Aperto ufficialmente l’anno pastorale 2013/2014

Facebooktwitterpinterestmail

IN PRIMO PIANO

  • Aperto ufficialmente l’anno pastorale 2013/2014

NOVITÀ DIOCESIPA

  • Nominato il nuovo direttore della Caritas diocesana 
  • Frà Benigno nominato esorcista dell’Arcidiocesi di  Palermo
  • La qualificazione teologica dei laici apre concrete prospettive pastorali

NOTIZIE DALLE PARROCCHIE E DALLE ASSOCIAZIONI

  • Nella Comunità di San Giovanni Bosco a Bagheria, presentazione del libro “Educare nel tempo della post-modernità”
  • Serra club, si insedia il nuovo presidente
  • L’Acos a convegno su “Umanizzare il servizio e le politiche Sanitarie”

AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI

  • Radio Maria organizza l’ora di spiritualità al Pagliarelli
  • Le attività didattiche 2013/2014 del Museo Diocesano di Palermo in anteprima
  • Pellegrinaggio delle famiglie a Roma

 

IN PRIMO PIANO
1. Aperto ufficialmente l’anno pastorale 2013/2014

Domenica scorsa il rito della posa della prima pietra della erigenda chiesa intitolata al Beato Giuseppe Puglisi, il giorno dopo la santa messa in Cattedrale, nel giorno della memoria del presbitero palermitano ucciso dalla mafia, martedì l’inaugurazione dell’Anno Accademico della Facoltà teologica di Sicilia e l’assemblea diocesana. Sono stati questi gli avvenimenti che hanno scandito l’inizio dell’anno pastorale dell’Arcidiocesi di Palermo. 
Si è iniziato domenica con l’emozionante rito della posa della prima pietra della chiesa intitolata al Beato Puglisi che sorgerà nel terreno di via Fichidindia a Brancaccio. All’interno della pietra, che era stata benedetta dal Santo Padre Francesco, è stato inserito il documento firmato dai cardinali Paolo Romeo e Salvatore De Giorgi, dall’arcivescovo emerito di Monreale mons. Salvatore Di Cristina, del vescovo ausiliare mons. Carmelo Cuttitta, dal cancelliere mons. Pippo Oliveri e dal parroco don Maurizio Francoforte.
“Don Pino, non appena iniziò il suo ministero a Brancaccio – ha detto il card. Romeo – si rese subito conto della necessità di offrire al territorio un luogo che fosse un punto di riferimento per i cittadini per costruire un cammino di sano avvenire”.
Appartenuto al costruttore mafioso Giovanni Ienna, ritenuto vicino ai boss Graviano, il terreno è stato affidato al Comune che, a sua volta, lo ha ceduto in comodato d’uso alla curia arcivescovile. Non si conoscono ancora i tempi esatti di realizzazione, che dovrebbero concludersi entro la fine del 2015 con a disposizione circa 4 milioni e mezzo di euro, per l’aula liturgica da 750 posti a sedere, un auditorium, impianti sportivi, locali per attività ricreative e catechistiche.
“La speranza – ha sottolineato il parroco di San Gaetano, don Maurizio Francoforte – è che arrivi presto anche l’ultima pietra per completare l’opera. Puntiamo molto sulle nuove generazioni a cui va insegnato un modello di vita diverso, improntato su legalità, giustizia e verità”.
Lunedì in Cattedrale l’Arcivescovo Emerito, il card. Salvatore De Giorgi, in occasione della memoria del Beato Giuseppe Puglisi ha presieduto una celebrazione Eucaristica alla quale hanno partecipato il card. Paolo Romeo, l’Arcivescovo emerito di Monreale mons. Salvatore Di Cristina e il vescovo ausiliare mons. Carmelo Cuttitta, oltre a tanti presbiteri e diaconi. Dopo la benedizione con le reliquie del Beato i fedeli hanno reso omaggio a padre Puglisi che riposa all’interno del sarcofago presso l’altare dell’Immacolata.  
Martedì è stata la volta dell’inaugurazione dell’Anno Accademico della Facoltà teologica di Sicilia. Dopo il saluto del preside don Rino La Delfa è seguita la prolusione sul tema: “Cambiamenti nel mondo accademico a livello Europeo. Identità e funzione della Teologia” tenuta da mons. Vincenzo Zani, segretario della Congregazione per l'educazione Cattolica. Al termine sono stati consegnati i Diplomi di grado Accademico dell’anno 2013.
In serata in Cattedrale l’assemblea diocesana. Due le relazioni: quella di mons. Ignazio Sanna, arcivescovo di Oristano, membro della Commissione Episcopale per la Dottrina della Fede, l’annuncio e la catechesi su: “Tempo di nuova evangelizzazione: essere Chiesa oggi” e di don Mario Torcivia, docente di spiritualità che ha sviluppato il tema: “Giuseppe Puglisi. L'azione pastorale informata dal Vangelo”.
“Oggi non si può parlare di nuova evangelizzazione – ha detto mons. Vincenzo Zani – piuttosto occorre parlare di credenti credibili che diano la loro autentica testimonianza del Vangelo che deve essere riproposto in termini più convincenti”.

NOVITÀ DIOCESIPA
1. Nominato il nuovo direttore della Caritas diocesana 

Con decreto del 14 ottobre 2013, il Card. Paolo Romeo ha nominato il nuovo direttore della Caritas diocesana. Si tratta di don Sergio Mattaliano che sostituisce mons. Benedetto Genualdi che ha ricoperto tale incarico per 14 anni, dal 1999. Il nuovo direttore avrà come vice Mario Sedia, che ricopre pure l’incarico di presidente dell’Azione Cattolica diocesana.
“Ho accettato l’incarico con spirito di servizio verso la Chiesa – afferma don Mattaliano – e non nascondo un certo timore per la grande responsabilità che mi piove sulle spalle in maniera inaspettata. Fino ad ora ho maturato una certa esperienza nella Caritas parrocchiale, ma mi rendo conto che a livello diocesano sarà tutta un’altra cosa. Confido nella collaborazione di quanti già operano da anni in questo delicato settore, certo che facendo ognuno qualcosa, come diceva padre Puglisi, possiamo fare tanto”. 
Don Mattaliano 42 anni, presbitero dal 18 aprile 1998, componente del Consiglio presbiterale e del Collegio dei consultori, manterrà l’ufficio di Parroco della Parrocchia San Giovanni Maria Vianney.

2. Frà Benigno nominato esorcista dell’Arcidiocesi di  Palermo
Ad inizio del nuovo anno pastorale, l’Arcivescovo, il card. Paolo Romeo ha provveduto a nominare il nuovo Esorcista dell’Arcidiocesi nella persona di Frà Benigno di Gesù Povero (al secolo Calogero Palilla) OFM rinnovati. L’Arcivescovo ha inoltre nominato P. Josè Manuel Denetro Garcia dei Legionari di Cristo, vicario Parrocchiale della Parrocchia Madonna di Lourdes a Palermo.

3. La qualificazione teologica dei laici apre concrete prospettive pastorali
“La Scuola di Teologia di Base ha mostrato e continua a mostrare come nella nostra Arcidiocesi una qualificazione teologica dei laici possa aprire concrete prospettive pastorali su cui abbiamo il dovere innanzitutto di credere, e perciò di investire”.
Lo ha affermato il cardinale Paolo Romeo in occasione della Festa di San Luca, patrono della Teologia di Base che ha aperto l’anno scolastico 2013/2014 con una celebrazione in Cattedrale.
Il presule nella sua riflessione omiletica a ripreso un concetto contenuto nel “motu proprio” di indizione dell’anno della Fede di Papa Benedetto XVI con cui ha affermato che la triplice scansione del “confessare – celebrare – testimoniare” sembra un valido e costante riferimento per la vita della Scuola di Teologia di Base. Quindi ha ringraziato tutti docenti e il Direttore della Scuola don Salvatore Priola che insieme ai membri del Direttivo, continua a far maturare sempre più e sempre meglio questa iniziativa profetica nata  dallo zelo pastorale e dalle geniali intuizioni del compianto Cardinale Salvatore Pappalardo, nel solco dei cammini aperti dal Concilio Vaticano II.
I numeri relativi a questa particolare realtà teologica, rivolta a tutti i fedeli dell’Arcidiocesi siciliana parlano chiaro; nell’anno scolastico in corso la Scuola è, infatti, articolata in oltre 80 centri dislocati nei sei vicariati del territorio diocesano ed è frequentata da circa 2.000 allievi, al servizio dei quali opera un corpo docenti di 206 professori, che prestano il loro qualificato servizio a titolo gratuito.
“La scuola cresce non solo nei numeri – ha detto il Direttore della Scuola don Salvatore Priola – altresì nella stima e nell’apprezzamento pressoché di tutti nella nostra Chiesa. Non possiamo che dire grazie! Grazie al Signore, datore di ogni bene, grazie ai docenti, infaticabili e generosi, grazie agli allievi, docili e costanti, e, non ultimo, grazie anche a vostra Eminenza per la preghiera con la quale ha sostenuto e accompagnato il nostro lavoro, per aver voluto provvedere ad assicurare alla Scuola continuità ed efficacia nel servizio, confidandola alla nostra responsabilità”.

NOTIZIE DALLE PARROCCHIE E DALLE ASSOCIAZIONI
1. Nella Comunità di San Giovanni Bosco a Bagheria, presentazione del libro “Educare nel tempo della post-modernità”

Venerdì 25 ottobre, alle ore 17.45 nella Comunità di San Giovanni Bosco, in via Dante 99, a Bagheria, presentazione del libro di Giuseppe Savagnone “Educare nel tempo della post-modernità”, Elledici 2013. Interviene don Francesco Michele Stabile. Sarà presente l'autore. Seguirà dibattito.
“Viviamo in una società molto diversa da quella di cinquant’anni fa – spiega Giuseppe Savagnone – raramente, però, ci si interroga sul significato e le conseguenze di queste radicali trasformazioni in rapporto all’educazione. Dipende anche da questo se spesso genitori, insegnanti, catechisti, hanno l’impressione di non riuscire più a incidere sui giovani. Il fatto è che i loro messaggi si rivolgono a interlocutori inesistenti, quelli di ieri, perché non intercettano gli interessi, i problemi, la mentalità di quelli di oggi, che hanno sotto gli occhi, ma che non vedono. Questo libro si propone di aiutare gli educatori a prendere coscienza  dei cambiamenti in corso e a superare, così, l’abisso culturale che li separa dai loro ragazzi. Questo sforzo di comprensione può consentire di andare oltre la sterile recriminazione del passato e di stabilire con le nuove generazioni un reale dialogo, che rispetti le conquiste e gli elementi positivi del clima culturale post-moderno in cui siamo immersi, pur sollecitando un’adeguata consapevolezza di quelli più problematici”.

2. Serra club, si insedia il nuovo presidente
Venerdì 25 ottobre, alle ore 19 si apre l’anno sociale del Serra club Palermo. I soci si riuniranno in Seminario per il passaggio di consegne tra il Past presidente Pietro Leo e il nuovo Antonino Barbaccia. Seguirà la celebrazione per Eucaristica che sarà presieduta dal card. Paolo Romeo.

3. L’Acos a convegno su “Umanizzare il servizio e le politiche Sanitarie”
In occasione dell’apertura dell’Anno Sociale 2013/2014, l’Acos, Associazione Cattolica Operatori Sanitari dell’Arcidiocesi di Palermo organizza un Convegno sul tema: “Umanizzare il servizio e le politiche Sanitarie”. L’incontro avrà luogo sabato 26 ottobre 2013, alle ore 9 nell’Aula Magna dell’Ospedale “V. Cervello”.

AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI
1. Radio Maria organizza l’ora di spiritualità al Pagliarelli

Mercoledì 23 ottobre 2013, alle ore 16.40, dalla Casa Circondariale del “Pagliarelli”, si svolgerà l’ora di spiritualità,  in collegamento diretto con l’emittente radiofonica Radio Maria.
Il momento di preghiera, organizzato con i responsabili della sede regionale di Radio Maria sarà presieduto dai cappellani dell’istituto, e coinvolgerà molti ospiti della struttura che si distinguono  per il percorso spirituale intrapreso.
L’ora di spiritualità si aprirà con un saluto – invito che i detenuti dell’istituto rivolgono al Santo Padre, e si concluderà con la distribuzione di doni religiosi.
“L’iniziativa, si propone di  far vivere ai detenuti un momento di intensa spiritualità – spiega il direttore Francesca Vazzana – che, grazie alla presenza della Radio, consentirà alla comunità penitenziaria presente in questa struttura di aprirsi al mondo esterno, anche al di fuori dei confini nazionali,  sviluppando, in tal modo, una dimensione di preghiera priva di qualsiasi  barriera o distanza territoriale”.

2. Le attività didattiche 2013/2014 del Museo Diocesano di Palermo in anteprima
Il Servizio Didattico del Museo Diocesano di Palermo offre, per l’anno scolastico 2013/2014, una proposta didattica pensata per un pubblico diversificato con l’intento di favorire una maggiore conoscenza e fruizione dell’istituzione museale, e dell’arte sacra in particolar modo, in chiave storico-artistica e religiosa.
I progetti didattici sono sviluppati in base all’età e alle esigenze dell’utenza e si rivolgono a bambini e giovani, istituti scolastici di I e II grado, adulti, famiglie e gruppi. Ogni attività si basa su un approccio metodologico di carattere partecipativo e interattivo ed anche ludico per i più piccoli, in modo da dar la possibilità al pubblico di vivere il “museo” come spazio educativo e divertente, luogo di scoperta e di esplorazione. Le attività didattiche hanno avuto inizio l’1 ottobre 2013 e si concluderanno il 30 maggio 2014.
Le attività si effettuano presso la sede museale di Via Matteo Bonello, 2 a Palermo (Palazzo Arcivescovile, accanto alla Cattedrale), dal martedì al venerdì, domenica e festivi dalle ore 9.30 alle ore 13.30. Sabato dalle ore 10 alle ore 18. Lunedì chiuso.
Le prenotazioni, obbligatorie per tutte le attività, si effettuano contattando telefonicamente il Servizio Educativo al numero 091/6077215/303; inviando un fax al numero 091/6113642 o una mail all’indirizzo segreteriamuseo@diocesipa.it
Per le scuole si specifica che per confermare l’adesione è necessario inviare un fax al numero 091/6113642, indicando il nome della scuola, le classi partecipanti con relativo numero degli alunni e degli accompagnatori (max 2 docenti per classe) e la data dell’attività proposta e da concordare con gli operatori.
Per informazioni e chiarimenti: 091/6077215 – segreteriamuseo@diocesipa.it

3. Pellegrinaggio delle famiglie a Roma
L'Ufficio diocesano della Pastorale familiare ha organizzato la partecipazione al pellegrinaggio delle famiglie a Roma dal 26 al 27 ottobre 2013 in occasione della conclusione dell'anno della Fede organizzato dal Pontificio Consiglio per la Famiglia.  Il gruppo di 20 persone (il numero è dovuto alle possibilità logistiche offerte)  è composto da nonni, coppie, giovani e bambini.
“Si invitano le famiglie della Diocesi – dichiarano i direttori Lia e Giuseppe Re – ad unirsi spiritualmente all'iniziativa in preghiera sopratutto sabato 26 ottobre alle ore 18 dove le famiglie faranno la professione di fede sulla tomba di San Pietro.