Convegno Organismi pastorali regionali. “La crisi non deve spegnere la speranza”

Facebooktwitterpinterestmail

IN PRIMO PIANO

  • Convegno Organismi pastorali regionali. “La crisi non deve spegnere la speranza”

NOVITÀ DIOCESIPA

  • Incontri del Vescovo con i nubendi 
  • I catecumeni di Palermo da Papa Francesco

NOTIZIE DALLE PARROCCHIE E DALLE ASSOCIAZIONI

  • Peregrinatio delle reliquie del Beato Giuseppe Puglisi
  • Fiera di beneficenza per finanziare i lavori di restauro della Chiesa Madre di Caccamo
  • Vendita di torte per bambini organizzata dalla Cappellania universitaria
  • Nuovi organismi direttivi nell’Aimc siciliana

AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI

  • Identità e missione degli ex allievi di Don Bosco in Europa e nel Mediterraneo
  • Momento di preghiera a conclusione dell’Anno della Fede
  • Concerto della rassegna “Palermo Musica Antica”

IN PRIMO PIANO
1. Convegno Organismi pastorali regionali. “La crisi non deve spegnere la speranza”

L’epoca in cui viviamo è segnata da una crisi che non è soltanto economica, è una crisi dei valori, del tempo, dell’indifferenza, delle ideologie, della cristianità, della mancanza di futuro, ma è soprattutto un tempo senza ricerca di senso e questo è quello che più preoccupa. Frà Enzo Bianchi, priore della Comunità monastica di Bose a cui è stato affidato il compito di aprire il Convegno degli Organismi pastorali regionali che si sono riuniti all’Hotel Garden beach di Campofelice di Roccella per una quattro giorni di riflessione e di programmazione, ha sviluppato il tema affermando che la speranza tiene l’uomo in cammino.
Citando Ilario di Poitiers, nel suo Commento ai Salmi ha riportato la domanda di molti che gridano ai cristiani: “Dov’è, cristiani, la vostra speranza?” ha riferito che questa domanda deve essere assunta dai cristiani e dalle chiese di oggi come indirizzata direttamente a loro. Poco importa che in essa possano esservi toni di sufficienza o di scetticismo: il cristiano sa che per lui la speranza è una responsabilità. Secondo Bianchi questa responsabilità oggi è drammatica ed è una delle sfide decisive della chiesa che deve essere in grado di aprire orizzonti di senso. Vivere della speranza del Regno dischiusale dal Cristo. E sapere donare speranza a vite concrete, aprire il futuro a esistenze personali, mostrare che vale pena di vivere e di morire per Cristo.
Aprendo i lavori del Convegno, a cui hanno partecipato anche numerosi vescovi dell’Isola, il card. Paolo Romeo ha sottolineato l'impegno di evangelizzazione delle Chiese di Sicilia espresso anche dal martirio di alcune figure di cristiani siciliani: don Francesco Spoto, il giudice Rosario Livatino e don Pino Puglisi che è stato ricordato anche dai seminaristi del primo anno dell’Arcidiocesi di Palermo con una rappresentazione teatrale dal titolo: “Me l’aspettavo” per la regia dell’animatore del propedeutico don Fulvio Iervolino.
“Ancora oggi ci sono molti testimoni di Cristo nella nostra terra, ma c'è anche molto degrado, corruzione, sperequazioni sociali e indifferenza, conseguenza del peccato. Manca l'attenzione alla persona umana e la famiglia, in affanno, è assente. Ci ritroviamo – ha proseguito il Cardinale – non per commiserarci, ma per ritrovare slancio nel farci carico dei pesi degli altri. Siamo interpellati dai problemi sociali e, a metà del decennio sull'educazione, dobbiamo verificare il nostro impegno educativo concreto in vista del convegno di Firenze. Giovanni Paolo II rivolgendosi ai francesi ebbe a dire ‘Francia, cosa hai fatto del tuo battesimo?’.
Parafrasando quella espressione anche noi dovremmo chiederci: ‘cosa abbiamo fatto del Concilio Vaticano II? Questo momento di riflessione in questi giorni è per noi un momento di grazia. Dio ha una storia di salvezza per la nostra Isola – ha concluso Romeo – dobbiamo scoprirlo ascoltando lo Spirito Santo che ci parla anche attraverso la testimonianza dei fratelli”.
Per il segretario generale della Conferenza Episcopale Siciliana mons. Carmelo Cuttitta l’essere radunati insieme significa guardare al futuro non rimanendo inerti, piuttosto impegnati nel progettare il cammino pastorale della nostra Regione. “Ci ritroviamo a vivere momenti di stanchezza, ad affrontare la tentazione dell’isolamento – ha proseguito – ma vogliamo trovare linee comuni che ci portino a guardare alla nostra identità di popolo di Dio nella terra di Sicilia. Il nostro convenire insieme è occasione propizia per ascoltare la gente della nostra terra, i suoi bisogni e le sue aspirazioni insieme all’impegno di evangelizzazione”.

NOVITÀ DIOCESIPA
1. Incontri del Vescovo con i nubendi
 
Venerdì 22 novembre si svolgerà il primo incontro annuale del cardinale Paolo Romeo con i nubendi. L’iniziativa organizzata dall’Ufficio di Pastorale familiare diocesana diretto da Lia e Giuseppe Re – Don Giovanni Basile – Don Fabrizio Fiorentino, si svolgerà in Cattedrale alle 21.
“Festeggeremo insieme – dicono i direttori – come Chiesa di Palermo a servizio dei fidanzati e delle famiglie nuove che  si preparano a  celebrare la loro vita nuova nel Sacramento del Matrimonio. All’incontro sono invitati non solo i  fidanzati ma anche  le coppie degli animatori e i parroci. L’incontro con il Vescovo si concluderà con un dono offerto dall’Ufficio Pastorale e un momento di fraternità. Si invitano i parroci e gli operatori pastorali ad accompagnare i fidanzati  come momento vivo di comunione ecclesiale facendo preparare qualche domanda o intervento e se è possibile portare bibite e dolci da condividere  alla fine dell’incontro con semplicità e letizia”.
Gli altri incontri avranno luogo nelle seguenti date: 31 gennaio 2014 – 21 febbraio 2014  – 28 marzo 2014 – 9 maggio 2014 e 6 giugno 2014.

2. I catecumeni di Palermo da Papa Francesco
A conclusione dell’anno della Fede, sabato 23 novembre 2013, Papa Francesco incontrerà a Roma i catecumeni da tutta Italia. L’incontro, curato dal Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione, prevede una celebrazione della Parola nella basilica di San Pietro, presieduta dal Pontefice, alle 16. Il santo padre celebrerà l'ammissione al catecumenato di alcuni simpatizzanti della diocesi di Roma e di altri provenienti dalle diocesi italiane. Dall’Arcidiocesi di Palermo saranno due i simpatizzanti che verranno ammessi al catecumenato: Sandro Badagliacca della Parrocchia San Giuseppe Cafasso e Nadege Spinnato della parrocchia Sant’Espedito; cinque saranno i catecumeni: Haydee Georgeana Limbie Castro della parrocchia San Giovanni Apostolo, Kamaraku Albana della parrocchia Santo Sepolcro di Bagheria, Daniele Sorce e Tania Trippodo della parrocchia Sant’Anna di Santa Flavia e Vincenzo Manna della parrocchia Sant’Atanasio di Ficarazzi. Saranno accompagnati da alcuni catechisti che hanno generosamente scelto di essere insieme a loro, oltre che dal responsabile del servizio diocesano per il catecumenato della diocesi il diacono don Giovanni Di Simone.

NOTIZIE DALLE PARROCCHIE E DALLE ASSOCIAZIONI
1. Peregrinatio delle reliquie del Beato Giuseppe Puglisi

Continua la peregrinatio in tutte le parrocchie palermitane delle reliquie del Beato Giuseppe Puglisi, parroco-martire ucciso dalla mafia nel 1993. Questa settimana il reliquiario sarà nella sona Pastorale: Villagrazia – Falsomiele.
L’iniziativa è stata voluta dal cardinale Paolo Romeo per fare memoria del nuovo Beato e delle sue scelte di evangelizzatore, indicate come modello pastorale per tutta la Chiesa siciliana.
L'elenco completo delle parrocchie con le date fino al 12 dicembre (sono quelle del Primo Vicariato) è pubblicato sul sito dell'Arcidiocesi di Palermo. I quartieri coinvolti in questa prima fase sono: Brancaccio, Ciaculli, Sperone, Settecannoli, Villagrazia, Falsomiele, Villa Tasca, Mezzomonreale, Montegrappa, Santa Rosalia.  Il reliquiario del nuovo Beato proclamato il 25 maggio scorso, andrà poi anche negli altri quartieri di Palermo.
Programma della settimana nella zona Pastorale: Villagrazia – Falsomiele
23 e 24 Novembre – Parrocchia S. Caterina da Siena
25 Novembre – Parrocchia Sacro Cuore
26 Novembre – Parrocchia Maria SS. del Buon Consiglio
27 Novembre – Parrocchia S. Luca
28 Novembre – Parrocchia Maria SS. delle Grazie
29 Novembre – Parrocchia Maria SS. di Pompei

2. Fiera di beneficenza per finanziare i lavori di restauro della Chiesa Madre di Caccamo
Una Fiera di beneficenza è stata organizzata dalla Parrocchia di San Giorgio Martire a Caccamo, guidata da don Giuseppe Calderone all’Oratorio SS Sacramento e Chiesa S. Antonio Abate dalle ore 10 alle 19.30. Il ricavato di queste manifestazioni sarà devoluto in beneficenza per i lavori di restauro della Chiesa Madre di Caccamo (PA).
Dopo la prima giornata che si è svolta domenica scorsa, il programma prevede domenica 24 novembre 2013 lo “Sfincione Day” e Domenica 1 Dicembre 2013 “U Pani Cu' L'ogghiu più grande di Sicilia”.
Durante la mattinata intrattenimento a cura del Gruppo Folk “U Casteddu” e del Gruppo Sbandieratori Città di Caccamo.

3. Vendita di torte per bambini organizzata dalla Cappellania universitaria
La Cappellania universitaria, diretta da don Riccardo Garzari, organizza una vendita di torte, il cui ricavato sarò devoluto in beneficenza a favore dei bambini ospitati in alcune casa famiglia. La manifestazione avrà luogo oggi (mercoledì 20 novembre), sotto il portico dell’edificio della facoltà di Architettura in viale delle Scienze, dalle ore 11.30 alle 16.

4. Nuovi organismi direttivi nell’Aimc siciliana
Cecilia Belfiore, dirigente scolastica in Giarre, è la nuova presidente regionale dell’Associazione Italiana Maestri Cattolici siciliana. E’ stata eletta all’unanimità dal nuovo Consiglio regionale eletto dal Congresso regionale dell’Associazione tenutosi a Palermo il 16 e 17 novembre. Sostituisce Giovanni Perrone che è stato presidente dal 1999. Del nuovo Consiglio sono stati chiamati a far parte, oltre ai presidenti provinciali dell’Associazione, Antonia Adamo, Santino Cerami, Giuseppa Di Mauro, Adele Giuppa, Giovanna Insalaco, Rosaria Lo Presti, Pietro Mangione, Gabriella Notarrigo, Sara Petronaggi, Angela Rizzo Faranda, Cettina Scavo, Cinzia Vetrano.
Il Consiglio regionale, riunitosi subito dopo l’elezione, ha eletto la presidente e, su proposta della stessa, ha affidato gli incarichi di vice presidente a Giovanni Perrone, segretaria a Marina Ciurcina, amministratore a Santino Cerami. Nella prossima riunione il Consiglio provvederà ad affidare gli altri incarichi e a stilare il programma associativo. Il Congresso è stato presieduto da Rino La Placa.
Le relazioni congressuali sono state tenute dal presidente uscente, Giovanni Perrone, e da Paolo Centomani, componente il Gruppo Operativo Nazionale dell’AIMC. Il Congresso è stato arricchito dalle relazioni dell’assistente nazionale dell’AIMC, p. Salvatore Currò, e del componente la Commissione Nazionale per le Indicazioni scolastiche, Damiano Previtali.
Nel corso dei lavori congressuali hanno svolto interventi Antonio Bellingreri, ordinario della Cattedra di Pedagogia della Famiglia dell’Università di Palermo; Alfio Briguglia, direttore dell’Ufficio regionale di pastorale scolastica; Vito Cudia, segretario regionale della CISL Scuola; Nicola Iemmola, presidente regionale FISM, Giuseppe Russo, residente provinciale Associazione Genitori,  Raffaele Zarbo, dirigente Ufficio Scolastico Regionale. 

AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI
1. Identità e missione degli ex allievi di Don Bosco in Europa e nel Mediterraneo

Si inaugurerà giovedì 21 novembre a Malta l’XI Eurobosco, Congresso Europeo degli Ex allievi di Don Bosco, che vede la partecipazione di oltre 100 rappresentanti di 11 Federazioni Nazionali. Tra di essi una folta delegazione siciliana.
Dopo la lettura del Messaggio del Rettor Maggiore D. Pascual Chavez, i saluti ufficiali del Delegato Ispettoriale D. Paul Formosa, del Presidente Nazionale sig. Saviour Bianchi,  del Delegato Mondiale D. Josè Pastor Ramirez, del Consigliere Mondiale incaricato per l’Europa Prof. Isaac Tunez,  il Presidente Confederale, il palermitano dott. Francesco Muceo, aprirà ufficialmente il Congresso.
La giornata di domani sarà interamente di lavoro congressuale. Nella mattinata avrà luogo la conferenza dello spagnolo prof. Carlos Berenguer Sanchez  dal titolo: “L'identità e la missione degli Ex allievi di Don Bosco oggi”. Seguiranno tre esperienze denominate di “buona pratica”: Piattaforma di Business (a cura della Federazione della Slovacchia), Il rapporto tra gli Exallievi di Don Bosco ed il Movimento giovanile solidale salesiano, Progetto con Haiti (presentato dalla Federazione Francese) e Incontri Nazionali Gex (sviluppato dalla Confederazione Spagnola),
I lavori si concluderanno con la presentazione del piano di formazione della Confederazione Mondiale, Camminando verso il Bicentenario.
Nel pomeriggio avrà luogo l’intervento del maltese Dr. Michael Frendo già Ministro degli Esteri sul tema “L'impegno degli Ex allievi di Don Bosco nel fenomeno migratorio in Europa”.
Nella giornata di domani Sabato 23 novembre le Federazioni Nazionali elaboreranno le tematiche ascoltate il giorno precedente nonché presenteranno le loro singole relazioni. Nel pomeriggio avrà luogo la visita della Capitale La Valletta con la Cattedrale di S. Giovanni. Completerà la giornata  la Santa Messa presso l’Istituto Salesiano San Patrick, presieduta da S.E. Card. Giuseppe Versaldi, Presidente della Prefettura degli Affari Economici della Santa Sede. Il 24 novembre giorno conclusivo dell’Eurobosco, avranno luogo gli interventi di Mons. Cremona, Arcivescovo di Malta, e di D. Charles Cini, Delegato Nazionale degli Exallievi di Malta, ed infine si procederà alla discussione ed all`approvazione delle risoluzioni finali.

2. Momento di preghiera a conclusione dell’Anno della Fede
Domenica 24 novembre, solennità di Cristo Re, si conclude l’Anno della Fede indetto dal Papa Benedetto XVI. Il Consiglio Nazionale dell’OFS, per l’occasione, propone a tutte le Fraternità d’Italia un momento di preghiera. Il Consiglio della Fraternità di Termini Imerese ha programmato l’appuntamento per giovedì 21 novembre alle ore 18 al Monastero Santa Chiara quando si terranno anche le ammissioni all’OFS.

3. Concerto della rassegna “Palermo Musica Antica”
Concerto-evento con la viola da gamba di Cristiano Contadin, venerdì 22 novembre 2013, presso l’Oratorio di Santa Cita, alle ore 21.15, per la XXIV rassegna  “Palermo Musica Antica”. L’artista veneto, vincitore con le incisioni del suo ensemble “Il Suonar Parlante” di riconoscimenti internazionali quali Diapason d'Or, Le choc de la Musique e Preis des deuthschen Schallplatten, ha anche collaborato con famosi jazzisti e compositori quali Kenny Wheeler e Uri Caine. Nel suo recital, accanto a Contrappunto di Garau con elettronica in tempo reale, e a una personale rielaborazione fra Schenk e Bach, spiccano i più popolari e amati “must” del repertorio per viola da gamba dalle origini (Ganassi) a Hume, Forqueray, Marais, Caix d’Hervelois.