A San Francesco di Sales formazione sulla “Teologia della predicazione”

Tag:, ,
Facebooktwitterpinterestmail

IN QUESTO NUMERO

IN PRIMO PIANO

  • A San Francesco di Sales formazione sulla “Teologia della predicazione”

NOTIZIE DIOCESIPA

  • Oratorio Parrocchia Santa Teresa del Bambin Gesù, verso una soluzione
  • Veglia di preghiera in Cattedrale: “Una luce contro la tratta”
  • Incontro catechisti dei catecumeni in Curia

NOTIZIE DALLE PARROCCHIE E DALLE ASSOCIAZIONI

  • Settimana di spiritualità e vocazionale al Santuario di Altavilla Milicia
  • Adorazione Eucaristica nella parrocchia Maria SS Assunta in Perpignano
  • Figure di Santità tra la diocesi di Palermo e di Monreale
  • Al Buccheri La Ferla celebrazioni per il Beato Padre Olallo
  • Giubileo Parrocchia Maria ss. Madre della Misericordia

AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI

  • Assemblea diocesana di Azione Cattolica a Baida
  • Recital del cantautore Rino Martinez nella Parrocchia Sant’Oliva
  • Commedia “San Giovanni Decollato” a Nostra Signora della Consolazione
  • Sul Tgweb si parla dei lavori al santuario della Madonna della Milicia

_________________________________________________

IN PRIMO PIANO

1. A San Francesco di Sales formazione sulla “Teologia della predicazione”

Dopo avere tenuto una tre giorni di aggiornamento pastorale nella casa diocesana di Baida al Clero, sul tema della “Teologia della predicazione”, don Armando Nugnes, docente di “Teologia dogmatica” presso la Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale – sezione “San Luigi”, venerdì 14 febbraio 2020, relazionerà anche per i laici nella parrocchia di San Francesco di Sales a Palermo. L’incontro avrà inizio alle ore 18.30.

“Nell’ambito del nostro commino pastorale, dopo che al Clero – dichiara l’Arcivescovo, mons. Corrado Lorefice – si offre anche per i nostri laici una opportunità formativa. È importante che come Chiesa di Palermo ci appropriano della gioia del Vangelo perché la predicazione è l’annuncio del Vangelo cioè Gesù stesso che è carne degli uomini. Nella teologia della predicazione, la Chiesa confessa la sua Fede nella gioia e nel coraggio di farsi esporre dalla Parola”.

Nelle sue relazioni, don Armando Nugnes ha spiegato che il Vangelo prima di essere un contenuto è un evento per quello che rappresenta e riempie il cuore di coloro che si fanno incontrare da Gesù. “In Evangelii gaudium si dice che Cristo è egli stesso il Vangelo e la sua bellezza è eterna nella novità che si colloca nella traduzione come memoria grata. Il cuore del Vangelo è la bellezza dell’amore salvifico di Dio manifestato in Gesù Cristo morto e risorto. La predicazione deve tornare al kerigma annuncio di salvezza che deve toccare il cuore come fuoco vivo dello Spirito. Ecco perché l’omelia si inserisce nel dialogo salvifico tra Dio e l’uomo e conduce a fare esperienza della nostra salvezza. Il predicatore è un profeta che predice oltre che liturgo e comunicatore. Inoltre il predicatore è un uomo spirituale. È un uomo che sa rileggere le situazioni alla luce dello Spirito e si fa trasformare dalla Parola prima di riannunciarla. È un facilitatore del dialogo tra Dio e il suo popolo senza assumere il ruolo del protagonista. Il predicatore non parla al posto di Dio ma gli apre la porta”.

NOTIZIE DIOCESIPA

1. Oratorio Parrocchia Santa Teresa del Bambin Gesù, verso una soluzione

Si va verso una soluzione mediata, della vertenza relativa all’uso dell’oratorio della Parrocchia Santa Teresa del Bambin Gesù a Palermo. “Probabilmente tutto poteva essere fatto in maniera diversa – dichiara il parroco p. Roberto Ciulla – sia da parte nostra, sia da parte dei condomini. Spero che nell’arco di poche settimane si possa arrivare ad una conciliazione. Ormai il passato c’è stato, ma adesso non dobbiamo negare la possibilità di utilizzare questo spazio che è dei bambini, delle famiglie e degli adulti, uno spazio per il gioco, la fraternità, per crescere insieme, nella bellezza dello stare insieme”.

Il Giudice civile del Tribunale di Palermo, a seguito delle lamentele di alcuni inquilini di un edificio di via Filippo Parlatore che si affaccia proprio sul cortile dell’oratorio, aveva accolto il ricorso presentato da cinque condomini, relativo ad un uso improprio di quello spazio, disponendo il ridimensionamento delle attività e l’esecuzione di lavori di insonorizzazione. In seguito al reclamo della parrocchia, la seconda sezione civile del Tribunale ha affidato a un consulente il compito di studiare tecnicamente il caso e deciderà il prossimo 28 febbraio 2020.

“Io non voglio più pensare al passato – aggiunge il parroco – penso al domani e spero che, anche attraverso lo strumento della legge, si possa arrivare a una soluzione comune, in vista della quale da parte nostra ci sarà da fare qualche passo indietro, come mi auguro facciano anche i nostri condomini, al di là di ogni questione personale”.

Intanto l’Arvivescovo venerdì andrà all’Oratorio in visita ufficiale per incontrare i volontari, i giovani e i ragazzi.

2. Veglia di preghiera in Cattedrale: “Una luce contro la tratta”

“Occorre che tutte le comunità nazionali ed internazionali possano impegnarsi per accogliere, proteggere e fare recuperare la dignità a queste persone”. Ad affermarlo l’Arcivescovo, mons. Corrado Lorefice, nel corso della veglia di preghiera svoltasi in Cattedrale in occasione della memoria di santa Bakita, e della 6a Giornata internazionale di preghiera e riflessione contro la tratta di persone. L’evento è stato organizzato dall’Usmi Sicilia in collaborazione con la Caritas diocesana, il Coordinamento anti tratta, Le Rose Bianche, il Segretariato attività ecumeniche (SAE) e la parrocchia di Sant’Antonino di Palermo, guidata dal parroco p. Gaetano Morreale. La veglia di preghiera si è svolta al termine della fiaccolata che era partita da piazza Sant’Antonino. L’invito rivolto all’assemblea è quello di un impegno comunitario e personale per conoscere la realtà della tratta di persone a livello globale e locale; pregare per le vittime della tratta perché termini questa schiavitù; chiedere una legislazione locale e nazionale che protegga le vittime, aiuti i sopravvissuti e persegua i trafficanti.

In presbiterio sono stati portati con la loro forte connotazione simbolica, un mappamondo e delle catene con due giovani che hanno mostrato cartelloni con due maschere bianche e i cartelli con le scritte “cliente” e “merce” e a rendere ancora più suggestiva la veglia gli intermezzi musicali del coro Gospel multietnico “Nightingales Singer Ensemble”.

“La cosa principale da fare è quella di fare emergere in tutto il suo spessore questo dramma – aggiunge l’Arcivescovo – occorre infatti dare voce ad una realtà che rischia di non essere colta. Spesso, infatti, ci si lascia risucchiare dall’ordinarietà ma bisogna diventare moltiplicatori del bene nella nostra quotidianità avendo cura di chi è più ferito e fragile. Ci conforta il fatto che sta crescendo sempre di più la forte sensibilità di alcuni gruppi che, la sera e la notte, si spendono con grande senso di responsabilità e coraggio per manifestare a queste ragazze una prossimità senza lasciarle sole ed abbandonate da tutti. Dobbiamo, però, continuare a fare cultura nello stesso tempo per dire che la tratta è profondamente disumana. Occorre che tutte le comunità nazionali ed internazionali possano impegnarsi per accogliere, proteggere e fare recuperare la dignità a queste persone. Penso a noi che ci affacciamo sul Mediterraneo e a quante di queste persone vengono illuse, quando arrivano in Italia, ritrovandosi poi preda di una schiavitù senza scrupoli mentre cercavano, invece, la libertà”.

3. Incontro catechisti dei catecumeni in Curia

Venerdì 14 febbraio 2020, alle ore 16,30, nel salone card. “Luigi Lavitrano” della Curia arcivescovile in via Bonello, 2 a Palermo, si svolgerà un incontro dei catechisti che si occupano della preparazione dei Catecumeni. L’appuntamento è stato organizzato dal Servizio Catecumenale Diocesano, diretto dal diacono Giovanni Di Simone.

NOTIZIE DALLE PARROCCHIE E DALLE ASSOCIAZIONI

1. Settimana di spiritualità e vocazionale al Santuario di Altavilla Milicia

Con l’accoglienza delle reliquie di Sant’Annibale Maria di Francia è iniziata la Settimana vocazionale Parrocchiale organizzata dalla Parrocchia -Santuario Madonna della Milicia che si svolgerà fino a domenica 16 febbraio 2020. Durante la settimana sono previste diverse iniziative che coinvolgeranno i vari gruppi parrocchiali. Il busto con le reliquie di Sant’Annibale Maria Di Francia, accolte dal Parroco e Rettore, don Salvo Priola e dai fedeli è stato posto accanto l’ambone del Santuario Madonna della Milicia. L’iniziativa darà il via ad un’intensa settimana di spiritualità con l’ordine dei Rogazionisti, una cui delegazione guidata da padre Angelo Sardone, e le Suore Figlie del Divino Zelo, Laici Rogazionisti sarà ospite in paese. Sant’Annibale Maria di Francia nato e vissuto a Roccalumera, in provincia di Messina, il cui santuario di Sant’Antonio da lui fondato ne custodisce i resti sacri, era esponente di una nobile famiglia che rinunziò agli averi per dedicarsi ai poveri ed agli ammalati. Fu fondatore, tra l’altro, dell’ordine dei rogazionisti, dediti alla preghiera per la vocazione.

2. Adorazione Eucaristica nella parrocchia Maria SS Assunta in Perpignano

Giovedì 13 febbraio 2020, alle ore 21, don Leoluca Pasqua, padre spirituale in Seminario, presiederà un’adorazione Eucaristica presso la parrocchia Maria SS Assunta in Perpignano, guidata da don Giuseppe Zucchetto. Nel corso dell’incontro di preghiera don Pasqua terrà una riflessione sul tema del Pettegolezzo.

3. Figure di Santità tra la diocesi di Palermo e di Monreale

“La Santità della porta accanto” è l’iniziativa organizzata dalla Scuola Teologica di Base dell’Arcidiocesi di Palermo “San Luca Evangelista” diretta da don Salvo Priola e dalla Scuola Teologica di Base dell’Arcidiocesi di Monreale “Mons. Francesco Testa”, diretta da don Simone Billeci che segna l’inizio di una fruttuosa e bella collaborazione tra le due scuole di teologia.

L’incontro sulle “Figure di Santità” tra la diocesi di Palermo e di Monreale si svolgerà presso la Facoltà teologica di Sicilia “San Giovanni Evangelista” sabato 15 febbraio 2020, in due sessioni, quella mattutina che sarà inaugurata dall’Arcivescovo, mons. Corrado Lorefice alle ore 10 e quella pomeridiana a partire dalle ore 15. Concluderà i lavori mons. Salvatore Di Cristina, Arcivescovo Emerito di Monreale.

4. Al Buccheri La Ferla celebrazioni per il Beato Padre Olallo

Domenica 16 febbraio 2020, alle ore 10 sarà celebrata la Santa Messa nella Chiesa Madonna delle Lacrime dell’Ospedale “Buccheri La Ferla Fatebenefratelli” con la quale avrà inizio la visita Canonica Generale da parte del Visitatore Generale, Fra José Augusto Gaspar. Successivamente sarà occasione per celebrare il 200° anniversario dalla nascita del Beato José Olallo Valdés, un religioso che appartenne all’Ordine dei Fatebenefratelli, vissuto a Cuba nella seconda metà dell’800. La sua vita e figura sarà illustrata da Fra Giuseppe Magliozzi.

“Abbiamo voluto organizzare questo momento solenne per ricordare il nostro confratello, che ha vissuto esclusivamente per fare del bene agli ultimi – spiega fra Alberto Angeletti, il Superiore dell’Ospedale – in quanto è stato un uomo giusto e di animo generoso e un modello di virtù dal cuore ardente di amore per i «fratelli prediletti» e con l’auspicio che il suo esempio possa essere da modello per tante persone”.

Beato Padre Olallo, visse affrontando grandi sacrifici e difficoltà, ma sempre con rettitudine e forza d’animo, la sua vita consacrata e ospedaliera durante il periodo di soppressione degli Ordini religiosi da parte dei governi liberali spagnoli, che comportò anche la confisca dei beni ecclesiastici. Dal 1876, in cui morì l’ultimo suo confratello compagno, al 1889 data della sua morte, visse da solo adoperandosi nel servizio degli ammalati, umile e obbediente verso tutti, con nobiltà di cuore, rispettando, servendo e amando tutti. Nel periodo della guerra dei 10 anni si dimostrò coraggioso nel custodire i suoi ricoverati, sempre prudente e senza rancori, lavorando a favore di tutti, ma con preferenza per i più deboli e poveri, per gli anziani e gli orfani, senza fare distinzione di razza nè di religione, mettendo a repentaglio la propria esistenza nel corso di eventi difficili, assistendo gli schiavi, difendendo l’ospedale, soccorrendo i feriti di guerra.

Dal 2009, in una proprietà attigua all’Ospedale Buccheri La Ferla, in collaborazione con l’AFMAL (Associazione con i Fatebenefratelli per i malati lontani) è stata realizzata un’opera benefica dedicata al Beato Olallo, nella quale trovano ospitalità i senza tetto della città. E’ attivo un servizio docce aperto il mercoledì pomeriggio, un servizio di banco alimentare che fornisce generi di prima necessità a circa a 130 famiglie bisognose. Inoltre, dal 7 marzo 2016 ha aperto le porte il Centro di Accoglienza notturno. Ogni sera, rispondendo alle necessità dei più deboli, vengono ospitati, in un clima familiare e amichevole, quindici senza tetto senza discriminazioni razziali, culturali e religiose e ciò nel rispetto del carisma di San Giovanni di Dio (Fondatore dell’Ordine dei Fatebenefratelli). Inoltre per tre volte a settimana i volontari “Gli angeli di San Giovanni di Dio” distribuiscono la cena ai senza fissa dimora della stazione centrale, diventando un punto di riferimento e che a volte rappresenta l’unico pasto della giornata.

5. Giubileo Parrocchia Maria ss. Madre della Misericordia

Domenica 16 febbraio alle ore 11.30, l’Arcivescovo don Corrado Lorefice, presiederà una solenne celebrazione Eucaristica presso la Parrocchia Maria ss. Madre della Misericordia, guidata da don Alessandro Manzone. A conclusione dei festeggiamenti per il 50° anno di dedicazione della.

AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI

1. Assemblea diocesana di Azione Cattolica a Baida

“Ho un popolo numeroso in questa città” è il tema della XVII Assemblea diocesana dell’Azione Cattolica che si svolgerà il 15 e 16 febbraio 2020, presso la Casa diocesana “S. Pappalardo” di Baida.

Programma:

Sabato 15 febbraio 2020

ore 16 – Momento di preghiera e saluti.

Intervento del Presidente diocesano uscente

Intervento del Delegato della Presidenza nazionale

Nomina ed insediamento dell’ufficio di Presidenza dell’assemblea

Lettura della bozza del documento assembleare

Celebrazione dei Vespri

Domenica 16 febbraio 2020

Ore 8,45 – Celebrazione Eucaristica presieduta da mons. Corrado Lorefice, Arcivescovo metropolita di Palermo e conferimento del mandato ai presidenti parrocchiali;

ore 10.30 – Apertura seggi e proposte di modifica ed approvazione documento assembleare;

ore 12.30 – Chiusura seggi;

ore 13.00 – Proclamazione degli eletti e conclusione.

2. Recital del cantautore Rino Martinez nella Parrocchia Sant’Oliva

Il cantautore e missionario laico Rino Martinez, si esibirà in un recital per la Missione Bambini da salvare che si svolgerà sabato 15 febbraio 2020, alle ore 21 nella Parrocchia di Sant’Oliva di corso Calatafimi, 484 a Palermo, guidata da mons. Enzo Monaco. Sarà presente l’Arcivescovo Corrado Lorefice.

“Nel corso dello spettacolo ricorderemo 3P, Padre Pino Puglisi – dichiara Martinez – e i nostri bambini della foresta Congolese, dove rientrerò a fine febbraio. La malaria mi ha molto debilitato ma devo assolutamente andare perché, tra gli altri, dobbiamo salvare la vita a 11 bambini malnutriti che dovrò trasferire in un ospedale attrezzato. Canterò, canteremo insieme e la vostra massiccia partecipazione sarà per noi un grande dono”.

3. Commedia “San Giovanni Decollato” a Nostra Signora della Consolazione

Il gruppo teatrale della Parrocchia Nostra Signora della Consolazione, guidata da don Giovanni Cassata, mette in scena la commedia in tre atti di Nino Martoglio “San Giovanni Decollato” per la regia di Roberto Spicuzza. Due le rappresentazioni, al teatro di via Almilcare Barca a Palermo, sabato 15 febbraio alle ore 21 e domenica 16 febbraio, alle ore 17.30. I biglietti sono disponibili in parrocchia.

4. Sul Tgweb si parla dei lavori al santuario della Madonna della Milicia

Il Santuario diocesano di Altavilla Milicia si rifà il look, per la Giornata del Padre Nostro celebrazione ecumenica tra e chiese sorelle, il Cav, il Centro Aiuto alla Vita di Bagheria festeggia i 22 anni di attività con una serie di iniziative. Sono alcuni dei servizi che questa settimana, propone il Tgweb dell’Arcidiocesi di Palermo, il magazine, ideato e realizzato dall’Ufficio per le Comunicazioni Sociali, con la collaborazione dei Servizi informatici che viene postato il sabato sulla pagina Facebook dell’Arcidiocesi e sul sito dell’Arcidiocesi.

https://www.youtube.com/user/tgwebdiocesipa