Giornata Pro seminario 2019

Tag:, ,
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

IN QUESTO NUMERO

IN PRIMO PIANO

  • Giornata Pro seminario: “Gesto di squisita sensibilità ecclesiale e amore”

NOTIZIE DIOCESIPA

  • UCSI Palermo, Michelangelo Nasca confermato presidente
  • La Chiesa spazio di incontro nel numero di novembre di Poliedro
  • Causa beatificazione padre Giovanni Battista Sidoti

NOTIZIE DALLE PARROCCHIE E DALLE ASSOCIAZIONI

  • Gli ex tossicodipendenti della Casa dei giovani al servizio dei poveri
  • La Parrocchia di San Giovanni Apostolo celebra il 40° Anniversario
  • A San Martino delle Scale si ricorda il primo parroco
  • Gli anziani in Pellegrinaggio alla Madonna del Ponte
  • Valigie di cartone: Patto di generazionalità a favore dei giovani siciliani

AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI

  • Due Parrocchie allo stadio “Renzo Barbera” gratis per sostenere la squadra rosanero
  • Nella Chiesa Maria Ss.ma Madre della Chiesa si presenta il volume “Donne in penombra”
  • All’Auditorium Gonzaga la presentazione del libro: “Prima gli ultimi”
  • Riprendono i “Lunedì di Cana”
  • Sul Tgweb si parla della giornata mondiale dei poveri

_________________________________________________

IN PRIMO PIANO

1. Giornata Pro seminario: “Gesto di squisita sensibilità ecclesiale e amore”

In occasione della Solennità di Cristo Re dell’Universo, sabato 23 e domenica 24 novembre, come ogni anno nella Solennità di Cristo Re dell’Universo, si celebrerà in tutte le parrocchie e le rettorie della nostra Arcidiocesi la Giornata per il Seminario. Ancora una volta saremo chiamati a considerare con attenzione pastorale e a pregare, per le vocazioni sacerdotali, nonché a sostenere la Comunità del Seminario.

“Questa giornata rappresenta un’occasione di fondamentale importanza per tutti noi e per le nostre comunità – afferma l’Arcivescovo, mons. Corrado Lorefice – che saranno chiamate a pregare per le vocazioni sacerdotali, riflettere sulla chiamata al presbiterato e sostenere economicamente la comunità in cui si formano i nostri futuri presbiteri. Aiutare concretamente il Seminario è un gesto di squisita sensibilità ecclesiale, di amore al luogo formativo che ci ha accompagnato al presbiterato, di amore al nostro stesso sacerdozio e al nostro presbiterio, di autentica carità ma è anche segno di gratitudine e di responsabilità nei confronti della nostra chiesa locale”.

Si tratta di una raccolta “imperata”, quale concreto e vitale sostegno per i seminaristi che le Parrocchie, i gruppi e le associazioni debbono sentirsi coinvolti nel processo di sostegno e promozione delle vocazioni presbiterali, nella convinzione che aiutare in questo modo il Seminario significa contribuire alla crescita della nostra Chiesa.

NOTIZIE DIOCESIPA

1. UCSI Palermo, Michelangelo Nasca confermato presidente

Il vaticanista, Michelangelo Nasca, docente di religione e direttore responsabile della rivista Theofilos della Scuola Teologica di Base “San Luca Evangelista”, riconfermato all’unanimità, per un secondo mandato consecutivo, presidente della sezione di Palermo dell’Ucsi. Riconfermata anche come vice presidente Sandra Pizzurro, giornalista di “Radio Spazio Noi”, l’emittente radiofonica dell’Arcidiocesi di Palermo.

“Il lavoro svolto in questi anni – ha detto Michelangelo Nasca – ci ha offerto la possibilità di una concreta presenza nel territorio della nostra Arcidiocesi. L’esperienza del giornalista cattolico non è un’etichetta che prevede particolari sconti nel mare magnum dell’informazione, anzi, per certi versi, talvolta, diventa persino più complesso. L’Ucsi Palermo, in sinergia con l’esperienza delle altre realtà Ucsi presenti in Sicilia, ciascuno nella propria realtà redazionale, desidera poter offrire un’informazione deontologicamente corretta ed equilibrata, ancorata alla verità e ai valori cristiani, lontanissima da giochetti del fraintendimento o delle velature ideologiche, con un particolare sguardo alle buone notizie, quelle che talvolta rimangono nell’ombra e sulle quali, invece, noi desideriamo scommettere. “Ogni persona libera, ogni giornalista libero – diceva Oriana Fallaci –, deve essere pronto a riconoscere la verità ovunque essa sia”.

Nel corso dell’incontro di mercoledì scorso, sono stati anche conferiti gli altri incarichi.  A Roberto Immesi è stato affidato l’incarico di segretario di sezione; mentre Katia Mammana ricoprirà il ruolo di tesoriere. Completano il consiglio direttivo: il diacono Pino Grasso, direttore del Centro Pastorale per le Comunicazioni Sociali, Adele Di Trapani, insegnante di religione, voce di “Radio Spazio Noi” e “Poliedro”, il mensile dell’Arcidiocesi di Palermo, Vilma Maria Costa, docente universitario e direttore responsabile di “Trinacria News”, Luca Insalaco, redattore di Migrantes; Guglielmo Francavilla, social media manager, Alessandra Turrisi, corrispondente di Avvenire e del Giornale di Sicilia e come new entry, Riccardo Rossi, portavoce della Missione di Speranza e Carità e direttore del giornale della missione: “La Speranza”, Serena Termini, collaboratrice di Redattore Sociale, responsabile della redazione di Palermo di “TelestradaPress”.

2. La Chiesa spazio di incontro nel numero di novembre di Poliedro

Si parla della Chiesa come spazio di incontro nel dialogo con padre Francesco Occhetta, del Sinodo sull’Amazzonia, di Ambiente, migranti, anziani e sulla presenza delle Paoline a Palermo da 90 anni. Sono alcuni degli articoli che propone “Poliedro”, il mensile dell’Arcidiocesi di Palermo, diretto da Nuccio Vara che nel suo editoriale parla di del Movimento delle valigie a cui serve un balzo avanti.

La rivista diocesana con articoli, inchieste e reportage fotografici, intende stimolare, senza censure e discriminazioni di alcun tipo, analisi, approfondimenti e dibattiti. Una vera e propria sfida che la redazione, disponibile ad accogliere suggerimenti e critiche, affronta con amore per la Chiesa e in compagnia di tutti coloro che, con o senza fede, cercano vie per la rinascita, cieli nuovi e terra nuova. Poliedro non è un notiziario della vita ecclesiale, ma un strumento di riflessione sia nel contesto metropolitano, sia nell’intera comunità diocesana, di nuove pratiche di evangelizzazione e di azione missionaria. Il tutto, in assoluta sintonia con il Magistero della Chiesa e con i percorsi di profondo e radicale rinnovamento avviati da Papa Bergoglio nella Chiesa Cattolica.

3. Causa beatificazione padre Giovanni Battista Sidoti

Lunedì 25 novembre alle ore 17.30, in occasione della visita del Santo Padre Francesco in Giappone, don Mario Torcivia, Postulatore della Causa di beatificazione, sarà ospite della trasmissione di TV2000 “Il diario di Papa Francesco” per presentare la figura di padre Giovanni Battista Sidoti.

Inoltre sabato 30 novembre 2019, alle ore 17, a Palermo, il sindaco Leoluca Orlando, alla presenza dell’Arcivescovo, mons. Corrado Lorefice, e di quanti vorranno intervenire, scoprirà una lapide bilingue (italiano e giapponese) affissa su un muro esterno della Biblioteca Centrale della Regione Siciliana, un tempo Collegio Massimo dei Gesuiti, presso il quale padre Giovanni Battista Sidoti si laureò un Sacra Teologia.

NOTIZIE DALLE PARROCCHIE E DALLE ASSOCIAZIONI

1. Gli ex tossicodipendenti della Casa dei giovani al servizio dei poveri

Passa anche attraverso servizi umili, quali il servizio alla Mensa della solidarietà della Caritas di Bagheria, il reinserimento sociale degli ex tossicodipendenti della “Casa dei giovani” che in occasione della Settimana della Caritas si sono resi utili nel preparare il pranzo e nel servizio a tavola per i poveri. “Per noi è un piacere svolgere questa attività a favore dei poveri che accudisce la Caritas e ci stiamo impegnando al massimo – afferma uno dei giovani – noi infatti, siamo ragazzi che nella vita abbiamo avuto bisogno e ci sono stati tanti che ci hanno aiutato ad uscire dal tunnel della droga. Veniamo dalla difficoltà della vita e pertanto è un onore servire ai tavoli questi nostri fratelli bisognosi”.

Il servizio dei ragazzi ospiti della comunità terapeutica della “Casa dei giovani” fondata e diretta da don Salvatore Lo Bue è una delle tante iniziative di carattere religioso, formativo e culturale della Settimana della Caritas per confrontarsi sui bisogni sociali e sanitari con quanti operano in città. Giovedì è prevista la “Giornata della raccolta del farmaco” che la Caritas cittadina propone per offrire un aiuto concreto alle persone che si rivolgono ai Centri d’ascolto delle Caritas parrocchiali con un gesto di carità. La raccolta avverrà nelle farmacie e parafarmacie della città che hanno aderito all’iniziativa con la formula del “farmaco sospeso”. In farmacia, oltre ad acquistare i farmaci di cui ha bisogno, chi lo vorrà potrà versare un contributo destinato alla Caritas (sul bancone delle farmacie è presente un salvadanaio per raccogliere le donazioni) che lo utilizzerà appunto per acquistare farmaci per chi ne ha necessità e non può comprarli. L’iniziativa del farmaco sospeso viene svolta dai volontari, insieme ai gruppi giovanili e continuerà nel tempo grazie alla disponibilità di 8 farmacie della città che hanno aderito alla proposta.

“Il momento clou della settimana – afferma la direttrice della Caritas cittadina, Mimma Cinà – sarà rappresentato dalla benedizioni dei locali concessi dall’amministrazione comunale, in comodato d’uso che saranno utilizzati come “Ambulatorio medico di prossimità”, a disposizione di tanti che ancora oggi non possono mettersi le cure sanitarie”. Sarà possibile grazie alla collaborazione e al contributo di tanti professionisti del settore appartenenti alle varie realtà sociali e tra questi i club Rotary e Lions di Bagheria, diretti rispettivamente da Teresa Greco e Rossella Franzone che si metteranno a disposizione di chi non ha i soldi, in alcuni periodi dell’anno, per poter affrontare le spese necessarie per curarsi. Nei progetti della Caritas, a palazzo Butera sarà create un Polo della salute, come punto di riferimento per tanti che hanno bisogno di assistenza sanitaria. La settimana non terminerà, ma continuerà tutto l’anno perché vogliamo camminare insieme senza lasciare nessuno indietro. La cultura dello scarto noi non la condividiamo affatto.

2. La Parrocchia di San Giovanni Apostolo celebra il 40° Anniversario

In festa la comunità parrocchiale di San Giovanni Apostolo, guidata dal parroco don Salvatore Petralia, che celebra con una serie di eventi il 40° anniversario della “21 Dicembre 1979 – 21 Dicembre 2019”. L’apertura dei festeggiamenti si è tenuta giovedì 21 novembre 2019 con una solenne celebrazione Eucaristica presieduta da mons. Giuseppe Oliveri, Vicario Generale dell’Arcidiocesi di Palermo, durante la quale è stata accesa la lampada votiva e l’artistica luminaria a cura della ditta Amodeo di Misilmeri.

Programma:

Martedì 3 Dicembre 2019

ore 21 – “Il Vangelo di S. Giovanni” a cura della prof.ssa Marida Nicolaci, docente presso la Pontificia Facoltà Teologica di Sicilia “S. Giovanni Evangelista” in Palermo;

Martedì 10 Dicembre 2019

ore 21:00 – “Il Discepolo amato” a cura di don Matteo Ingrassia, Parroco della Parrocchia S. Ciro e Giorgio Martiri in Marineo;

Giovedì 12 Dicembre 2019

ore 18:00 – Adorazione Eucaristica ininterrotta fino a Mezzanotte, con la proclamazione di tutto il Vangelo di San Giovanni;

Domenica 15 Dicembre 2019

ore 16:00 – Rappresentazione della Vita di San Giovanni Apostolo a cura dei bambini del catechismo;

Giovedì 19 Dicembre 2019

ore 21:00 – Concerto di Musica Sacra a cura del Coro Polifonico “Concentus Amicitiae” di Palermo;

Sabato 21 Dicembre 2019

ore 18:00 – giorno anniversario 40° della chiesa parrocchiale S. Messa Solenne presieduta da mons. Corrado Lorefice, Arcivescovo Metropolita dell’Arcidiocesi di Palermo;

24 Dicembre 2019

ore 22:30 – Solenne Veglia di Natale e benedizione della nuova statua di San Giovanni Apostolo;

25 Dicembre 2019

ore 9:45 e 11:30 – Ss. Messe

Venerdì 27 Dicembre 2019

ore 19:00 – Festa di S. Giovanni Apostolo S. Messa Solenne nella festività liturgica di S. Giovanni Apostolo, titolare della nostra Comunità Parrocchiale.

Sabato 28 Dicembre 2019

Ore 16:00 – Processione con la restaurata immagine di Gesù infante e la nuova statua di S. Giovanni Apostolo.

Domenica 29 Dicembre 2019

Ore 10:30 – S. Messa Domenicale di ringraziamento.

3. A San Martino delle Scale si ricorda il primo parroco

La comunità monastica di San Martino delle Scale commemora il centenario della morte del monaco don Ercole Tedeschi, superiore e primo parroco della parrocchia annessa al monastero, morto il 24 novembre 1919. Uomo di elevate qualità morali e spirituali, di grande spirito di iniziativa e capacità organizzative, don Ercole fu l’unico monaco a rimanere in monastero dopo la legge di soppressione degli ordini religiosi e l’incameramento dei beni ecclesiastici. Nonostante le immense difficoltà del tempo, pur in mezzo a traversie e a grandi sofferenze spirituali e fisiche, lottò molto per riuscire a salvaguardare il poco che era rimasto dopo la dispersione dei monaci e radunò un esiguo numero di monaci con il quale diede vita a una nuova piccola comunità monastica.

Per ricordare la sua tenacia e il suo operato e in segno di gratitudine per la sua eredità che giunge fino ai nostri giorni, la comunità monastica di San Martino ha organizzato una giornata commemorativa per valorizzare e far conoscere questa importante figura. Il programma di sabato 23 novembre prevede alcuni appuntamenti. Alle ore 16, nei locali dell’Abbazia, si terrà una tavola rotonda moderata dal prof. don Francesco Lomanto, Preside della Facoltà Teologica di Sicilia, alla quale partecipano don Mariano Colletta, don Anselmo Lipari, don Fabrizio Messina Cicchetti e il prof. Luigi Sanfilippo. Alle ore 18.30 il Padre Abate Vittorio Rizzone presiederà la Santa Messa in suffragio di don Ercole Tedeschi e alle 20 sarà inaugurata una piccola mostra di suoi cimeli e ricordi, che sarà visitabile fino al 22 dicembre 2019.

4. Gli anziani in Pellegrinaggio alla Madonna del Ponte

Il Servizio di pastorale anziani, diretto da Giovanni Di Cara, ha organizzato un pellegrinaggio interparrocchiale alla Madonna del Ponte, guidato da don Sebastiano Conticelli.

“La Madonna ci presenta il ponte che è Gesù che unisce la terra al cielo. – afferma Giovanni Di Cara – il culto alla Madonna del Ponte ha origine nel XIV sec. ad opera degli abati cistercensi del Monastero Santa Maria di Altofonte. Pietro Guzio, abate del Monastero fece costruire una chiesetta tra Balestrate e Trappeto che custodisce un’antica statua di legno una Madonna seduta che sostiene sul braccio sinistro Gesù Bambino. La leggenda narra che un vecchietto per ripararsi dalla pioggia si rifugiò in una grotta e nel buio vide un’immagine di donna seduta con in braccio Gesù. Entrambe le statue sono rivestite da abiti ricamati in oro e ricoperte da ex voto. Ogni anno, la seconda domenica di Pasqua l’immagine viene trasportata a Partinico dove resta fino alla seconda metà di novembre, quando viene riportata al Santuario della Madonna del Ponte”.

5. Valigie di cartone: Patto di generazionalità a favore dei giovani siciliani

Martedì 26 novembre 2019, alle ore 9.30 nella sala Mattarella dell’Ars a piazza del Parlamento, a Palermo, si svolgerà un convegno sul tema: “Una valigia di cartone, come frenare l’esodo dei giovani siciliani”. L’evento è organizzato dal Movimento valigie di cartone, dalla Parrocchia San Paolo Apostolo e dall’Associazione “Giovani 2017 – 3P”.

Dopo i saluti del presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè, interverranno mons. Giuseppe Marciante, vescovo di Cefalù, Steni Di Piazza, sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, Patrizia Di Dio, presidente della Confcommercio di Palermo, Gero La Rocca, presidente confindustria Sicilia Giovani, Pietro Busetta, docente dell’Università di Palermo, Marco Sajeva imprenditore, Alfio Mannino, segretario generale CGIL Sicilia, Sebastiano Cappuccio, segretario generale regionale Cisl Sicilia, Claudio Barone, Segretario generale regionale Uil Sicilia, Giovanni Imburgia imprenditore, Vittorio La Placa, Unicredit Spa, Salvatore Cacciola, responsabile U.O. Educazione e promozione alla salute Asp di Catania. Modera Alessandra Turrisi. Previsto l’intervento di alcuni giovani che racconteranno le loro gioie, angosce e desideri.

“Al termine dell’incontro – afferma don Antonio Garau del Movimento della valigia di cartone che concluderà i lavori – inviteremo i capigruppo di partiti a firmare un patto di generazionalità a favore dei giovani siciliani”.

AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI

1. Due Parrocchie allo stadio “Renzo Barbera” gratis per sostenere la squadra rosanero

Domenica 24 novembre 2019, 50 fedeli delle Parrocchie di San Giuseppe, guidata da don Nicola Bordonaro e della Madonna del Carmelo di Bagheria, guidata da don Antonino Governale, saranno sugli spalti dello stadio “Renzo Barbera” gratis, per assistere alla gara valevole per il campionato di calcio di serie D che la squadra rosanero disputerà contro il Messina.

L’opportunità è possibile grazie ad un accordo tra il Palermo calcio e la Curia Arcivescovile. L’accordo prevede che ad ogni partita casalinga della squadra rosanero, 25 fedeli ciascuno di due Parrocchie dell’Arcidiocesi di Palermo, segnalati preventivamente dai parroci, possano essere ospiti del Palermo calcio. I parroci una settimana prima della gara casalinga del Palermo, dovranno inviare all’Ufficio stampa dell’Arcidiocesi, al diacono Pino Grasso, una lista di 25 persone che avranno accesso dello stadio “Renzo Barbera”.

2. Nella Chiesa Maria Ss.ma Madre della Chiesa si presenta il volume “Donne in penombra”

Venerdì 22 novembre 2019, alle ore 17.15, nel salone parrocchiale della Chiesa Maria Ss.ma Madre della Chiesa viale Francia a Palermo si presenta il libro di Mariceta Gandolfo “Donne in penombra. Storie semiserie di donne poco importanti”. Dopo i saluti di Stefania Macaluso, introduce Alia D’Anna. Relatrice Marzia Snaiderbaur. Letture di Consueto Lupo. Sarà presente l’Autrice. L’evento è promosso dall’associazione culturale femminile le Rose Bianche e rientra nel calendario dei loro incontri culturali.

3. All’Auditorium Gonzaga la presentazione del libro: “Prima gli ultimi”

Venerdì 22 novembre 2019, alle ore 16, all’Auditorium Gonzaga di Palermo, presentazione del libro: “Prima gli ultimi”, Le storie di chi non si è girato dall’altra parte di Rino Canzoneri. Intervengono mons. Corrado Lorefice, il sindaco Leoluca Orlando e Francesco Micela, presidente del Tribunale per i Minorenni di Palermo. Previste le testimonianze di alcuni protagonisti del libro. Modera Fernanda Di Monte.

4. Riprendono i “Lunedì di Cana”

Lunedì 25 novembre 2018, alle ore 21, Convegno inaugurale del ciclo di incontri: “Dialoghi sulle dipendenze Ripartire dalla relazione”. Dal bisogno al desiderio. Itinerari Evolutivi e Terapeutici a cura del prof. Giovanni Salonia Ofm cap. L’incontro si terrà presso il Centro Oasi Cana per la Famiglia e la Vita, sito in Corso Calatafimi, 1057 a Palermo.

Nei prossimi mesi il ciclo di incontri proseguirà a gennaio con “Dipendenze da internet” e marzo con “Dipendenze affettive” e maggio “Sex addiction”.

Infomail: info@oasicana.it

5.Sul Tgweb si parla della giornata mondiale dei poveri

La Giornata mondiale dei Poveri celebrata alla Missione Speranza e Carità, a Bagheria nascerà un ambulatorio medico di prossimità e un Corso di caseificazione alla Missione Speranza e Carità permetterà di occupare una persona. Sono alcuni dei servizi che questa settimana, propone il Tgweb dell’Arcidiocesi di Palermo, il magazine, ideato e realizzato dall’Ufficio per le Comunicazioni Sociali, con la collaborazione dei Servizi informatici che viene postato il sabato sulla pagina Facebook dell’Arcidiocesi e sul sito dell’Arcidiocesi.

Info: https://www.youtube.com/user/tgwebdiocesipa