchia di San Basilio a Palermo per l’imposizione delle mani e la preghiera di ordinazione dell’Arcivescovo, mons. Corrado Lorefice.

Emanuele Spanò, 36 anni ha conseguito il diploma di maturità scientifica presso il liceo “Benedetto Croce”. Successivamente si è iscritto alla facoltà di Giurisprudenza, ma dopo qualche anno, a seguito di un serio discernimento ha deciso di abbandonare gli studi iscrivendosi alla Facoltà Teologica di Palermo. Entra al propedeutico del Seminario l’8 ottobre del 2012 e l’anno successivo diventa alunno del Seminario Arcivescovile di Palermo. Nell’aprile del 2016 riceve l’ammissione agli ordini e nel settembre dello stesso anno consegue il Baccellierato in Sacra Teologia. Inviato a Roma per completare gli studi, è alunno dell’Almo Collegio Capranica. Lo scorso 25 giugno ha conseguito la licenza in “Storia della Chiesa”, presso la Pontifica Università Gregoriana di Roma.

“Nell’accogliere la notizia inaspettata – dichiara il diacono eletto – sicuramente ho avuto un momento di sconvolgimento dato che mi aspettavo di fare questo passo per il prossimo anno pastorale. In un certo senso faccio mie le parole del beato John Henry Newman, che il prossimo 13 ottobre il papa canonizzerà: «Amavo scegliere e scrutare il mio cammino», ogni vocazione è un dono che viene da Dio e non sai mai cosa Lui vuole per noi e soprattutto quando. Il diaconato che mi giunge così improvviso e inaspettato, mi ricorda come noi possiamo scegliere la strada, ma solo Dio traccia la strada e stabilisce i tempi per percorrerla, non posso che abbandonarmi fiducioso nelle sue mani, a tutti chiedo di accompagnarmi con la preghiera”.

NOTIZIE DALLE PARROCCHIE E DALLE ASSOCIAZIONI

1. Stb i corsi di Approfondimento per l’Anno scolastico 2019/2020

Nell’ambito della formazione continua, la Scuola teologica di base, diretta da don Salvo Priola,  ha organizzato i corsi di approfondimento che saranno proposti nel prossimo anno scolastico 2019/2020 ed avranno inizio nel mese di novembre 2019.

Le tematiche che saranno affrontate sono: “Cristianesimo e arti figurative”, “Il libro di Daniele”, “La figura di don Luigi Sturzo”, “Chiamata universale alla santità” e “Etica della vita che nasce”.

Previsto un corso di Mariologia (triennale e ciclico) aperto a tutti che si terrà a Palermo presso la Parrocchia di San Giovanni Battista a Tommaso Natale che si terrà il mercoledì alle ore 20.30, dal 13 novembre 2019 e nella Parrocchia Maria SS del Carmelo di piazza del Carmelo che si terrà il lunedì alle ore 20.30, dal 11 novembre 2019.

Previsto anche un corso di Musica sacra per cantori, organisti e direttori di coro guidato dal maestro Enzo Marino. Il corso di terrà presso la Parrocchia Maria SS Mediatrice dal 4 ottobre 2019, alle ore 17.

La quota di iscrizione è di 25 euro e ogni lezione sarà di due ore e non si dovranno sostenere esami di verifica. Al termine dell’anno verranno consegnati gli attestati di partecipazione a cura del responsabile del Centro.

 2. “Ritorni…amo al Sampolo”: un’oasi inclusiva per le famiglie e la comunità

Giovedì 25 luglio 2019, alle ore 15, al Don Bosco Sampolo di via Antonino Piraino Leto (già via S. Puglisi) n. 3 a Palermo, avrà luogo la manifestazione “Ritorni…amo al Sampolo” organizzata dal Servizio Pastorale Disabili della Diocesi di Palermo. “Portaperitivo per tutti” (e se ognuno porta qualcosa la festa sarà più bella….!).

Programma:

ore 15.00 – Accoglienza

ore 15.30 – Percorso di educazione ambientale terra e mare

ore 16.00 – Animazione sportiva e dimostrazioni: tiro con l’arco, baskin, wheelchair, hockey, flag football

ore 18.30 – Jam session musicale: Gruppo di percussioni Cris peace, Gruppo Rinnovamento dello Spirito Sant’Isidoro Agricola (ai Fornai)

ore 19.00 – Benedizione dell’Arcivescovo di Palermo, mons. Corrado Lorefice

Info: Rosa Maria Foti – Servizio Pastorale Disabili della Diocesi di Palermo – cell. 347/7859169 – pastoraledisabili@gmail.com – Associazione A Braccia Aperte – cell. 370/1219559 – Franco Tarantino cell. 389/9053941.

 3. Le attività estive dell’Azione Cattolica diocesana

L’Azione Cattolica diocesana, diretta da Giuseppe Bellanti, organizza una serie di attività estive per tutte le fasce d’età. Dal 7 al 10 e dall’11 al 14 luglio 2019, si svolgerà il campo scuola dell’Acr sul tema: “Il fuoco e la brezza” che si terrà all’Oasi di spiritualità “Montagna Gebbia” di Piazza Armerina. Sempre a Montagna Gebbia si svolgerà il campo scuola Giovani e Giovanissimi dal 25 al 28 luglio 2019 sul tema: “Ma in che senso?! Senz’Azioni di meraviglia”. Per gli adulti dal 22 al 25 agosto 2019 è previsto un campo adulti sul tema: “Abitanti del tempo” che si svolgerà all’Hotel Tre torri di Agrigento.

AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI

1. Concorso fotografico sulla processione di Santa Rosalia

Una ventina di persone hanno partecipato al Concorso fotografico inteso ad immortalare le immagini più significative della processione del 15 luglio scorso, in occasione del 395° Festino in onore di Santa Rosalia. L’iniziativa, giunta alla terza edizione è stata organizzata la Parrocchia della Cattedrale e dall’Ufficio per le Comunicazioni Sociali dell’Arcidiocesi di Palermo.

Una giuria di fotografi professionisti, presieduta dal parroco della Cattedrale mons. Filippo Sarullo, indicherà le migliori tre foto, i cui autori saranno premiati al termine della celebrazione Eucaristica delle ore 11, in Cattedrale di domenica 21 luglio 2019.

 2. Ferie e riposo nella Casa diocesana di Baida

La Casa diocesana di Baida, Cardinale Salvatore Pappalardo, per tutto il mese di agosto, offre l’opportunità di trascorrere un periodo di distensione e di svago.

La struttura garantisce vitto e alloggio e propone diverse attività spirituali, culturali e ricreative per rendere lieto il soggiorno. Si può optare per la permanenza  di  tutto il mese o per i giorni che si ritengono necessari.

Per ulteriori  informazioni telefonare ai numeri 091/223893 o 328/6639561.

 

3. Sul Tgweb si parla dell’intervento dell’’Arcivescovo alla conclusione del Festino

L’appello ai palermitani dell’arcivescovo mons. Corrado Lorefice durante il discorso da piazza Marina in occasione del Festino di Santa Rosalia, Biagio Conte si fa esule e parte da migrante per andare a piedi in Europa e la Scuola teologica di base si prepara a festeggiare il 40° anniversario delle attività. Sono alcuni dei servizi che questa settimana, propone il Tgweb dell’Arcidiocesi di Palermo, il magazine, ideato e realizzato dall’Ufficio per le Comunicazioni Sociali, con la collaborazione dei Servizi informatici che viene postato il sabato sul sulla pagina Facebook dell’Arcidiocesi e sul sito dell’Arcidiocesi.

Guarda il Tgweb: https://www.youtube.com/user/tgwebdiocesipa