Pane spezzato”, le detenute producono ostie per la messa

Tag:, ,
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

 

IN QUESTO NUMERO

 

IN PRIMO PIANO

  • Pane spezzato”, le detenute producono ostie per le celebrazioni Eucaristiche

 

NOTIZIE DIOCESIPA

  • Catecumeni che riceveranno i sacramenti durante la prossima veglia
  • La Via Crucis cittadina 2019 partirà da piazza Massimo
  • Le ultime nomine dell’Arcivescovo

 

NOTIZIE DALLE PARROCCHIE E DALLE ASSOCIAZIONI

  • Gli adoratori di Bagheria in formazione
  • A Termini Imerese si presenta il volume “La Fede nelle cose che non si vedono”
  • Esercizi spirituali nella Parrocchia di Santa Silvia
  • Presentazione del sussidio “Mettiti in Gioco”
  • Percorso della Divina Misericordia presso la Cittadella del Povero della Speranza
  • “Bibbia Expo” a piazza Verdi

 

AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI

  • Insegnanti di Religione da tutta Italia riuniti a Palermo per don Puglisi
  • “L’amore ci spinge” formazione per giovani missionari in Albania
  • Sul Tgweb il Reportage della visita al Papa

_________________________________________________

IN PRIMO PIANO

1. Pane spezzato”, le detenute producono ostie per le celebrazioni Eucaristiche

“Pane spezzato” per rinascere e ricominciare una vita diversa. E’ il nome del progetto con cui dallo scorso mese di febbraio all’interno della casa circondariale Pagliarelli, sei detenute producono e confezionano le ostie da utilizzare nelle celebrazioni Eucaristiche. L’iniziativa è portata avanti dai volontari dell’Azione Cattolica che sono presenti dentro il carcere ormai da tre anni. Il progetto, nato da una proposta del cappellano del carcere fra Loris D’Alessandro, è sostenuto dall’Azione Cattolica diocesana che ha contribuito economicamente all’acquisto delle attrezzature idonee e delle materie prime per la loro realizzazione.

Le detenute coinvolte sono sei, di età compresa da 37 ai 50 anni, ma presto saliranno a 8. Le ostie, oltre ad essere utilizzate nelle celebrazioni religiose interne al carcere, verranno distribuite fuori dai volontari dell’Azione Cattolica diocesana che le offriranno alle parrocchie della diocesi che vorranno sostenere il progetto con le loro offerte. Il laboratorio è nato all’interno di due stanze della vecchia cucina della casa di reclusione che sono state opportunamente adattate con i macchinari idonei per il tipo di attività da svolgere. Dopo una prima produzione di 370 ostie che ha superato l’esame di idoneità, adesso l’intenzione è quella di produrre ogni due giorni 500 ostie piccole e 50 grandi. Il servizio impegna le detenute ogni giorno dalle ore 13 alle ore 15.45.

“Dopo che la direttrice del carcere ha accettato con entusiasmo la proposta ci siamo messi subito al lavoro con i volontari dell’Azione Cattolica diocesana. La scelta del nome del laboratorio ‘pane spezzato’ non è un caso – afferma fra Loris D’Alessandro – perché così come sono state spezzate per vari motivi le vite di queste sorelle, anche le ostie verranno spezzate dalle mani dei presbiteri. Dalle ostie spezzate e mangiate inizia il progetto di redenzione che si fonda su quell’amore infinito di chi ha donato la vita per tutti. In particolare le donne che partecipano al progetto sono persone che hanno accettato subito commosse l’idea di fare questo servizio perché in questo modo cercano di dare un significato profondo a quest’attività a coronamento di un cammino di fede personale che stanno facendo. Inoltre per l’ampliamento del progetto abbiamo ritirato altre due macchinette per le ostie e un’altra taglia ostie che sono state donate dalle suore clarisse del convento di Santa Chiara di Alcamo”.

“Lo scorso 8 febbraio dopo la benedizione dell’arcivescovo – dice Stefania Sposito dell’Azione Cattolica, pioniera del progetto insieme al marito – il progetto è diventato concretamente operativo. Siamo dieci volontari che a turno per alcune ore al giorno coordiniamo le sei detenute in tutte le fasi della produzione delle ostie. Essendo il carcere una realtà dinamica di entrata e di fuoriuscita non si esclude che si aggiungeranno altre donne su segnalazione del cappellano che viene poi valutata dagli educatori”. “Ci teniamo a dire che questo per noi e per le detenute naturalmente non è un semplice lavoro ma un servizio che ci piace inquadrare in chiave redentiva. Pertanto a metafora delle loro ‘vite spezzate’ prima della lavorazione si fa un momento di catechesi e si prega. Le donne con passione e dedizione finora si stanno impegnando in maniera serena aiutandosi a vicenda – aggiunge ancora Stefania Sposito -. Prossimamente le detenute realizzeranno 1500 ostie piccole e 250 grandi che verranno consacrate dall’arcivescovo Corrado Lorefice nella messa crismale del giovedì santo. A partire da quel momento il progetto si aprirà a tutte le chiese della città che volessero aderire. I parroci che le commissioneranno potranno scegliere liberamente di contribuire all’iniziativa con un’offerta che permetterà al progetto di auto-finanziarsi”.

 

NOTIZIE DIOCESIPA

1. Catecumeni che riceveranno i sacramenti durante la prossima veglia

Nel corso della Veglia Pasquale di sabato santo 20 aprile 2019 che si svolgerà alle ore 22 in Cattedrale, 14 catecumeni riceveranno i sacramenti dell’iniziazione cristiana. A comunicarlo il diacono, don Giovanni Di Simone, responsabile del Servizio Catecumenale Diocesano.

Questi i loro nomi:

  1. Robeka Hubert, nata a Palermo l’ 11 dicembre 2001 – Parrocchia Madonna di Lourdes;
  2. Leyo Louisette Baudeline De Ble Agoh, nata in Costa d’Avorio il 5 marzo 1998 – Parrocchia Maria SS. Assunta, via Perpignano;
  3. Appie Gracia Agathe Ble, nata in Costa d’Avorio il 17 febbraio 20013 – Parrocchia Maria SS. Assunta, via Perpignano;
  4. Maurizio Giammanco, nato Palermo il 2 giugno 1979; parrocchia S. Sepolcro Bagheria;
  5. Amor Souihi, nato a Palermo il 15 febbraio 1987; parrocchia Madonna della Provvidenza;
  6. Rajesree Saurty, nata a Mauritius il 21 ottobre 1968; parrocchia Maria SS. Addolorata;
  7. Miriam Rigoglioso, nata a Palermo il 29 dicembre 1994; parrocchia San Giovanni Battista, Baida;
  8. Elvira Valentina Lo Dico, nata a Palermo il 18 gennaio 1987 madre di tre bimbi – Parrocchia S. Cristina;
  9. Sabri Ben Hassine, nato a Palermo il 31 agosto 1985 – Parrocchia Gesù Sacerdote;
  10. Alessandro Elabed , nato a Ragusa il 12 marzo 1989, parrocchia S, Famiglia;
  11. Guetiti Sonia, nata a Palermo, ll’11 luglio 1989 – Parrocchia Maria SS. Del Lume, Porticello;
  12. Alajmo Margherita, nata a Palermo il 3 settembre 2001, rettoria S. Francesco Saverio;
  13. Alessandro Pagano, nato a Palermo il 22 agosto 1985 – Parrocchia Maria SS. Assunta, Cattedrale;
  14. Yohanka Lescay Bridon, nata a Santiago de Cuba l’1 febbraio 1975, due figli – Parrocchia Maria SS. Assunta, Cattedrale.

 

2. La Via Crucis cittadina 2019 partirà da piazza Massimo

Quest’anno la Via crucis cittadina, guidata dall’Arcivescovo, mons. Corrado Lorefice, partirà da piazza Massimo, attraverserà gli assi di via Maqueda e corso Vittorio Emanuele e si concluderà, come di consueto sul sagrato della Cattedrale. Il pio esercizio avrà luogo venerdì 12 aprile 2019 alle ore 21.

 

3. Le ultime nomine dell’Arcivescovo

L’Arcivescovo, mons. Corrado Lorefice ha nominato con decorrenza dal 19 marzo 2019, P. Jaison Valiyaparambil Sebastian, odem, Vicario Parrocchiale della Parrocchia S. Raffaele Arcangelo; P. Ngalamulume Mbuama Celestin, sdP, Vicario Parrocchiale della Parrocchia Cuore Eucaristico di Gesù. Ha inoltre nominato il diacono Angelo Nocilla a svolgere il Ministero Diaconale nella Parrocchia S. Gaetano – Maria SS. del Divino Amore a Palermo, il Diacono Filippo Casisi a svolgere il Ministero Diaconale nelle Parrocchie di S. Ippolito Martire e S. Stanislao Kostka a Palermo.

Con lettera ha pure nominato don Carmelo Torcivia, Assistente Ecclesiastico del “Movimento Cristiano Lavoratori” e don Antonio Devoto, Assistente Regionale della Branca Esploratori – Guide dell’Agesci.

 

NOTIZIE DALLE PARROCCHIE E DALLE ASSOCIAZIONI

1. Gli adoratori di Bagheria in formazione

L’Eucaristia porta indelebilmente inscritto l’evento della passione e della morte del Signore. Non ne è solo l’evocazione, ma la ri-presentazione sacramentale. È il sacrificio della Croce che si perpetua nei secoli. La Chiesa ha ricevuto l’Eucaristia da Cristo suo Signore non come un dono, pur prezioso fra tanti altri, ma come il dono per eccellenza, perché dono di se stesso, della sua persona nella sua santa umanità, nonché della sua opera di salvezza.

Sono state alcune sollecitazioni scaturite dalla riflessione su “Eucarestia, ripresentazione sacramentale della Pasqua”, tenuta da don Domenico Messina, direttore dell’Ufficio liturgico della Diocesi di Cefalù agli oltre 300 adoratori che ogni giorno, 24 ore su 24 per tutto l’anno, garantiscono l’adorazione Eucaristica Perpetua nella chiesetta della Madonna della Luce di corso Butera a Bagheria. L’incontro di formazione si è svolto nella Parrocchia – Santuario “Maria SS Immacolata Regina delle Anime Sante”.

Il prossimo appuntamento di formazione per gli adoratori si svolgerà il 19 giugno, nella Parrocchia Madrice, alle ore 18 ed avrà per tema. “L’Eucarestia luogo dell’intimità e della dimora in Cristo”. La riflessione sarà tenuta da fra Christian Vegna, ofm.

 

2. A Termini Imerese si presenta il volume “La Fede nelle cose che non si vedono”

“La Fede nelle cose che non si vedono di Sant’Agostino” è il titolo del volume, edizioni wecanhope, che sarà presentato domenica 7 aprile 2019, alle ore 17 nella Parrocchia di San Nicola di Bari a Termini Imerese, guidata da don Antonio Todaro.

 

3. Esercizi spirituali nella Parrocchia di Santa Silvia

Lunedì 8, martedì 9 e mercoledì 10 aprile, si svolgeranno gli Esercizi Spirituali in preparazione della Santa Pasqua nella Parrocchia di Santa Silvia a Palermo che si concluderanno giovedì 11 aprile alle ore 21 con l’Adorazione Eucaristica. A predicare sarà don Calogero Cerami, docente presso la Facoltà Teologia di Sicilia. “Per dare a tutti la possibilità di partecipare agli Esercizi spirituali – dichiara il parroco don Sebastiano Conticelli – che sono una volta all’anno e molto importanti per ciascuno di noi e per la comunità parrocchiale, non ci saranno altre attività parrocchiali”.

 

4. Presentazione del sussidio “Mettiti in Gioco”

Il Servizio di Pastorale Giovanile dell’Arcidiocesi di Palermo insieme ad “Anima Giovane” organizza un incontro interattivo e formativo per la presentazione del sussidio “Mettiti in Gioco”, condivisione di idee e percorsi per la preparazione di Gruppi, Estate ragazzi, Grest, Campi scuola, Attività e incontri.

L’incontro che si svolgerà martedì 9 aprile 2019, alle ore 21 nel Salone della Parrocchia “San Giovanni Bosco” in via Messina Marine 259 a Palermo è rivolto ai Parroci, Coordinatori e animatori dei gruppi giovanili dell’Arcidiocesi di Palermo.

 

5. Percorso della Divina Misericordia presso la Cittadella del Povero della Speranza

Appuntamento quaresimale giovedì 11 aprile sul Percorso della Divina Misericordia presso la Cittadella del Povero della Speranza, nella chiesa Casa di preghiera per tutti i popoli alle ore 21 in Via Decollati 29 a Palermo. L’incontro è un momento di ascolto della Parola di Dio, condotto da mons. Francesco Galioto, ma vuole essere anche un momento di condivisione di lode e preghiera che possa far nascere frutti di solidarietà verso i nostri fratelli ultimi. “In questo periodo in cui il Signore ci chiede con forza la conversione dei cuori – dice Riccardo Rossi – impegniamoci con gesti concreti verso chi è nel bisogno”.

 

6. “Bibbia Expo” a piazza Verdi

Giovedì 11 aprile 2019, alle ore 17, a piazza Verdi, accanto al Teatro Massimo sarà inaugurata zione “Bibbia Expo”, un viaggio nella storia e nella cultura biblica. Interverranno Chiesa Evangelica, Chiesa Anglicana, Chiesa Evangelica Valdese Metodista, Chiesa Cattolica, Patriarcato Ortodosso di Romania, Patriarcato Ortodosso di Costantinopoli, Patriarcato Ortodosso di Mosca, chiesa Evangelica della Riconciliazione, Chiesa Cristiana Esercito della Salvezza e Movimento dei Focolari. La rassegna resterà aperta tutti i giorni fino al 14 aprile 2019, dalle ore 10 alle 21.

L’arcivescovo mons, Corrado Lorefice visiterà  la mostra giovedì 11 aprile alle ore 13.

 

AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI

1. Insegnanti di Religione da tutta Italia riuniti a Palermo per don Puglisi

Si rinnova l’appuntamento con il Convegno Nazionale dei Direttori Diocesani e Regionali degli Uffici per la Pastorale della Scuola coordinati dal Prof. Ernesto Diaco Direttore dell’Ufficio Nazionale per l’Educazione, la Scuola e L’Università, e l’IRC (Insegnamento della Religione Cattolica), coordinati da Don Daniele Saottini Direttore del Servizio Nazionale per l’insegnamento della religione cattolica, in programma da lunedì 8 aprile a mercoledì 10 aprile 2019 sul tema: “Non c’era neanche la scuola media”- La responsabilità educativa nel cambiamento d’epoca.

Il titolo del Convegno fa riferimento a una frase del beato Padre Pino Puglisi, che fu parroco e insegnante proprio non lontano dal luogo in cui si terranno i lavori: l’hotel San Paolo Palace di via Messina Marine a poche centinaia di metri da Brancaccio e dalla casa del sacerdote, dove fu ucciso il 15 settembre del 1993.

Uno dei progetti del beato fu proprio quello di avere la scuola media nel suo quartiere, l’unico che all’epoca ne era sprovvisto in tutta Palermo. La testimonianza di Padre Pino sarà uno dei motivi di ispirazione che guideranno l’incontro, insieme ad altri aspetti che interessano la responsabilità educativa nel contesto attuale.

Il Convegno si aprirà lunedì alle 15.30 con il saluto del Direttore dell’Ufficio I.R.C. della Arcidiocesi di Palermo, padre Antonio Zito e della Direttrice Regionale Prof.ssa Barbara Condorelli.

La tavola rotonda inizierà con l’intervento del Prof. Dario Nicoli, docente di sociologia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore.

Seguirà un ricordo di Padre Puglisi come educatore e insegnante, a cura del Dott. Francesco Deliziosi, suo alunno e collaboratore, nonché autore della biografia “Pino Puglisi- il prete che fece tremare la mafia con un sorriso” e della prima raccolta dei suoi scritti “Se ognuno fa qualcosa si può fare molto” (entrambi editi da Rizzoli).

Dopo i lavori la celebrazione Eucaristica presieduta da Mons. Michele Pennisi, Arcivescovo di Monreale.

Come succede ormai da diversi anni, il Convegno manifesta la stretta sinergia tra la Pastorale della Scuola e l’Insegnamento della Religione Cattolica, a livello nazionale, così come regionale e diocesano. Alle problematiche specifiche dei due ambiti sarà dedicata una sessione specifica di lavoro nella mattinata del secondo giorno.

Nel pomeriggio di martedì, dopo una visita alla Cattedrale di Monreale e alla Cappella Palatina i convegnisti parteciperanno alle ore 19 alla celebrazione Eucaristica presieduta da Mons. Corrado Lorefice, Arcivescovo di Palermo.

Il Convegno si concluderà mercoledì 10 aprile 2019 e prevede al mattino la celebrazione Eucaristica presieduta da Mons. Domenico Mogavero, Vescovo di Mazara del Vallo e una tavola rotonda su: “Educare al futuro”, che si terrà nella scuola media di Brancaccio intitolata al beato Padre Pino Puglisi.

Dopo il saluto del Preside Prof. Andrea Tommaselli, della dott.ssa Maria Luisa Altomonte, Direttrice Generale USR. per la Sicilia, e del Dott. Marco Anello, Dirigente Ambito Territoriale di Palermo – USR Sicilia, interverranno il Prof. Domenico Buccheri, docente presso la stessa scuola, Padre Vitangelo Denora, presidente della FIDAE Sicilia, e la Prof.ssa Carina Rossa, della Fondazione pontificia “Scholas Occurrentes”.

 

  1. “L’amore ci spinge” formazione per giovani missionari in Albania

Una serie di incontri di formazione per giovani che desiderano scoprire la propria vocazione missionaria, in vista di una esperienza di servizio con i bambini disabili albanesi dal 1 al 16 agosto 2019, si svolgerà nella parrocchia di San Giovanni Bosco a Palermo, a partire dal 2 aprile 2019, dalle ore 21 alle 22.30.

Gli incontri organizzati dalla Caritas diocesana, dalla Pastorale giovanile e dall’Ufficio missionario, in vista del si svolgeranno secondo il seguente calendario: 7 e 31 maggio, 11 e 25 giugno e 7 luglio 2019. Quest’ultimo incontro si svolgerà per tutte le diocesi dalle ore 9.45 alle 16.30

Info e iscrizioni: don Sergio Ciresi cell. 339/1650745 – Adriana cell. 339/7434382. Le adesioni con acconto di 150 euro sulla quota di partecipazione di 450 euro circa, da versare entro il 30 aprile 2019.

 

  1. Sul Tgweb il Reportage della visita al Papa

Un gruppo di pellegrini guidati dall’Arcivescovo a Roma restituiscono la visita al Papa, il monito di Mons. Lorefice: L’appartenenza alla massoneria è incompatibile con la fede cristiana e l’Arcidiocesi aderisce alla “24 ore per il Signore”. Sono alcuni dei servizi che questa settimana, propone il Tgweb dell’Arcidiocesi di Palermo, il magazine, ideato e realizzato dall’Ufficio per le Comunicazioni Sociali, con la collaborazione dei Servizi informatici che viene postato il sabato sul sulla pagina Facebook dell’Arcidiocesi e sul sito dell’Arcidiocesi.

Guarda il Tgweb: https://www.youtube.com/user/tgwebdiocesipa